RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 AIKU E DANIEL

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Nuccio Pepe
Top
Top
Nuccio Pepe

Numero di messaggi : 1010
Data d'iscrizione : 13.12.08

AIKU  E  DANIEL Empty
MessaggioTitolo: AIKU E DANIEL   AIKU  E  DANIEL Icon_minitime13/7/2019, 11:35

AIKU E DANIEL


«Sai…, la nostra è un’epoca essenzialmente tragica, perciò ci rifiutiamo di viverla tragicamente», dico a Daniel guardandolo dritto negli occhi.
«Ti rendi conto che viviamo una fase eccezionale nella storia dell’umanità, che viviamo la fine delle ideologie, dei grandi disegni?».
Daniel sorseggia lentamente il suo caffe' per riflettere.
«Sicuramente. E una parte di noi ha reagito nella disperazione, altri nell’arricchimento personale, altri nell’ansia del potere, altri ancora nella ricerca del fatuo» mi risponde.
Continuo: «Abbiamo attraversato periodi importanti, di grandi cambiamenti. Siamo nati nel dopoguerra, abbiamo vissuto il benessere economico, percepito il ’68, attraversato il ’77, ricordi quando eravamo in Italia agli inizi del nostro lavoro? Io fotografavo e tu scrivevi, raccontavi cio' che vedevamo intorno a noi. Siamo stati presenti alla caduta del Muro di Berlino.
Adesso io ho un’unica grande ambizione: osservare. Poter osservare quello che avviene nel mondo, intorno a me. Capire, tentare di capire».
Un sorriso.
«Ti ricordi di Mikonos?».
Daniel, Mikonos…
Eravamo arrivate fresche di doccia e profumatissime, io e la mia amica francese Therese.
Ci eravamo accomodati ad uno dei tavoli della piazzetta alle spalle dei mulini, quelli che solitamente si vedono in tutte le cartoline e nei filmati turistici.
Un’informazione chiesta di fronte ad uno dei ristorantini affacciati nelle candide viuzze, un invito a incontrarci dopo per bere qualcosa insieme.
Era accaduto tutto semplicemente, naturalmente.
Mi sedetti subito accanto a Daniel, mi aveva attratto fin dal primo istante.
Si parlava del più e del meno, eravamo allegri, spensierati. Istintivamente, all'improvviso, con uno scialle riuscii a coprire le mani e le gambe mie e di Daniel con gesto elegante, quasi come un torero che rotea la sua mantella, arrossendo.
Daniel tentava di sorseggiare la sua bibita con indifferenza, mentre il movimento ritmico dello scialle provocava dei risolini mal celati a Therese.
La mia mano sembrava accarezzare una tastiera e, come le dita di una pianista sfiorava, pigiava, avvinghiava i tasti con voluttà sempre crescente.
Dopo pochi minuti eravamo nella pensioncina dove avevo preso una stanza insieme alla mia amica.
Mi distesi con una esasperante lentezza accanto a Daniel.
Completamente nuda.
Lì, con i miei bei fianchi che mi esaltavano anche la schiena , le gambe dritte e ben proporzionate, cominciammo un gioco di sfioramenti, di toccamenti, carezze e baci.
Sobbalzai quando lui mi toccò il sesso, lo fermai e presi io stessa a fare un movimento, a strofinarmi in modo particolare e così, in preda ad un piacevole tremore e ad intensi gemiti, inarcando la schiena quando finalmente mi penetro', raggiunsi l’orgasmo.
«Sì Aiku mi ricordo benissimo di Mikonos» mi dice.
Si alza, mi guarda mentre vado verso la finestra. Il vento leggero muove appena la tenda, il mio corpo di splendida cinquantenne risalta nel vestitino bianco, quasi trasparente.
«Stiamo crescendo bene!».
Rido, butto la testa indietro, con una mano mi ravvivo i capelli corvini di una lunghezza inaspettata quando sono sciolti.
«Bisogna vivere, do you think that we have to do it anyway,…didn't it ?».
Quando inizia a parlare in inglese è “pericolosa”, lei che conosce alla perfezione quattro lingue oltre al suo giapponese natale, deve pensare Daniel che mi regala un sorriso.
Ha ragione. Significa che ho deciso.
Ci eravamo incontrati ancora una volta a Parigi, una delle nostre citta' preferite.
Una mail, un invito tacito, come tante altre volte. I nostri lavori ci permettono di farlo; un volo in piu', un treno veloce ed eccoci insieme.
Lo prendo per mano.
«Vieni».
Voglio sapere se gli va di farlo ancora, in modo un po’ speciale.
Mi dice che sto bene a letto e gli rispondo che è perché non mi sento affatto in imbarazzo quando sto con lui.
Daniel dice che di me ricorda ancora le mie labbra che gli sussurravano:
«I have like a fire on my lips» e
« Do you have so much passion!».
E', ancora, quasi l’alba.
Talora mi appare incredibile come noi si riesca a miscelare il sesso, non l’amore, con la politica, con la letteratura, con il piacere di parlare, di stare insieme.
Gia', non siamo innamorati, non lo siamo mai stati, attratti questo si'. Ognuno di noi due ha la sua vita, i suoi affetti, ma siamo come le palline calamitate di uno strano esperimento visto alla Citta' della Scienza a Parigi: si attraggono e improvvisamente schizzano in direzioni diverse, per poi ritoccarsi velocemente.
Riempio la vasca da bagno, verso dei sali profumatissimi che donano all’acqua una tonalità violacea.
Lo invito ad entrare.
Con la spugna lascio cadere, lentamente, una ad una le gocce di acqua profumata.
Le seguo con le labbra mentre gli scivolano lungo il collo, le spalle, il torace.
Lo rifaccio più volte, allargando sempre più la superficie del corpo esplorata.
Daniel non riesce a muoversi, il suo cervello sembra seguire inebetito il flusso di sensazioni che le mie labbra, ora accompagnate da una tenera carezza in punta di dita, gli suscitano, socchiude gli occhi.
Entro nella vasca, e con un movimento deciso lo accolgo tra le mie cosce:
«Please give me a kiss, a last, sweet kiss».
Daniel non aveva ancora capito che sarebbe stata l’ultima volta.


Il Portiere

Ms. Aiku Kawaki, Mr. Daniel Breit.
Lei giapponese, lui tedesco. Non e' la prima volta che vengono in questo hotel.
Sono un bravo portiere, ho buona memoria !
Sono simpatici, distinti, allegri.
Ecco ora lei lo sta aspettando nella hall, e' impaziente si vede benissimo, era gia' salita in camera, ed e' ridiscesa quasi subito.
Non sono sposati, sicuramente, anche se lui porta un anello.
Resteranno un paio di giorni vedo dalla prenotazione.
Mr. Breit e' un giornalista o uno scrittore mi ha detto la mia collega che ha registrato la richiesta, perche' e' arrivata tramite la mail del Deutche Zeitung.
Ms. Kawaki deve essere anche famosa, ho visto dei clienti sorriderle e qualcuno le e' andato incontro per salutarla.
Porta sempre con se' una macchina fotografica e ogni tanto, cosi' di impulso, fa qualche scatto, anche io, se ricordo bene, sono stato fotografato l'ultima volta che ha soggiornato da noi.
Si', ora ne sono certo, mi ha fatto un sorriso e mi ha chiesto se poteva ritrarmi mentre lavoravo, si e' allontanata e poi ..click...click ... click, un altro sorriso e un cenno con la mano.
Sta sorseggiando un the' ora.
Ecco Mr. Breit sta entrando ! Lei si alza di scatto, si abbracciano.
“ Sorry !” devo distogliere lo sguardo, un cliente mi lascia le chiavi della stanza.
Si stanno baciando. Un bacio lungo, intenso, noncuranti delle persone intorno.
I signori Verdini uscendo li guardano, forse con un pizzico d'invidia.
Aiku e Daniel, si' proprio cosi' Aiku e Daniel, non i signori Kawaki e Breit tenendosi abbracciati vengono verso di me.
Mi sembra di incontrare degli amici.
“ Good evening Mr. Breit ! Welcome back !”
Lei gli accarezza la mano con delicatezza, lui la guarda sorridendo e credo con l'altra mano stia accarezzando qualcosa che io non vedo, perche' Aiku sobbalza leggermente e dice sottovoce “ Stupid, be quite !”
Salgono subito in camera.
Sono ottimi clienti, amano fare colazione in camera e hanno buon gusto per il cibo. Stanno bene insieme.
Hanno chiesto del caffe' e delle fette di torta. Aiku poi ha chiamato per farsi portare dei sali da bagno particolari dalla profumeria che si trova all'angolo.
Credo che per questa sera non usciranno piu'.
Torna in alto Andare in basso
http://www.nucciopepe.wordpress.com
Nuccio Pepe
Top
Top
Nuccio Pepe

Numero di messaggi : 1010
Data d'iscrizione : 13.12.08

AIKU  E  DANIEL Empty
MessaggioTitolo: Re: AIKU E DANIEL   AIKU  E  DANIEL Icon_minitime13/7/2019, 11:38

Rientro con alcuni racconti, modificati, rivisti, uguali ...per il piacere di stare in questo bellissimo posto che tanto mi/ci ha dato.
Questo è il primo.
Torna in alto Andare in basso
http://www.nucciopepe.wordpress.com
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

AIKU  E  DANIEL Empty
MessaggioTitolo: Re: AIKU E DANIEL   AIKU  E  DANIEL Icon_minitime14/7/2019, 19:30

Carissimo Nuccio.
Rileggo il tuo racconto, soprattutto riconosco dove finiva la prima versione e qual è la parte che hai aggiunto. Non ricordo se nacque per il round In rouge, ma non importa: il ricordare chi erano, quali periodi storici hanno vissuto i tuoi protagonisti, è presupposto per collocare visivamente Aiku e Daniel perché fu nei periodi che citi che l'amore iniziò a essere vissuto più liberamente, cosa che i nostri hanno mantenuto anche dopo. Non ci dici se la loro storia d'amore si è conclusa con un matrimonio o una convivenza ma ci fai intuire che ancora oggi, a distanza di anni, dell'amore sono ancora paladini.

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Stefania Albani
Junior
Junior
Stefania Albani

Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 24.06.19

AIKU  E  DANIEL Empty
MessaggioTitolo: Re: AIKU E DANIEL   AIKU  E  DANIEL Icon_minitime14/7/2019, 21:35

Interessante il doppio punto di vista di Aiku e del portiere: passionale quello di lei, curioso quello di lui, con una velatura di romanticismo. Perché ogni storia, a seconda dell'angolo da cui si guarda, può essere profondamente diversa!
Torna in alto Andare in basso
Nuccio Pepe
Top
Top
Nuccio Pepe

Numero di messaggi : 1010
Data d'iscrizione : 13.12.08

AIKU  E  DANIEL Empty
MessaggioTitolo: Re: AIKU E DANIEL   AIKU  E  DANIEL Icon_minitime15/7/2019, 11:54

Cara Daniela ...siamo quello che siamo stati.
Un saluto a Stefania, cui confermo la possibilità di variare l'angolo di lettura delle storie, dando a chi legge la possibilità di una visione diversa nonchè di immaginare un finale ...a scelta
Torna in alto Andare in basso
http://www.nucciopepe.wordpress.com
Contenuto sponsorizzato




AIKU  E  DANIEL Empty
MessaggioTitolo: Re: AIKU E DANIEL   AIKU  E  DANIEL Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
AIKU E DANIEL
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Prosa-
Vai verso: