RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Empty
MessaggioTitolo: IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI   IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Icon_minitime18/8/2008, 18:14


La sirena lancia un grido di dolore. Ma stavolta non mi domando il motivo, se sia una rapina o un morto. Perché se mi interrogo, potrei pure pensare ad un’alluvione.

Non avrei risposta, in ogni caso, se non posso cogliere il suono con gli occhi: non sono mai stata brava a percepire, con l’udito, le differenze di sfumature che distinguono i vari lamenti, mi sembrano tutte uguali.

Sempre però, indifferentemente se provengono da un’ambulanza, da una gazzella dei carabinieri o da un camion dei vigili del fuoco, mi distolgono per un attimo da ciò che sto facendo.

Come ora, in questo preciso momento, che la sento spegnersi in lontananza.

Mi rimetto a sfogliare la rivista che ho tra le mani: è una delle solite riviste di moda, con tante belle foto colorate e pochi contenuti; parlano di posti esotici che non visiterò mai, con tanto di locali raffinati che non vedranno la mia persona varcarne mai la soglia.

Sfoglio ancora, ed arrivo ad un inserto centrale, dedicato alla fotografia in bianco e nero di Man Ray.

Sono quelle coincidenze che a me suonano come campanelli di allarme, al pari della sirena udita poco fa che ora tace nelle strade ancora deserte.

Ne parlavo con una persona eccezionale, non sapevo chi fosse Man Ray fino a ieri pomeriggio; il fatto di trovarmi uno speciale, dedicato alla sua fotografia in bianco e nero, è un tuffo al cuore.

Io sono così, credo nell’ineluttabilità delle cose, che mai accadono per caso, seguendo un disegno appena tracciato, che attende solamente di essere riempito dalle pennellate di colore.

Vado a leggere per capire meglio chi fosse Man Ray, quando visse e scopro che fu un artista esponente della corrente del dadaismo.

Immediato il rimando agli anni degli studi scolastici, alle istruzioni di Tristan Tzara per fare una poesia dadaista; a diciassette anni, chi non si è sentito un poco dadaista?

Chi non ha visto in se stesso uno stravagante insofferente di ogni spazio imposto?

Io mi ci vedevo eccome, non a caso, in quegli anni, mi piaceva dire di me che ero una indiana metropolitana.

Ritorno alle mie foto, alla sensualità che emerge dai corpi di donne che ha fotografato.

La maggior parte sono in bianco e nero, ed io, che amo molto la fotografia in questi toni, ne sono stata letteralmente catturata.

C’è n’è una, in particolare, dove una donna è ritratta nuda davanti ad un torchio. Leggendo, ho imparato che la modella è un’artista surrealista e che la foto è del 1934.

Sfoglio ancora e attribuisco la paternità dello scatto ad una foto che tante volte ho visto ad ornamento di pagine sul web: sono occhi di donna, con lacrime talmente intense che si percepisce già ad una prima occhiata essere artificiali.

Un nudo di donna, di spalle: sui fianchi dipinte due maniglie, una prima occhiata ti manda ad un clavicembalo, non ad una donna, tanto le forme sono simili nella sinuosità delle morbidezze.

Ancora un nudo di donna, sempre di spalle, sulle ginocchia: si intitola La Priére.
Datata 1930; sono sicura, vedendone il soggetto, che ha scandalizzato molti moralisti per il messaggio che può essere a questa foto attribuito.

Che ha voluto esprimere l’artista con quegli scatti?

Che messaggio ha voluto mandare a chi si ferma ad osservare e coglierne le sfumature?

Difficile dare una risposta, non conoscendo tutta la produzione artistica dell’autore.

Così come è un po’ per il mio avatar attuale, uno scatto di Helmut Newton, per il quale non ho avuto bisogno di documentarmi per sapere chi fosse: i suoi calendari di modelle sono famosi, anche per una ignorante come me.

Io ci vedo la sublimazione, la strafottenza totale in questa donna con la gamba ingabbiata in un llizarof, ma ciò nonostante in shorts, altera, alta, bellissima, fiera, pure con il suo evidente handicap.

Amo la fotografia pur non amando esserne oggetto; mi piace parlarne e conoscere i nomi di grandi fotografi.

Ieri ho conosciuto un nome nuovo e oggi quel nome, assieme ad una sirena che non distinguo, ha fatto muovere le mie dita.

Conoscere, apprendere, imparare, ricordare.

E’ questo che voglio e amo farlo, così come amo chiunque che, con umiltà e senza strafottenza, mi insegna; sono ancora piccola, ho ancora tantissimo che mi è sconosciuto.
Come poco fa, nel rileggere la pagina di Ginevra tratta da Memorie di Adriano, grazie al post di aMari.
Una citazione in latino a commento da parte di Liesma e la voglia di andarne a cercare il significato.

E’ una pagina di diario questa, non è un brano da incipit perché non è una storia che da quell’incipit parte, si sviluppa e termina.

Ma non è tutto quanto un incipit?

Io dico di sì, anche una conversazione sul titolo di un libro, su un quadro, su una fotografia.

Concludo questa non-so-come-definirla pagina con una citazione:

Di sicuro, ci sarà sempre chi guarderà solo la tecnica e si chiederà «come», mentre altri di natura più curiosa si chiederanno «perché» (Man Ray)

Pensiamo a quanto è vera questa frase, ed a quante espressioni artistiche la possiamo applicare, compresa la scrittura.



Un grazie ai miei Wikipedia personali, loro lo sanno chi sono.





_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]


Ultima modifica di Daniela Micheli il 3/10/2008, 15:36, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Pinina Podestà
Star
Star
Pinina Podestà

Numero di messaggi : 1314
Data d'iscrizione : 06.01.08

IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Empty
MessaggioTitolo: Re: IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI   IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Icon_minitime18/8/2008, 20:09

Alfred Stieglitz era il suo vero nome che poi converte in Man Ray ( uomo raggio).


hai toccato un tasto Daniela...
Torna in alto Andare in basso
http://www.pininapodesta.it
Ospite
Ospite



IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Empty
MessaggioTitolo: Re: IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI   IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Icon_minitime19/8/2008, 11:24

"Conosci te stesso e conoscerai l'Universo degli dei"
socrate
in questo pezzo mostri una sublimazione di una facoltà per mezzo della quale acquisisci, senza l'aiuta della razionalità, la percezione o conoscenza istantanea e chiara di un fatto o idea
e l'idea a monte nella scelta dell'avatar era un'altra nevvero?
se ti rileggo è di solare evidenza
l.
Torna in alto Andare in basso
Monica Porta
Top
Top
Monica Porta

Numero di messaggi : 1069
Data d'iscrizione : 26.06.08

IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Empty
MessaggioTitolo: Re: IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI   IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Icon_minitime20/8/2008, 23:05

[quote="Daniela Micheli"][justify]

Conoscere, apprendere, imparare, ricordare.

Per me non si finisce mai.
Ed è anche il bello della vita.
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Empty
MessaggioTitolo: Re: IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI   IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Icon_minitime21/8/2008, 09:20

Grazie, bimbe, siete bellissime, lo sapete?
IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI 952353

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Nico Mar
Star
Star
Nico Mar

Numero di messaggi : 2327
Data d'iscrizione : 25.01.08

IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Empty
MessaggioTitolo: Re: IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI   IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Icon_minitime30/8/2008, 00:23

Sono d'accordo, è tutto quanto un incipit e si parte sempre da qualcosa, una scintilla, un solletico, un graffio, un fastidio, perfino, a volte. L'importante è ascoltarsi e inseguirsi quando accade

sunny

nico
Torna in alto Andare in basso
Giuseppe Buscemi
Star
Star
Giuseppe Buscemi

Numero di messaggi : 2457
Data d'iscrizione : 28.04.08

IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Empty
MessaggioTitolo: Re: IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI   IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Icon_minitime31/8/2008, 14:38

Pagina di “non-so-che-cosa”, come dici tu, molto apprezzata. Bella. Bella la cosa dell’incipit infinito, continuo, in continua evoluzione. Un po’ è così per tutto, anche se di tanto in tanto è necessario canonizzare.
La frase di Man Ray sul “come” e sul “perché” è molto intrigante. Dovendo scegliere per esclusione, direi senz’altro “perché”; ma se si ha un “perché” e si è in grado di imparare un “come”, allora se ne vedono delle belle.
Torna in alto Andare in basso
Massimo Guisso
Star
Star
Massimo Guisso

Numero di messaggi : 6648
Data d'iscrizione : 07.01.08

IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Empty
MessaggioTitolo: Re: IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI   IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Icon_minitime1/9/2008, 12:25

N.dL.: Gibbì nell'avatar simula di fumare una sigaretta, ma, a giudicare dalla faccia, poco prima era una canna...
Torna in alto Andare in basso
Almitra Newton
Star
Star
Almitra Newton

Numero di messaggi : 3776
Data d'iscrizione : 04.01.08

IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Empty
MessaggioTitolo: Re: IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI   IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Icon_minitime4/11/2008, 08:59

Dani: mi piace venire a scoprire pagine che, a suo tempo, non lessi.

Grazie per esser capace di scrivere (e pensare) così. Sei un'amica (posso permettermi di chiamarti così?) preziosa, per tanti motivi. Tu forse ne conosci qualcuno; gli altri te li rivelerei a tu per tu. So che non t'inorgoglieresti mai, ma per pudore...

Un sorriso per te
Al.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Empty
MessaggioTitolo: Re: IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI   IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
IL FASCINO SOTTILE DELL'APPRENDIMENTO - DANIELA MICHELI
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Le proposte di scrittura a tema :: Anno Domini 2008-
Vai verso: