RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 Ingrid

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Mauro Scicchitano
Top
Top
Mauro Scicchitano

Numero di messaggi : 127
Data d'iscrizione : 20.10.08

Ingrid Empty
MessaggioTitolo: Ingrid   Ingrid Icon_minitime30/7/2009, 02:41

E' bella.
Non si discute.
Ha un corpo perfetto, proporzionato, semplicemente un incanto.

E' sensibile al tocco, tu l'accarezzi e lei fa quello che vuoi, non fa domande, obbedisce, è servizievole, sempre pronta, e quando non ti serve, con discrezione, si eclissa.

La donna ideale tra le tue mani di uomo un po' rozze che non conosce le posizioni giuste per lei.

Su questo non transige, deve essere in vista, essere al centro dell'attenzione.

Ha un grande pregio, conosce mille e mille posti, anche gli angoli meno noti, sa dove sono le cose che servono, che so un ristorantino, un hotel (anche dei motel, ma non sta bene dirlo).
E poi è solare, ha sempre il colore giusto.

Ma piu' di ogni cosa, la sua voce.

Suadente, a tratti dolce, ma spesso eccitante. Leggermente roca, pare che abbia un leggero raffreddore, ma leggero leggero, e quando ti parla lo fa sempre al momento opportuno, non è invadente e sa sempre cosa dire.

Ingrid è magnifica.

Ovviamente ha dei difetti, del resto chi non ne ha?

Decidi di andare in un posto con lei. Lei ti dice come arrivarci, lo sa.
Ma metti che per un caso, o una distrazione, tu cambi strada. Lei, allora, cambia leggermente tono e ti dice: "Fuori rotta, RICALCOLO".
Badaci, per un istante: il tono è di quella che, disturbata dalla tua scelta non ti fa scenate, ma si gira di spalle e "RICALCOLO".
Perchè Ingrid è sempre la prima della classe, lei sa tutto, quasi. Metti che tu non la aggiorni e spunta una rotonda che ieri non c'era.
Tu fai la rotonda, per andare dritto e lei, suadente ma imperterrita: "Alla rotonda prendere la seconda uscita".
Come seconda uscita? Non devo mica uscire, devo andare dritto.
Alla fine con le rotonde te la cavi, per lei Seconda Uscita è andare dritto.
Vai a capire Ingrid.
E tu non la capisci.
Entri in un qualsiasi tunnel, una galleria.
Probabilmente è claustrofobica perchè comincia a dire, con la sua voce roca e suadente:"Svoltare a destra, svoltare a destra" mentre tu ti chiedi perchè, data la confidenza, non si rivolga direttamente a te e ti dia del Tu, ma soprattutto, a destra c'è la parete della galleria, non puoi svoltare, ma lei insiste.

Siamo fuori del tunnel!

Allora si riprende, ma solo in apparenza.
Siccome è confusa, ma non felice, e ricorda che sei in autostrada, come ferita e affranta, dopo un po' comincia:"Fare inversione a U".
Inversione a U? In autostrada? Ha tendenze suicide è chiaro. Solo che ci sei anche tu, che ovviamente non vuoi morire.
Allora la lasci parlare.

"Tra 50 metri svoltare a destra". Se le dai retta sfasci mezza macchina, nella migliore delle ipotesi.
Ma lei non molla, il viaggio continua e lei, senza fare una piega:"Ora svoltare a sinistra, appena possibile".
Solo che appena possibile è a 40 km e non per fare i pignoli sarebbe comunque a destra.
Ti ripete sempre due volte le cose, compulsiva ossessiva, crede che tu non la senta.
Invece tu la senti, eccome se la senti.

Sei sulle montagne svizzere e non vuoi fare il tunnel del Gottardo perchè c'è una coda da tre ore di attesa, il tempo non è malaccio, tanto vale fare le due ore sul Passo.
Il Passo è lento, ma almeno ti muovi e poi i panorami sono stupendi.
Decidi e lo fai.
Lei ti asseconda a modo suo:"Tra 180 metri fare inversione di marcia".
Ma se fai inversione torni dov'eri, non se ne parla.
Prosegui.
"Fuori rotta, ricalcolo". Siccome è la seconda volta, è piu' incazzata e non ha solo girato le spalle ma sta rifacendo tutti i suoi calcoli.
Tu te ne freghi, in fondo, la strada la conosci anche tu. Ma non la sua perfidia.
Sei a metà del passo, la macchina regge bene anche se si va lenti, ma che vuoi fare, uno scotto c'è sempre.
Esci da una serie di curve talmente strette che non capisci perchè le chiamino curve anzichè zig-zag e Lei, Ingrid, ha il suo colpo di genio, o di follia, a 2500 metri di altezza, sul massiccio del Gottardo.

"Tra 500 metri girare a sinistra e prendere il traghetto".

(questa conversazione con Ingrid è assolutamente reale. Vive, come voce femminile, in un Tom Tom XL Europe).
Torna in alto Andare in basso
Gaetano Benedetto
Star
Star
Gaetano Benedetto

Numero di messaggi : 1571
Data d'iscrizione : 01.03.08

Ingrid Empty
MessaggioTitolo: Re: Ingrid   Ingrid Icon_minitime4/8/2009, 21:57

davvero divertente...
io una volta ho conosciuto una Ingrid dal tono napoletano....
Torna in alto Andare in basso
http://paulaner85gaetano.spaces.live.com/
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1499
Data d'iscrizione : 21.09.09

Ingrid Empty
MessaggioTitolo: Re: Ingrid   Ingrid Icon_minitime19/2/2010, 09:03

queste Ingrid sono para normali, anzi sembrano normali! A volte ti danno le bacchettate sulle dita aggrappate al volante, a volte ti dicono brutto deficiente, quante volte ti devo dire di girare a destra? ma sei sordo?
In genere ti indicano le strade più brevi, che però sono le più tortuose; come chilometri saranno anche le più corte, ma se sono appunto a zig-zag, devi andare a 20 all'ora!
Sadismo, puro sadismo.
Se poi con te c'è chi soffre il mal d'auto per le curve, allora arrivi davvero domani,pure senza Beatrice. jocolor
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

Ingrid Empty
MessaggioTitolo: Re: Ingrid   Ingrid Icon_minitime19/2/2010, 12:29

L'altra settimana la mia Ingrid mi ha guidato verso un paesino di montagna. Ero atteso per una ciaspolata con guida.
Senza incertezze, per la via più breve.
Secondo lei.
Un passo di montagna frequentato solo dai lupi (ebbene sì, sono tornati). Un po' di neve sull'asfalto ma chi se ne frega, ho le termiche che vanno da Dio.
A cinque km dalla meta, sempre secondo lei: "tra cento metri girare a destra."
Destra? Ecco una stradina, Peccato, un metro di neve intonsa, la stradina è una specie di mulattiera con pendenza del venti percento, almeno così mi sembra, forse, e dico forse, transitabile in piena estate, dopo tre mesi di siccità e a patto che sia già avvenuta la transumanza.
Impreco, mi fermo a lato e tiro fuori il vecchio caro atlante sstradale: se vado dritto tra una decina di chilometri trovo una regionale che in altri dieci chilometri mi porterà alla meta.
Riparto incazzato: potevo prenderla a fondovalle quella strada e avrei risparmiato mezz'ora.
"Se le condizioni del traffico lo permettono, fare inversione a U".
Fanculo Ingrid!
A te invece un applauso :-)
Torna in alto Andare in basso
Mauro Scicchitano
Top
Top
Mauro Scicchitano

Numero di messaggi : 127
Data d'iscrizione : 20.10.08

Ingrid Empty
MessaggioTitolo: Re: Ingrid   Ingrid Icon_minitime19/2/2010, 18:12

Ho un dono particolare: quello di ficcarmi in situazioni impossibili.

Swisscom mi a gentilmente fornito un nuovo iPhone che include and il navigatore. Figo, mi son detto, cosi' uso un solo apparecchio e non due!
Peccato che si chiami Gertüd e parli solo tedesco!!!
Mi sono perso sotto casa e dalla disperazione sono sceso nel rifugio antiatomico dove ovviamente il segnale GPS non c'è, mi sono seduto per terra a piangere: "Neuberechnung der Route im Gange ist, WARTEN!".

Mi sono messo sull'attenti dallo spavento Smile
Torna in alto Andare in basso
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1499
Data d'iscrizione : 21.09.09

Ingrid Empty
MessaggioTitolo: Re: Ingrid   Ingrid Icon_minitime19/2/2010, 18:33

pensa te se invece ti sentivi dire....cribbio...mi consenta....sono il migliore imbecille degli ultimi 150 anni...
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Ingrid Empty
MessaggioTitolo: Re: Ingrid   Ingrid Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
Ingrid
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Prosa-
Vai verso: