RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 Cecità

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Alex
Junior
Junior
Alex

Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 12.01.11

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Cecità   Cecità Icon_minitime12/1/2011, 21:33

Ha una penna nella mano e una gomma nell'altra
scrive e riscrive ed ogni verso cancella -
per ilarità di vita che non legge piu dolore
quel ragazzo strano con un solo amico
ed una manciata di mosche tra le tasche e gli occhi.

Giovane età eppure tanta vita gli traspare
da inesistenti iridi nascoste dietro il nero,
illusorio passo frettoloso e tuttavia incostante
ma circolarmente sa cosa avviene col proprio udire -
il suo pacato fedele si, lui sa bene dove condurre

comprendo solo adesso che cieco è il mondo.



Alex
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime14/1/2011, 11:18

per come l'hai scritto mi rammenta questa tua un libro duro e splendido di Hrabal UNA SOLITUDINE TROPPO RUMOROSA, storia di un operaio che ha vissuto una vita a pressare libri destinati al macero.

cancellare i segni della penna è cosa faticosa perfino se la gomma è buona - in senso lato ovviamente
Torna in alto Andare in basso
Alex
Junior
Junior
Alex

Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 12.01.11

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime14/1/2011, 17:14

Conosco, ma è un libro molto complesso, difficile leggerlo e comprenderlo alla prima lettura, almeno per me, mi sa che dovrei ripassarlo.
Torna in alto Andare in basso
Lara Kelly
Top
Top
Lara Kelly

Numero di messaggi : 751
Data d'iscrizione : 28.05.10

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime14/1/2011, 17:45

Luca Curatoli ha scritto:
per come l'hai scritto mi rammenta questa tua un libro duro e splendido di Hrabal UNA SOLITUDINE TROPPO RUMOROSA, storia di un operaio che ha vissuto una vita a pressare libri destinati al macero.

cancellare i segni della penna è cosa faticosa perfino se la gomma è buona - in senso lato ovviamente


la metto in ridere, viste le ultime faccende Fiat - Marchionne....che presto scriveranno anche la storia di un operaio pressato destinato al macero
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime14/1/2011, 18:10

allora lo hai letto anche tu! e non aggiungo altro per chi non l'ha letto, tranne il fatto che per scrivere quel libro c'è voluta una vita e una forza non indifferente. in quel libro c'è un'intera grandiosa epoca al macero.

Marchionne? parliamone altrove perchè qui sopra c'è Alex che merita tutta la nostra attenzione curiosità e simpatia
Torna in alto Andare in basso
Lara Kelly
Top
Top
Lara Kelly

Numero di messaggi : 751
Data d'iscrizione : 28.05.10

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime14/1/2011, 22:21

no Luca non l'ho letto ma il titolo ossimorico già di per sè induce alla malinconia
e io immagino uno di quegli operai come ce ne sono tanti anche qui nelle nostre fabbriche
al pressaggio e all'imballo di grosse matasse di carta, un angolo buio senza finestre,
senza giorno nè notte il rumore infernale delle macchine e il sibilo di qualche bestemmia di troppo che fa meno rumore di una lacrima.

certo che sì, Alex è una presenza bella. Smile
Torna in alto Andare in basso
Alex
Junior
Junior
Alex

Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 12.01.11

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime14/1/2011, 22:35

Beh, non è esattamente così Lara, in alcuni punti è anche ilare, ma è pure molto controverso, personalmente credo che Bohumil Hrabal sia stato molto influenzato da Franz Kafka, non da lui personalmente intendo, ma molto probabilmente le sue opere lo hanno influenzato.
Comunque è una bella lettura, quando lo lessi la descrizione di quell'omino che rientrava a casa sporco di colla ed inchiosto, non so il perché, ma mi faceva sempre venire in mente il grande Charlie Chaplin.


Alex
Torna in alto Andare in basso
Lara Kelly
Top
Top
Lara Kelly

Numero di messaggi : 751
Data d'iscrizione : 28.05.10

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime14/1/2011, 23:06


bello l'omino di Chaplin (grandioso lui) che continuava ad avvitare i bottoni della giacca col cacciavite. Alienazione del lavoro e risata amara in sottofondo. comicità abbinata a vita grama.
Un sorriso da non perdere mai.
Forse questo è il vero messaggio di chaplin e non conoscendo l'autore da te citato, mi piace pensarlo nelle vostre citazioni, tue e di Luca, con questa vena positiva ilare-controversa.
A volte la realtà è così storta che ti 'strappa' un sorriso. Di quelli che nascono dal coraggio di non piangersi addosso.
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime15/1/2011, 11:45

ci ho messo un'ora e mezzo per scrivere una pagina; cancellarla e riscriverla più breve. erano cose che sentivo di dire a margine delle vostre cose. ho cancellato senza rendermene conto, tra un colpo di tosse e l'altro. se mi fossi tatuate le parole sulla pelle, a quast'ora non mi troverei in una condizione così ridicola e umiliante. se raccolgo le forze e i pensieri, magari ritorno
Torna in alto Andare in basso
Lara Kelly
Top
Top
Lara Kelly

Numero di messaggi : 751
Data d'iscrizione : 28.05.10

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime15/1/2011, 11:49

hei luca, che succede ?
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime15/1/2011, 12:40

perdonate il capriccioso schematismo, ma si tratta di quel recupero di ciò che ho maldestramente cancellato.

ho provato a recuperare quelle mosche carnaie, ma con mio disappunto e sorpresa non ho trovato una sola mia sottolineatura, nel libro citato. un fatto del tutto anomalo e se non mi ricordassi di averlo letto, giurerei di averlo solo sognato. la copertina del libro mostra due scaffali zeppi di libri completamente bianchi: non so se si possa trattare di copertine oscurate o di libri finti. passiamo oltre.
la scrittura è densa e ha quella pretesa di assomigliare per certi versi alla poesia. tra l’altro in postfazione si scopre per bocca dell’autore che il romanzo è stato riscritto tre volte. perfino in forma di poema.

l’omino, come lo definisci tu Alex, può sembrare uscito da una visione cinematografica. anche il protagonista di questo romanzo ha le visioni: le invenzioni si susseguono in periodi fiume e parlati con effetti surreali. ma tutto è terribilmente fisico, carnale. del resto sia Hrabal che Hanta - così si chiama l’omino - hanno lavorato ad una pressa e si sono nutrititi e hanno patito in prima persona, l’effetto di quella meraviglia: quale? di ciò che abbiamo, forse per pigrizia, definito arte: pittura, letteratura, cinema, poesia fino alla filosofia che l’omino - ormai lo vedo così - ha succhiato come caramelle: una frase qua, un rigo appena la e la realtà non è più se stessa. o la stessa, non saprei dire.

l’omino operaio non bestemmia, cara Lara; e questo lo aggiungo non per contraddire la tua immaginazione: come potrei! piuttosto lo ribadisco - perché già il romanzo ce lo dice - per ribadire le visioni del protagonista: egli afferma che i cieli non sono umani. come non dargli torto. io di certo annuisco.

un critico ha definito lo scrittore e altri della sua generazione, un pierrot incrudito.
lo scrittore ha bonariamente accettato quella definizione come un vestito e in una delle tante interviste ci spiega che egli ha vissuto anni da pierrot (tra l’altro ha incominciato con lo scrivere versi), ma poi l’esperienza in fabbrica lo ha reso più duro. questa trasformazione è passata anche nella scrittura, ma noi non possiamo sapere del tutto la verità. lo scrittore ci dice testualmente che gli è stato insegnato di scrivere “in modo che i proto non siano in grado di comporre, (starebbe per tipografo a quanto pare n.d.r.), il lettore si prenda il capo fra le mani, il redattore pianga e rida, perda gli occhiali e litighi con sua moglie…”

a questo punto noi dobbiamo applaudire o sorridere, per buona educazione a cotanto sfoggio.
ma questa è la condizione del pubblico e non del lettore. Chi ha letto il romanzo; chi ha avuto la forza spirituale o soltanto la curiosità di arrivare fino all’ultimo, fa un tipo di esperienza un tantino diversa.
ci si può identificare con il protagonista? e con lo scrittore?

intanto l’omino Hanta non è noi. noi apparteniamo ad un’alta storia ma liberi - e questa parola la metterei sotto il preservativo delle virgolette - liberi di contraddire la storia e di non vedere nemmeno la nostra. Hanta non ha firmato nessun referendum per salvarsi il culo. Hanta è tutto con la pressa, che poi diventerà ancora più grande, meccanizzata e cieca.

devo ancora capire il finale. devo ancora capire se Hanta, l’omino, si sia salvato oppure no.
la parte più tenera, più debole di me, spera di sì. Anzi ne è certa!

(così come una parte di me è propensa a pensare che quel ragazzo della tua poesia, abbia avuto in dono una vista che noi nemmeno ci sogniamo)

Torna in alto Andare in basso
Alex
Junior
Junior
Alex

Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 12.01.11

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime16/1/2011, 21:21

La mia prima impressione dalla copertina del libro, è che il libri che stanno sotto, siano finti, quelli di destra tra l'altro sono molto simmetrici, forse messi li a voler rispecchiare quel "vuoto" che l'autore vorrebbe riempire.
Identificare con l'autore, o con il protagonista della vicenda? no, io propio non riesco, ti ho già detto, è un libro complesso, dove lo stesso autore a tratti si contraddice, forse rileggendolo piu volte si riuscirebbe ad entrare nel merito di quello spaccato di un bel pò di decenni distrutti per oscure controversie politiche e religiose.

Alex
Torna in alto Andare in basso
Alex
Junior
Junior
Alex

Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 12.01.11

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime16/1/2011, 21:24

così come una parte di me è propensa a pensare che quel ragazzo della tua poesia, abbia avuto in dono una vista che noi nemmeno ci sogniamo


Ok mi arrendo, il ragazzo della poesia sono io, e si, ho avuto in dono una vista speciale, anche se solo da pochi anni so come "vedere"; prima ero intento a scalare gradini che mi stavano portando solo alle viscere della terra, adesso mi sento libero, anzi, lo sono, libero dalle forme, dal dover a tutti i costi essere tra i primi, libero da falsi schemi, libero persino da me stesso.

Alex
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime20/1/2011, 21:41

penso sia impossibile liberarsi da se stessi. per lo meno definitivamente.
a volte sento una necessità e un senso di nostalgia, come se una parte di me stia da qualche parte ad attendermi. immaginando con serenità la mia vecchiaia, la immagino più forte nella sua debolezza. forte in quella fragilità con la quale mi immagino fra qualche anno. che poi il mito della forza si alimenta spesso di false immagini. da vecchio vorrei tanto condividere com me e con chi sento, quelle parti ora negate dalla mia stessa paura e impazienza.

l'immagine dell'avatar che ti sei scelto è forte solo nella misura del lungo e avventuroso lavoro che ognuno di noi deve e può fare, in una solitudine che potrebbe essere la nostra gioia di esistere, se un giorno finalmente, potessimo allargare le braccia in segno di coraggio e condivisione. auguri
Torna in alto Andare in basso
Lara Kelly
Top
Top
Lara Kelly

Numero di messaggi : 751
Data d'iscrizione : 28.05.10

Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime21/1/2011, 11:01

Io nel suo avatar
trovo la magnifica metafora dell'impossibile contenuto nel possibile
l'immobilità contenuta nel movimento immenso dell'accoglienza
di persone e cose.

Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Cecità Empty
MessaggioTitolo: Re: Cecità   Cecità Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
Cecità
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Poesia-
Vai verso: