RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 Paul Nougé MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

Paul Nougé   MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE Empty
MessaggioTitolo: Paul Nougé MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE   Paul Nougé   MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE Icon_minitime9/6/2011, 01:29


La bella matassa cerebrale che non dipaneremo.

Credo sempre alle nuvole
scusatemi
P.N.


Ma osate, osate, osate dunque

Mettiamoci il dito
mettiamoci la bocca
osate dunque
andiamoci

ah! come le nuvole
cambiavano ben di colore
in quel cielo d'autunno

come il pane bianco
scricchiolava bene sotto il dito
osate dunque
andiamoci



Apertura

Un buco che si scava in pieno cielo
tutto il santo giorno
Uno specioso cumulo di filo bianco
Un discorso cucito dei tesori di questo mondo
La pietra i seni l'uovo ed i capelli
Il banale cede il posto.



Frontiera

Signora
il mare è vasto
bello
senza speranza

sirena
oh mi boa



Istantanea

Il sottile coltello diritto
troppo affilato
ah! affonda affonda davvero
nella carne troppo ferma troppo bianca.

Fredda fecondità del sottile coltello
bella carne delle certezze ecco il sottile coltello
un po' di sangue rifluisce alle labbra
la lancetta si strappa dal quadrante
s'affonda verso il Nord
una mano danza sola
l'occhio esplode per troppe immagini

Mezzogiorno-Mezzanotte
crolla in mare verticale.



La ballata di Marie M.

Oh idraulica meravigliosa
sgorgata da place Jourdan
che fece un bambino obeso

fango, fiori appassiti
culla incerta
della tua felicità

il tuo ventre cucito
i tuoi seni stanchi
il tuo grande equipaggio

suonano i secchi
sbattono le porte
Marie
al vento della collera

1949



La mia bocca questa sera è abitata
da parole che non sono
mie
da parole che non sono nè
canzoni né incanti
ma pallottole di fucile
riflessi di spade
e io sono attaccata alle parole della mia bocca
come una lingua di fuoco
al soffio sterminatore

Andiamo - dove credete di essere?

(da LA MESSAGGERA, 1927)



L'attesa

Un nugolo d'occhi non ha detto il loro sguardo

nella speranza insoddisfatta
fragile puro batte il cuore
d'un imponderabile vita.



L'occasione

Un grande viso vuoto come
una bella lavagna

v'inscrive dapprima una bocca
abbagliante

poi una profondità di cielo e di strade
con, in fondo, una città azzurrognola

risale poi la superficie
della misteriosa scrittura:

angolo
giardino
camera numero sguardo
o pensiero di pensiero

sale fino alla nuvola di fuoco

più tardi, pensa agli occhi

3 maggio 1943



Alla grande sconosciuta

Non so niente di te
e tu non ne sai di più.

Ecco il silenzio, un po' di spazio.

Che giri il pomeriggio blu.

Io io mi tengo nell'ombra laterale
e vivo del respiro tranquillo
oh maga
della tua anima così leggera
danzante
dell'immagine del tuo corpo devastato dall'amore
e del tuo pensiero
che non decifro.

settembre 1953



La sera balla senza violenza
la danza che tu sai
si disfa in silenzio
ma tutti i colori
si riuniscono al rovescio
(gli occhi parlavano a carte scoperte)



Per prendere congedo

La somma da contare in piedi
non contateci più, io l'abbandono
alle mani pure, alle mani dei matti
non ci sono, io, per nessuno.

1925


NB Ho preso poesie e frammenti di esse dal libro: Paul Nougé L'ETERNO CLANDESTINO scritti, edito dalla Giunti Editore 2010.
Mi scuso per la formattazione del testo che non tiene conto dell'originale.




Ultima modifica di Luca Curatoli il 9/6/2011, 12:25, modificato 3 volte
Torna in alto Andare in basso
Lara Kelly
Top
Top
Lara Kelly

Numero di messaggi : 751
Data d'iscrizione : 28.05.10

Paul Nougé   MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE Empty
MessaggioTitolo: Re: Paul Nougé MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE   Paul Nougé   MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE Icon_minitime9/6/2011, 01:44

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! è questo ? Very Happy
Torna in alto Andare in basso
Lara Kelly
Top
Top
Lara Kelly

Numero di messaggi : 751
Data d'iscrizione : 28.05.10

Paul Nougé   MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE Empty
MessaggioTitolo: Re: Paul Nougé MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE   Paul Nougé   MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE Icon_minitime11/6/2011, 12:14

credo alle NUVOLE e al CERVELLO.
due ottime cose, se ben chiare.

ciao amico mio, belle le sue poesie, davvero. Very Happy
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Paul Nougé   MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE Empty
MessaggioTitolo: Re: Paul Nougé MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE   Paul Nougé   MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
Paul Nougé MA OSATE, OSATE, OSATE DUNQUE
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Di tutto, di più-
Vai verso: