RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 cento anni di solitudine

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1493
Data d'iscrizione : 21.09.09

cento anni di solitudine Empty
MessaggioTitolo: cento anni di solitudine   cento anni di solitudine Icon_minitime13/9/2019, 15:14

Cento anni di solitudine

Cento anni di solitudine, ma Alberta all'epoca ne aveva solo 16. Il tempo è relativo, quando si aspetta l'amore: lui non arrivava mai, sempre in ritardo era! Ma dove andava, con chi stava? Alberta pensava, si chiedeva se la tradiva, ovvio, il primo amore è sempre travagliato. E allora un giorno lo pedinò. Lo pedinò sino al bar della piazza. I tavolini erano circondati da una siepe stranamente rigogliosa, nonostante la polvere della strada non asfaltata e tutelava la reciproca visuale. Lei, acquattata come una spia norvegese ( le piaceva pensare così), si era mimetizzata con un cappellino da mare di paglia, occhialoni da sole stile Audrey Herburn ed un golfino rosso di un'amica, in modo che lui non la riconoscesse; dunque, stavo dicendo che era acquattata e precisamente su una seggiolina di plastica del bar accanto a quello di lui, e si concedeva un gelato, secondo lei mimetico.
I discorsi del gruppetto collaterale di maschi, sfaccendati e sbruffoni, le arrivavano a rate, causa brezza marina. Ma poi il vento cambiò e riconobbe le voci, c'era Armando, quello della II° B e Ruggero, quello che aveva il motorino rosso. Luigi, il suo eroe parlava di calcio. La Fiorentina, la Juventus, il Milan! Ma che discorsi noiosi, ma come fanno i maschi a divertirsi con queste cose?
Miranda? e ora cosa centrava Miranda, la sua compagna di banco? E allora ascoltò ciò che non voleva ascoltare: Miranda era vogliosa e lui l'accontentava, e l'altro rispose che con Silvana faceva anche di più, almeno 3/4 volte al giorno. Dove? Mah, qua e là!
E tu con Alberta? e allora seppe da voci di bar tutte le performance che lui vantava. E pensare che solo qualche bacetto si erano scambiati!
Il gelato cascò in terra, gli occhi le si riempirono di lacrime, il cuore ebbe uno schizzo! Non era così che doveva essere l'amore. Si alzò lentamente, cercando di controllare il tremore delle gambe, lasciò monete sul tavolino, senza aspettare il resto.
Non mi raccontò come le venne il coraggio di andare ad affrontare il gruppo, non lo sapeva nemmeno lei, ma si ricordava perfettamente le parole che le uscirono dalla bocca: "Salve ragazzi, ma davvero credete a quello che dice? Sì ci ha provato diverse volte ma ha sempre fatto flopp.! Una pena..."
Tutti loro erano rimasti immobili, senza parole, lui pallido e sudato pareva marmificato.
Lei se ne andò con passo sicuro mentre la testa le girava e nulla era meno chiaro del suo pensiero. Mi raccontò che non si girò nemmeno a guardare, ma sentiva il silenzio, un silenzio stupefatto, si sarebbe potuto sentire cadere una parola. Quando arrivò a casa si chiuse in camera sua, ma non pianse, nemmeno una lacrima si liberò dai suoi occhi, più che addolorata era stupita, come aveva fatto ad innamorarsi di un tipo così? Ora era completamente sparito nella sua mente, sostituito da un orgoglio offeso, una freccia le pareva infilzata nel cuore, ma non era quella di Cupido, era quella del disincanto. Altri amori sarebbero arrivati, ma mai così violenti come quello.
Mentre mi raccontava di quel suo lontano amore, amico comune, sorrideva ma di un sorriso stirato, ancora l'offesa bruciava, certe cose non si dimenticano.
Si rivolse a me chiedendo: "E il tuo primo amore come fu Miranda?"
Ma come, non l'aveva mai capito che il mio primo amore era stata lei?
Le risposi che era stato un biondino che veniva lì in villeggiatura, ma era stata una cosa breve, breve come la gioventù, non ne avevo memorie precise.
Torna in alto Andare in basso
Giampiero Pieri
Star
Star
Giampiero Pieri

Numero di messaggi : 2329
Data d'iscrizione : 20.01.08

cento anni di solitudine Empty
MessaggioTitolo: Re: cento anni di solitudine   cento anni di solitudine Icon_minitime25/9/2019, 09:51

Bello. Mi aspettavo una svolta a lieto fine con chiarimenti lacrime e perdono, e invece eccola là la sorpresa. Con una piccola nota di amarezza per un segreto a quanto pare destinato a rimanere tale.
Torna in alto Andare in basso
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1493
Data d'iscrizione : 21.09.09

cento anni di solitudine Empty
MessaggioTitolo: Re: cento anni di solitudine   cento anni di solitudine Icon_minitime11/10/2019, 17:49

eheheh l'amore cerca di modernizzarsi.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




cento anni di solitudine Empty
MessaggioTitolo: Re: cento anni di solitudine   cento anni di solitudine Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
cento anni di solitudine
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Prosa-
Vai verso: