RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI

Andare in basso 
AutoreMessaggio
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime20/12/2010, 22:14

La popolazione di un parco in un giorno feriale, d’inverno.
Qualche bambino infagottato sale e scende dagli scivoli già ripuliti dalla poca neve caduta il giorno prima, un altro cammina tenuto per mano da un nonno.
Un signore dall’aria dimessa porta a passeggio il cane sognando l’ufficio che prima detestava.
Due mamme chiacchierano sospingendo le carrozzine.
Alcuni anziani sono soli, altri invece si fanno compagnia: la panchina , quando il tempo è buono, è un posto ideale per scambiare qualche parola.
- Oggi ti vedo particolarmente giù, è una bella giornata di sole, l’inverno è stato generoso con noi anziani, prima imbianca tutto e poi ci regala la libertà di uscire, di goderci una passeggiata, di incontrare un amico. Perché quel viso triste, quello sguardo basso?-
- Sai, molti associano la malinconia all’autunno, altri l’identificano con lacrime sommesse. Ma si può essere malinconici in qualunque stagione e le lacrime possono essere finite, mentre la tristezza ancora ci invade, a corrodere come un cancro maligno ogni impulso vitale.-
- Diamine, c’è il sole, siamo in salute, cosa vuoi di più, alla nostra età?-
- E’ vero, oggi splende il sole, ma è un sole malato. Guarda lassù, vedi? E’ un gabbiano che ha perso il mare, oppure ha scelto di percorrere nuovi sentieri che solo lui conosce. La colpa è sua se sono come sono.-
- Un gabbiano? E’ già tanto se vedo questa panchina, senza i miei occhiali; figurati se posso vedere un uccello volare chissà dove. Ma poi, cosa può averti fatto un povero gabbiano?-
- Invece io ho gli occhi ancora buoni, e sono asciutti come l’aria di questo inverno, che ci inganna con la sua luce tersa e poi affonderà le sue stilettate di gelo. Io continuo a ripetermi: “Passerà anche questo e tutto sarà di nuovo come prima o persino migliore”, ma questa formula magica, o esorcismo, non sortisce più alcun effetto. Non dopo averlo ripetuto tante volte, non dopo che gli inverni, quelli veri, quelli che rendevano festoso il Natale e bene accetta persino la tramontana che spazzava l’orizzonte dalle nubi, si sono accumulati a formare unità e decine, ora che il centinaio è più vicino dello zero.-
- Parli neanche fossi stato un professore di lettere, ma con tutte le tue belle parole non mi hai spiegato la colpa del gabbiano, sto ancora aspettando.-
- Il fatto scatenante ti potrà sembrare banale, ma non per me: mi sono svegliato questa mattina e pure l’ultima era sparita. Ricordo benissimo, la memoria è ancora buona.  Ne avevo ancora una. Luminosa, sbocciata da poco e coltivata con tutto l’amore.-
- Ma di cosa stai parlando?  Non mi pare che tu abbia il pollice verde, non mi hai mai detto di occuparti di fiori.-
- Non parlo di fiori. Sarà forse una cosa assurda, ma sino a quando coltivi le speranze, la vecchiaia viene irrisa, bastonata, esorcizzata, scacciata a calci nel sedere.
Parlavo di una speranza, di quelle che riscaldano dentro e fuori, che fanno cantare.  Mi aveva regalato delle cose: una canzone che suscitava emozioni, ricordi, aspettative, che risvegliava dolcezze e persino desideri. Mi guardavo allo specchio e vedevo un nuovo ritratto di Dorian Gray, che mi toglieva rughe, bocca piegata dalla solitudine, occhi velati. Pensa, c’era persino una voce che mi sussurrava desideri e follie di ragazzo.  Ma questa mattina non c’era più.                                Questa notte è sceso quel gabbiano e me l’ha rubata, io non l’avevo saputa nascondere bene, non la volevo nascondere bene, era appoggiata lì, tra il mio viso e il cuore. Ora lui s’innalza e si fa trasportare da ciò che mi ha portato via.   Io mi sono guardato allo specchio; la piega delle labbra è tornata, e tutte le rughe, più qualcun’altra, si sono scagliate di nuovo sul mio volto per ferirlo in profondità.   E’ l’anima che mi ha lasciato, mentre il corpo, appesantito da tonnellate di rabbia e delusione, è rimasto qui, ad attendere il nulla.-
- Amico mio, capisco la tua malinconia, ma ti sbagli. Lascia che ti spieghi una cosa, vale per me, beninteso, ma tu devi cercare di applicarla a te stesso, è la chiave per capire meglio questa parte della nostra vita.     Vedi, quando la malinconia scende in me, compie un miracolo che è stato invano perseguito da filosofi, alchimisti, teologi e scienziati dall’inizio della civiltà ai giorni nostri: il suo insinuarsi dimostra l’esistenza dell’Anima. Quindi non dire che te la porta via, è proprio il contrario.
Sino ad allora, essa sfugge a ogni tentativo di darle sostanza.    Lo sguardo può attraversarla e nemmeno una particella di luce ne viene assorbita, non un riflesso ne denuncia la presenza.  Una mano può trapassarla da parte a parte senza che la più piccola sensazione di ostacolo o sfioramento risalga dai nervi su, sino al cervello.  Mi era sembrato di udirne il suono, nel silenzio assoluto di una notte in montagna, mentre la neve assorbiva ogni fruscio e la luce di miliardi di stelle non riusciva a suscitare la più tenue delle ombre, ma era solo il battito del cuore che accelerava per la gioia di quell’attimo primitivo.  Allo stesso modo, odorato e gusto sono inutili: cervi e predatori sono distanti milioni di anni e questi antichi strumenti, oramai atrofizzati, non possono percepire una singola, sfuggente molecola dell’Anima.  I cinque sensi dunque sono impotenti quando si tratta di riconoscerla.   Ma se la malinconia scende tranquilla a ricoprire del suo velo ogni sentire, l’Anima acquista corpo e sostanza. E’ come cospargere di polvere fine un’eterea lastra di cristallo. Ecco allora una patina opaca, eppure ricca di bagliori, filtrare ogni immagine che attraversa la retina e trasformarla, distorcerla, ricolorarla; ecco il tocco di una mano delicata accarezzare i capelli, non importa quanto bianchi o quanto radi siano; ecco il ridestarsi di antiche canzoni echeggianti nelle vallate dei sogni dimenticati, ed ecco pesino l’odore di una spiaggia cosparsa di conchiglie e il gusto del bacio di una persona allontanata dalla mia vita.    La malinconia è una parte di me, si nutre dei miei momenti più belli e li tiene gelosamente in serbo per restituirmeli quando l’attimo presente è peggiore di quello passato, e l’attimo futuro potrebbe essere talmente breve, o nascondere tali inganni, da far preferire di ignorarne l’incombere.-
- Ma quello a cui ti riferisci è solo la nostalgia, cosa c’entra l’Anima?-
- No, non è solo nostalgia. La nostalgia mette segnalibri tra le pagine del passato, la malinconia lascia che il vento dei ricordi sfogli il volume e lo apra là dove ci sono i nastrini rossi. Ma è l’Anima che legge quelle pagine. L’Anima, l’unica cosa che ci distingue davvero dai milioni di nostri fratelli che strisciano, camminano, nuotano e volano sul fragile guscio della comune madre terra.  Io non posso dire se sia mortale o se vivrà per sempre, altri hanno la risposta, insieme a tutta la mia invidia per le loro certezze. Io ho solamente imparato che in certi momenti l’Anima si manifesta e per questo motivo, quando la malinconia mi assale, non la devo scacciare. Ecco perché la malinconia è un dono prezioso.-
Un bimbo sulla sua biciclettina rossa si allontana, pedala rapido i pochi metri che lo separano dalla mamma.
- Mamma, quel signore parla da solo, è matto? –
La vocina è squillante, l’imbarazzo della signora è palese.
Il vecchio sulla panchina sorride, anche lui è stato bambino, troppi anni fa.
- Non si preoccupi, io avrei detto la stessa cosa.-
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime21/12/2010, 07:58

Buongiorno a tutti!
La nuova PdG è in servizio, vi aspetta più entusiasti e numerosi di pria! (applausi)
Torna in alto Andare in basso
Emma Bricola
Star
Star
Emma Bricola

Numero di messaggi : 1351
Data d'iscrizione : 27.01.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime21/12/2010, 08:41

bellissima la tua pagina, mi è piaciuta tanto
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime21/12/2010, 09:55

Grazie carissima Emma!
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime21/12/2010, 12:26

... a proposito, oggi è proprio la prima giornata d'inverno, ma non m'azzarderei ad andare a sedermi su di una panchina... brrrrrrrr

Un dialogo, poi si scoprirà che è un monologo, molto intimistico, tutto giocato tra malinconia e nostalgia, con appena un poco d'ironia qua e là.
Piaciuto, PdG
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime21/12/2010, 17:03

Già, Mario, è proprio inverno, e basta guardare fuori dalla finestra per essrne certi.
Grazie per il passaggio, Orso. Smile
Torna in alto Andare in basso
Franca Bagnoli
Star
Star
Franca Bagnoli

Numero di messaggi : 1679
Data d'iscrizione : 02.04.10

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime21/12/2010, 18:01

Mi piace la saggezza di questo vecchio che si sdoppia per confortare il suo tramonto.
Torna in alto Andare in basso
http://www.francamente.ning.com
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime21/12/2010, 18:48


"... di questo vecchio che si sdoppia per confortare il suo tramonto"

Infatti, è proprio così, carissima Franca, grazie.
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime21/12/2010, 23:30

un dialogo con se stessi e con ciò che si afferra seppur lontano, al sole invernale, tra il corporeo e l’incorporeo, come se tutto non nascesse da quel centro che sembra avere un’orbita immensa: ricordi, sensazioni, una vita intera da patirne la nostalgia, e l’immaginazione che ci fa trovare corrispondenze tra ciò che sentiamo scaturire da una lunga serie di separazioni: e il volo di un gabbiano.

in questo racconto dove non tutto mi è chiaro e vorrei vedere se dovesse esserlo - cara penna del giorno - si viaggia dalla leggerezza alla pesantezza; si esce e si rientra dal corpo, più di una volta. con dolcezza, ironia, tristezza… e l’anima?


Mi era sembrato di udirne il suono, nel silenzio assoluto di una notte in montagna, mentre la neve assorbiva ogni fruscio e la luce di miliardi di stelle non riusciva a suscitare la più tenue delle ombre, ma era solo il battito del cuore che accelerava per la gioia di quell’attimo primitivo.
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime22/12/2010, 11:59

Caro Luca, le tue letture sono sempre attente e i tuoi commenti puntuali e acuti... bella la tua citazione sull'anima, ma è una citazione o è tua?
Torna in alto Andare in basso
Nuccio Pepe
Top
Top
Nuccio Pepe

Numero di messaggi : 1010
Data d'iscrizione : 13.12.08

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime23/12/2010, 08:23

Il dialogo di una solitudine.
Ben scritto.

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI 575356

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI 899765
Torna in alto Andare in basso
http://www.nucciopepe.wordpress.com
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime23/12/2010, 12:35

Vero, una lucida solitudine, direi
Grazie Nuccio
Torna in alto Andare in basso
Gisella Sella
Medium
Medium


Numero di messaggi : 28
Data d'iscrizione : 02.03.10

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime23/12/2010, 21:11

Una dolcissima malinconia...Bel racconto
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime24/12/2010, 12:13

Grazie anche a te Gisella, DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI 899765
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime24/12/2010, 12:21


PARE MI SIA TOCCATO L'ONORE DI TRASCORRERE IL NATALE COME PDG.

AUGURISSIMI A INIZIARE DALLA NOSTRA ADMIN E A NOI TUTTI
Torna in alto Andare in basso
Annamaria Giannini
Top
Top
Annamaria Giannini

Numero di messaggi : 1185
Data d'iscrizione : 03.11.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime24/12/2010, 13:06

ecco qui, un dialogo intimo che ci fa pensare alla malinconia come ad un dono prezioso. Lo è, quante parole bellissime sono scaturite dalla malinconia, comprese le tue. Grazie PDG e Buon Natale.
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime24/12/2010, 17:28

Anna Maria, grazie per il tuo tempo speso alla vigilia di Natale a leggere delle mie malinconie Wink
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime24/12/2010, 17:30

La Penna del Giorno ha scritto:

PARE MI SIA TOCCATO L'ONORE DI TRASCORRERE IL NATALE COME PDG.

AUGURISSIMI A INIZIARE DALLA NOSTRA ADMIN E A NOI TUTTI

Ti ringrazio, contraccambio e mi associo agli auguri per tutti, e un abbraccio affettuoso a Daniela.
Torna in alto Andare in basso
Annamaria Giannini
Top
Top
Annamaria Giannini

Numero di messaggi : 1185
Data d'iscrizione : 03.11.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime26/12/2010, 21:57

La Penna del Giorno ha scritto:
Anna Maria, grazie per il tuo tempo speso alla vigilia di Natale a leggere delle mie malinconie Wink
No grazie a te che hai fatto sfuggire un pò le mie. Mi scuso con tutti se sono stata un poco assente, ma ora sono qui e ci resto.
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime30/12/2010, 09:24

Sono preoccupata per la nostra Daniela, qualcuno ha notizie recenti?

Intanto ne approfitto per fare a voi tutti anche gli
AUGURI DI BUON ANNO!
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime30/12/2010, 11:00

UN AUGURIO ANCHE E TE PENNA DEL GIORNO
Torna in alto Andare in basso
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1493
Data d'iscrizione : 21.09.09

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime13/1/2011, 10:13

malinconia, sì, è la parola giusta per certe età: credo che essa , almeno per me, sia una specie di tristezza per gli errori fatti ed ormai con gli occhi dell'età, resi ingiustificabili. Spesso la malinconia mi fa sentire stupida e mi fa pensare...ma come mai ho fatto così o cosà, senza rendermene conto? bè, ora di sicuro farò altre cavolate, ma non farò in tempo a pensarci sù, è troppo tardi.
Torna in alto Andare in basso
Franca Bagnoli
Star
Star
Franca Bagnoli

Numero di messaggi : 1679
Data d'iscrizione : 02.04.10

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime13/1/2011, 10:40

Anche io sono un pio' preoccupata per Daniela. Speriamo che stia bene. Fatti sentire, Danielina. Senza di te ci sentiamo perduti.
Torna in alto Andare in basso
http://www.francamente.ning.com
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime13/1/2011, 17:44

In tema di malinconia, mi pare che non scherziamo proprio. Ci manca Daniela, speriamo stia bene e ritorni presto
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Empty
MessaggioTitolo: Re: DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI   DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
DIALOGO DI UNA GIORNATA D'INVERNO - MARIO MALGIERI
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Le proposte di scrittura a tema :: Anno Domini 2010-
Vai verso: