RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 LA SCELTA DI ALI' - TECNAL

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 00:44

 
Sin da quando sono arrivato in questo posto in un giorno caldo e afoso, poco prima che il sole andasse a nascondersi dietro le colline che abbracciano l'orizzonte alle spalle del mare, hanno deciso di chiamarmi Alì, anche se il mio vero nome è molto diverso e forse troppo difficile da pronunciare per loro che non parlano la lingua della mia terra d'origine.
  Ma a me va bene lo stesso.
  Forse hanno scelto proprio questo nome per il fatto che sono scuro, nero sarebbe un'esagerazione, ed ho, sin dalla nascita, una curiosa macchia biancastra a forma di mezzaluna in mezzo alla fronte.
  Ero saltato giù da quella specie di guscio di noce, stracarico di carbone, che ci aveva portato qui, spinto a forza dai soffi rabbiosi del maestrale, provenienti da un'altra terra lontana, dove si parla ancora un'altra lingua diversa dalla mia, luogo nel quale mi ero fermato per qualche tempo dopo essere scappato da casa ed aver abbandonato al loro destino mia madre e i miei fratelli.
  Mio padre, invece, non l'ho mai conosciuto: mia madre rimase con lui giusto il tempo di concepirci, ma non ho alcun rimpianto.
  Appena sono diventato capace di badare a me stesso, ho deciso: avrei vissuto la mia vita per conto mio, da solo, viaggiando il più possibile, incontrando genti e luoghi diversi, sino a trovare il posto in cui potermi fermare per sempre, mai rinunciando al mio vivere da essere libero, anche se ciò avrebbe potuto arrecarmi qualche disagio, ma so accontentarmi di poco.
  Non era certo il mio primo viaggio per mare, ma questa traversata, nonostante la stagione favorevole, era stata inaspettatamente tumultuosa per tutto l'equipaggio e tutti avevamo sofferto: sebbene l'appetito non mi mancasse mai, rinunciai più d'una volta alla razione di minestra, per evitare guai maggiori, limitandomi a sorseggiare, di quando in quando, una ciotola d'acqua.
  Ricordo che, appena sceso, mi ero potuto finalmente sgranchire per benino ed avevo trovato grande conforto nella terraferma che stabilmente mi sorreggeva, dopo giorni e giorni di perenne beccheggio, anzi, mi venne addirittura voglia di correre, cosa che feci.
  Impiegai solo pochi minuti per percorrere la strada che separa quel posto, che qui chiamano “Porta carbone”, da un grande spiazzo, brulicante di gente che aveva un gran da fare nel passare da un posto all'altro per prendere del cibo da altra gente che se ne stava dietro a grandi banchi di legno ed urlava a perdifiato cose che non riuscivo a capire.
  No, troppa confusione, troppo rumore per potersi fermare a riposare tranquilli dopo tutto quello che avevo passato negli ultimi giorni.
  Decisi di allontanarmi per cercare un posto più quieto dove rilassarmi ed imboccai una stradina stretta e lunga nella quale la gente a stento riusciva a farsi largo fra due fila ininterrotte di bancarelle sfavillanti, stracolme di ogni ben di Dio, che mi condusse ad un altro spazio aperto, ben più grande di quello di prima, ma meno animato.
  Trovai il posto che faceva per me in un angolo vicino al quale cavalli e carrozze stavano in attesa di mettersi al lavoro.
  Quasi ero riuscito ad assopirmi quando, per la prima volta in vita mia, udii quel suono cupo e melodioso nello stesso tempo.
  E, poco dopo, un altro, un altro, un altro ed un altro ancora.
  Non so dirvi esattamente quanti colpi siano stati (io non so far di conto, non mi serve), ma ho capito che doveva trattarsi di un segnale perché, poco dopo, una folla sempre più numerosa, composta quasi completamente da femmine, cominciò a radunarsi vicino ad un grande portone per poi sparire, silenziosa, al suo interno.
  Devo confessare che ero molto curioso di scoprire cosa stesse accadendo, ma non mi fecero entrare.
  Mi potrei sbagliare, ma anche nel mio paese credo che accada la stessa cosa, all'incirca alla stessa ora, solo che lì il segnale lo dà uno che se ne sta in cima ad una specie di torre alta e slanciata, mettendosi ad urlare verso tutte le direzioni del vento e, poco dopo, comincia ad arrivare una gran messe di gente, quasi tutti maschi, che assieme si accucciano per terra mentre ripetono i loro versi.
  Io potevo entrarvi tranquillamente, del resto non ci sono neanche porte.
  Dopo l'eccitazione della scoperta e del ricordo, venni sopraffatto dalla stanchezza sicché, esausto, caddi in un sonno profondo e ristoratore.
  Mi risvegliò il calore di un raggio di sole che venne a posarsi giusto sulla mia testa e mi resi conto che la notte era passata senza che me ne fossi accorto.
  Era tanto tempo che non riuscivo a dormire così sereno, per cui mi misi in piedi di buon umore e con una gran fame.
  Percorsi al contrario la stradella, che adesso era animata solo da persone che mettevano il cibo sui grandi banconi, per far ritorno in quello spiazzo dove la sera prima avevo visto tanta gente.
  Mi fermai davanti ad un tizio che stava mettendo in fila sul banco, uno accanto all'altro, una serie di pesci che aveva cura di piegare a semicerchio, e rimasi affascinato a guardarlo per qualche istante.
  Anche lui si accorse di me, smise di lavorare, cominciò a ridere e mi disse qualcosa che io non capii.
  Reclinando il capo sul mio lato destro, gli feci un vago cenno d'intesa e rimasi immobile.
  Mi regalò un bel pesce ed io lo ringraziai, a modo mio, prima di andarlo a mangiare in un angolo appartato.
  Adesso, con la luce del giorno che cominciava a farsi sempre più intensa, potevo ammirare per bene la piazza che ieri sera avevo solo intravisto.
  Andai a dissetarmi alla fontanella in pietra scura che sta proprio al centro (il pesce era un po salato per i miei gusti), e decisi che era giunto il tempo di fare un giro esplorativo.
  Tutto intorno cominciavano a tirare giù delle lunghe tende a strisce colorate tutte diverse fra di loro, forse per nascondere ai raggi del sole le loro merci, che venivano tese dalle mura e fissate a lunghi tiranti, come si fa per le vele.
  Poco dopo, come per magia, si illuminavano delle grosse palle di luce appese a dei fili che si perdevano in quei tetti di stoffa colorati e facevano in modo che tutto quello che stava sul banco fosse luccicante.
  Poi un odore, intenso e sublime, proveniente da chissà dove, poi un altro, ancora più forte e poi ancora un altro, diverso dagli altri.
  Confesso che, sebbene io abbia un olfatto sopraffino, mi trovai in seria difficoltà nello scegliere di seguire quello che più mi attirava.
  Poco a poco la piazza iniziò a popolarsi sempre di più: quelli che avevano preparato i banconi ponendovi sopra le merci cominciarono, uno dopo l'altro, ad urlare e non si fermavano neanche se qualcuno si avvicinava al loro banco, anzi, per un attimo urlavano ancora più forte e poi cominciavano quasi a litigare.
  Spesso si trattava di femmine ben in carne che agitandosi facevano dondolare i prosperosi seni ed i fianchi, ma alla fine ognuno prendeva il suo ed andava via con aria soddisfatta.
  Poi, quando i raggi del sole si fecero tanto prepotenti che sembrava quasi riuscissero a bucare i tetti di stoffa, quelli che urlavano iniziarono a bagnare le loro merci con generosi schizzi d'acqua fresca.
  Adesso era diventata una bolgia.
  La gente era tanta che a fatica si riusciva a farsi strada: il frastuono delle voci, gli odori sempre più intensi e differenti, le luci quasi accecanti dei raggi solari riflessi dal piano della piazza tanto bagnato da sembrare uno specchio, si fondevano in un insieme inebriante.
  Provai l'istinto di fuggire via, ma era come se una forza ancora più intensa mi obbligasse a rimanere.
  Ero così frastornato che dovetti fare pena ad uno che stava dietro un banco, il quale cominciò a chiamarmi: “Alì, Alì...”, e mi fece cenno di avvicinarmi.
  Mi offrì una ciotola d'acqua fresca, che ingurgitai sino all'ultima goccia.
  Un altro mi portò un pezzo di pane, ma non mi sentii di accettare.
  “Che strano,” pensai, “qui litigano fra di loro per il cibo, ma appena si accorgono che qualcuno ha bisogno gli offrono da mangiare e da bere senza volere niente in cambio.”
  Li ringraziai entrambi, ancora una volta a modo mio, ed andai via.
  Feci ritorno al porto: la nave era sempre la, gli uomini erano intenti a scaricare il carbone che mescolandosi al loro sudore li rendeva, se possibile, ancora più scuri.
  Faceva veramente caldo ed io, dopo tutte le emozioni che avevo provato, pensai bene di trovarmi un posticino al fresco per riposarmi.
  Quando il sole cominciò a calare, ritornai nella grande piazza: di nuovo il suono melodioso di quei rintocchi mi diede senso di gioia, di pace e serenità.
  Tornai in quell'angolino tranquillo vicino ai cavalli e alle carrozze per passarvi la notte e il mattino dopo fui risvegliato nuovamente dalla carezza di un raggio di sole.
  Da allora ho deciso: è questo il posto dove passare il resto della vita.
  Non ho un vero lavoro.
  Al mattino, mi metto da un lato della strada (grande e grosso come sono tutti si accorgono di me) e all'occorrenza faccio la voce grossa per fare in modo che le carrozze ed i tram si fermino per lasciare attraversare i bambini che si riuniscono dentro un grande edificio.
  Quando tutti sono entrati, ce n'è sempre qualcuno che arriva in ritardo, me ne ritorno alla piazza delle bancarelle.
  In poco tempo sono diventato amico di tutti e tutti mi salutano chiamandomi Alì (che non è il mio vero nome, ma che importa).
  Io li saluto festosamente ed ognuno vuole darmi qualcosa da mangiare, ma non posso accettare da tutti.
  Appena il sole è giunto a metà del suo cammino, ritorno dai piccoli che di nuovo devono attraversare la strada: adesso bisogna stare più attenti perché tutti scappano di qua e di la.
  Quando l'ultimo ha attraversato posso rilassarmi e tornare dai miei amici.
  Qualcuno mi ha anche invitato a stare a casa sua, ma io sono uno spirito libero e preferisco dormire per strada.
  Ho avuto qualche amore, niente di speciale in verità, ma della mia vita sono contento lo stesso: sono contento di aver deciso di trascorrerla proprio in questo posto, che chiamano “vucciria”, dove la gente vive in modo semplice e genuino, ti accetta fregandosene di chi sei, da dove vieni e di qual'è il tuo colore.
  Ah, forse ho dimenticato di dirvelo prima: io, Alì, sono un cane.



Ultima modifica di La penna del giorno il 8/10/2009, 19:21, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 01:09

PDG, ci sei.
In ritardo maledetto (il mio) ma ci sei.
A domani Smile

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Alessandra Grandi
Top
Top
Alessandra Grandi

Numero di messaggi : 743
Data d'iscrizione : 13.03.09

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 07:32

Buongiorno Pdg,

Ti posso dire che questa Vucciria la sento lontana lontana stamani.
C'è una cronaca di un'esistenza, di un viaggio, di un essere che, a prima vista parrebbe di un clandestino.
Molto dettagliato il viaggio ma abbozzato il mercato.
Riporta anche questo brano il dramma di quelli che se ne vengono via.
Scritto piuttosto bene. Apprezzato.
Torna in alto Andare in basso
http://ale11gra.spaces.live.com/
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 07:34

Buon giorno a tutti.
Adesso vado al lavoro. Risponderò a quanti di Voi avranno voglia di lasciare un commento a partire dalle 14,30 circa.
Buona lettura
Torna in alto Andare in basso
Rosalba Signorello
Top
Top
Rosalba Signorello

Numero di messaggi : 656
Data d'iscrizione : 17.03.09

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 09:23

Che strano! La stessa ispirazione, il cane come protagonista a sorpresa, nello stesso Round! Qui ne è sviluppata di più, rispetto al primo racconto comparso, la funzione - come dire - esistenziale: accettare la vita per come arriva, pur operando delle scelte e così trovare il proprio posto nel mondo. Per questo l'accento è spostato su un registro meno sensoriale e più sociale.La Vucciria ne esce più "lontana" come dice Salmace ma non lo vedo un handicap. Ci sono molti modi di raccontarla.
Il tono pacato sembra carico di saggezza, il finale è rappacificante.
Avrei solamente tagliato qualcosa di detto più volte (ma non chiedermi di illustrarti dove, PdG perché un editing porta via tempo...) per condensare di più il tessuto narrativo e favorire un'incisività maggiore.
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 10:01

Mondo cane!
Riecco far capolino (si dovrebbe dire in questo caso "musolino", ma quel nome evoca ben altri ricordi) un cane protagonista.
Qui, rispetto al precedente racconto, meno filosofo e più attaccato alle cose pratiche della vita, più allegro e ottimista, con qualche tocco di sicilianità direi, nonostante le oscure origini forse nordafricane...
Resta il mistero del perchè la Vucciria porti ben due autori (per ora, magari altri ci attendono, e perchè no, con qualche gatto che non deve mancare in quel luogo) a rendere un cane protagonista in prima persona delle loro storie.
A me questo racconto è piaciuto, lo trovo simpatico e dalla scrittura sciolta. Complimenti
P.S. Perfetta la colonna sonora, davvero nello spirito del brano Smile
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 14:30

Buon giorno a tutte e a tutti.
Scusate se arrivo a quest'ora, ma (ohimé) bisogna pur lavorare.
Adesso leggo i commenti e poi rispondo.
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 14:38

salmace ha scritto:
Buongiorno Pdg,

Ti posso dire che questa Vucciria la sento lontana lontana stamani.
C'è una cronaca di un'esistenza, di un viaggio, di un essere che, a prima vista parrebbe di un clandestino.
Molto dettagliato il viaggio ma abbozzato il mercato.
Riporta anche questo brano il dramma di quelli che se ne vengono via.
Scritto piuttosto bene. Apprezzato.

Ciao Salmace.
Più che sul mercato, ho preferito soffermarmi sulla vucciria intesa come particolare stato d'animo. D'altro canto il mercato enfatizzato da Renato Guttuso non esiste più da tanti anni. Anche per questo il racconto è spostato indietro nel tempo.
Grazie per l'apprezzamento
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 14:42

Rosalba Signorello ha scritto:
Che strano! La stessa ispirazione, il cane come protagonista a sorpresa, nello stesso Round! Qui ne è sviluppata di più, rispetto al primo racconto comparso, la funzione - come dire - esistenziale: accettare la vita per come arriva, pur operando delle scelte e così trovare il proprio posto nel mondo. Per questo l'accento è spostato su un registro meno sensoriale e più sociale.La Vucciria ne esce più "lontana" come dice Salmace ma non lo vedo un handicap. Ci sono molti modi di raccontarla.
Il tono pacato sembra carico di saggezza, il finale è rappacificante.
Avrei solamente tagliato qualcosa di detto più volte (ma non chiedermi di illustrarti dove, PdG perché un editing porta via tempo...) per condensare di più il tessuto narrativo e favorire un'incisività maggiore.

Ciao Rosalba.
Anche io quando ho letto il primo racconto del round con protagonista un cane sono rimasto stupito.
Credo di sapere a cosa ti riferisci quando parli di ripetizioni... è voluto.
Grazie per l'attenta lettura.
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 14:49

mariovaldo ha scritto:
Mondo cane!
Riecco far capolino (si dovrebbe dire in questo caso "musolino", ma quel nome evoca ben altri ricordi) un cane protagonista.
Qui, rispetto al precedente racconto, meno filosofo e più attaccato alle cose pratiche della vita, più allegro e ottimista, con qualche tocco di sicilianità direi, nonostante le oscure origini forse nordafricane...
Resta il mistero del perchè la Vucciria porti ben due autori (per ora, magari altri ci attendono, e perchè no, con qualche gatto che non deve mancare in quel luogo) a rendere un cane protagonista in prima persona delle loro storie.
A me questo racconto è piaciuto, lo trovo simpatico e dalla scrittura sciolta. Complimenti
P.S. Perfetta la colonna sonora, davvero nello spirito del brano Smile

Ciao Mariovaldo.
Grazie per gli apprezzamenti.
Per quanto riguarda il "tocco di sicilianità" da te supposto, posso darti un aiutino se ti svelo che sto tornando a casa proprio dalla vucciria?
Per quanto riguarda Alì hai proprio ragione: l'ho immaginato proprio nord africano.
Ancora grazie.
Torna in alto Andare in basso
Claudio Esposito
Top
Top
Claudio Esposito

Numero di messaggi : 246
Data d'iscrizione : 04.11.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 16:02

E brava Pidiggi! Questo "La scelta di Alì" mi è proprio piaciuto, davvero!
Si legge tutto d'un fiato (in questo caso la punteggiatura striminzita, con le virgole ridotte all'osso, non è un difetto, anzi: sottolinea efficacemente il ritmo veloce ed incalzante dello scritto).
A voler cercare il pelo nell'uovo, ci sono un paio di piccoli refusi e un accento in meno, bazzecole ininfluenti sullo spessore della storia, di alto livello stilistico-formale.
Quanto al contenuto, particolarmente efficace la descrizione del mercato, con le bancarelle variopinte, i venditori urlanti, gli odori e sapori, le popolane procaci e gli altri folcloristici personaggi della Vuccirìa, che pare di vedere come in un film dai vividi colori. Molto suggestiva anche la notazione, messa in bocca al protagonista, sull'analogia tra l'atmosfera del mercato e zone limitrofe, e l'ambiente di origine di Alì, tanto lontano eppure sorprendentemente simile (quasi metafora di una molto possibile integrazione fra culture diverse, checchè ne dicano in contrario i tanti, troppi xenofobi in auge nel nostro Paese...).
Che dire poi del colpo di scena finale che rivela la natura canina di Alì? Veramente gagliardo e originale!
Benissimo dunque: Penna del giorno promossa a pieni voti, compresa la lode ed il bacio accademico (quest'ultimo particolarmente gradito, se trattasi di PDG "femminuccia"! :-)
LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_biggrin LA SCELTA DI ALI' - TECNAL 35710 LA SCELTA DI ALI' - TECNAL 575356 CIAO!!!
Torna in alto Andare in basso
http://www.alidicarta.it  www.babyloncafe.eu
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 16:36

Caro Claudio, grazie infinite.
Hai assolutamente colto il senso "retorico" dello scritto: negli storici quartieri popolari di Palermo l'integrazione è un dato di fatto da un paio di millenni... Watson e Crick si sarebbero divertiti molto con i nostri cromosomi.
Non è inusuale ascoltare un bimbetto di otto, dieci anni, con grandi occhioni neri, bello e solare, con la pelle eburnea e liscia, che si esprime in puro dialetto palermitano "incarcato" (marcato).
Basta sapersi fare accettare e saper stare alle regole.
Grazie ancora per il tuo giudizio lusinghiero.
Devo purtroppo declinare il bacio per... manifesta incompatibilità sessuale (almeno sino ad ora!)
Ciao
Torna in alto Andare in basso
Margherita Bassi
Top
Top
Margherita Bassi

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 19.12.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 17:05

Ciao, PDG! Bau!!

Ma che bel racconto! Mi hai fatto viaggiare in questo bellissimo mercato facendomi sentire parte integrante di esso, grazie alla tua genuina curiosità che inserisci allo stile scorrevole e "alla giornata". Le descrizioni sono molto vivaci e caratteristiche, il tuo cagnolino è una giuda turistica che conduce attraverso queste viuzze, questi particolari, e ci mostra con i suoi occhi buoni ed ingenui la bellezza di questo posto caotico e affollato, ma pieno di gente generosa.

Ti correggo solo una parola, forse te l'hanno già corretta non ho guardato i commenti sopra. Tutto il racconto è alla prima persona singolare, ma ad un certo punto ti scappa un "udì".
Qui: "Quasi ero riuscito ad assopirmi quando, per la prima volta in vita mia, udì quel suono cupo e melodioso nello stesso tempo."

Comunque è stato un vero piacere leggerla, molto brava PDG!!!!

Very Happy
Torna in alto Andare in basso
http://volodelfalco.splinder.com/
Emma Bricola
Star
Star
Emma Bricola

Numero di messaggi : 1352
Data d'iscrizione : 27.01.09

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 17:12

Buongiorno pdg, arrivo adesso dal bosco dove ho trovato molti funghi... sono proprio contenta, in più il tuo scritto mi è piaciuto veramente quindi sono ancora più contenta.
Il bacio accademico se lo vuoi te lo schiocco io che sono femmina anche se non più di primo pelo(tanto per rimanere in tema col tuo racconto).
LA SCELTA DI ALI' - TECNAL 575356
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 17:17

IlVoloDelFalco ha scritto:
Ciao, PDG! Bau!!

Ma che bel racconto! Mi hai fatto viaggiare in questo bellissimo mercato facendomi sentire parte integrante di esso, grazie alla tua genuina curiosità che inserisci allo stile scorrevole e "alla giornata". Le descrizioni sono molto vivaci e caratteristiche, il tuo cagnolino è una giuda turistica che conduce attraverso queste viuzze, questi particolari, e ci mostra con i suoi occhi buoni ed ingenui la bellezza di questo posto caotico e affollato, ma pieno di gente generosa.

Ti correggo solo una parola, forse te l'hanno già corretta non ho guardato i commenti sopra. Tutto il racconto è alla prima persona singolare, ma ad un certo punto ti scappa un "udì".
Qui: "Quasi ero riuscito ad assopirmi quando, per la prima volta in vita mia, udì quel suono cupo e melodioso nello stesso tempo."

Comunque è stato un vero piacere leggerla, molto brava PDG!!!!

Very Happy
Ciao a te e mille grazie!
E' vero, è vero: mi è mancata una "i" (a volte gli occhiali non bastano...), già l'avevo notato.
Solo una precisazione: in realtà il "cagnolino" è un meticcio "grande e grosso" bello tosto, un lupo di mare...
Grazie ancora per il giudizio positivo.
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 17:26

Emma Bricola ha scritto:
Buongiorno pdg, arrivo adesso dal bosco dove ho trovato molti funghi... sono proprio contenta, in più il tuo scritto mi è piaciuto veramente quindi sono ancora più contenta.
Il bacio accademico se lo vuoi te lo schiocco io che sono femmina anche se non più di primo pelo(tanto per rimanere in tema col tuo racconto).
LA SCELTA DI ALI' - TECNAL 575356

Ciao Emma, anche a te grazie.
In questo caso il bacio l'accetto volentieri e lo ricambio di cuore (anch'io, del resto, sono abbastanza spelacchiato).
Sono contento che il brano ti sia piaciuto.
Come saprai, qui in Sicilia ha piovuto molto. A parte i drammatici fatti del messinese che ci hanno colpito e addolorato, nei nostri monti (Madonie) c'è una quantità impressionante di funghi. Se ti dico 78 Kg. di porcini raccolti in quattro ore, alcuni dei quali del peso di circa un chilo, che te ne pare?
Grazie ancora,
un caro saluto
Torna in alto Andare in basso
Emma Bricola
Star
Star
Emma Bricola

Numero di messaggi : 1352
Data d'iscrizione : 27.01.09

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 17:34

[quote="La penna del giorno"]
Emma Bricola ha scritto:
nei nostri monti (Madonie) c'è una quantità impressionante di funghi. Se ti dico 78 Kg. di porcini raccolti in quattro ore, alcuni dei quali del peso di circa un chilo, che te ne pare?

Me ne pare che prenoto un volo e arrivo!
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 17:36

[quote="Emma Bricola"]
La penna del giorno ha scritto:
Emma Bricola ha scritto:
nei nostri monti (Madonie) c'è una quantità impressionante di funghi. Se ti dico 78 Kg. di porcini raccolti in quattro ore, alcuni dei quali del peso di circa un chilo, che te ne pare?

Me ne pare che prenoto un volo e arrivo!

Sei la benvenuta!
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 18:01

Emma Bricola ha scritto:
Buongiorno pdg, arrivo adesso dal bosco dove ho trovato molti funghi...

Porcini pig ? ovoli king ? Mazze di tamburo bounce ? Amanite Muscarie What a Face ?
Torna in alto Andare in basso
Alain Colas
Top
Top
Alain Colas

Numero di messaggi : 70
Data d'iscrizione : 08.06.09

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 18:23

Da buon siciliano non posso sottrarmi al dovere-piacere di dire la mia, con un sintetico commento: complimenti!
Trovo curiosa la casualit� per cui, su quattro brani, ben due siano racconti di fedeli quattrozampe.
Se a ci� aggiungiamo i superiori commenti relativi ai funghi, credo che urga un intervento dell'Admin per rassicurare i lettori non iscritti al forum.
Qualcuno potrebbe pensare che siamo solo cani e porcini! LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_smile
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 18:36

Giorgio Gaber Max ha scritto:
Da buon siciliano non posso sottrarmi al dovere-piacere di dire la mia, con un sintetico commento: complimenti!
Trovo curiosa la casualit� per cui, su quattro brani, ben due siano racconti di fedeli quattrozampe.
Se a ci� aggiungiamo i superiori commenti relativi ai funghi, credo che urga un intervento dell'Admin per rassicurare i lettori non iscritti al forum.
Qualcuno potrebbe pensare che siamo solo cani e porcini! LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_smile

Carissimo, è vero: abbiamo divagato.
Sull'essere quattro cani non trovo nulla di male, quanto all'essere... porcini, beh, come si suol dire, chi è senza peccato...
Grazie per i complimenti, mi fa particolarmente piacere che sia piaciuto ad un conterraneo.
Torna in alto Andare in basso
Rosalba Signorello
Top
Top
Rosalba Signorello

Numero di messaggi : 656
Data d'iscrizione : 17.03.09

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 19:31

Pdg....ma come sei pacataaaaaaaaa!!!! bounce
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 19:34

Rosalba Signorello ha scritto:
Pdg....ma come sei pacataaaaaaaaa!!!! bounce

Merito (o colpa) dell'età!
Torna in alto Andare in basso
Rosalba Signorello
Top
Top
Rosalba Signorello

Numero di messaggi : 656
Data d'iscrizione : 17.03.09

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 20:00

Anch'io sono vecchia e sdentata ma non son certo pacata! Laughing
Ciao, scusami per le mie impertinenze e buona serata !
Torna in alto Andare in basso
Emma Bricola
Star
Star
Emma Bricola

Numero di messaggi : 1352
Data d'iscrizione : 27.01.09

LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime8/10/2009, 20:49

mariovaldo ha scritto:
Emma Bricola ha scritto:
Buongiorno pdg, arrivo adesso dal bosco dove ho trovato molti funghi...

Porcini pig ? ovoli king ? Mazze di tamburo bounce ? Amanite Muscarie What a Face ?
porcini a bizzeffe, ovolo uno enorme , mangiato stasera al forno con patate
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: LA SCELTA DI ALI' - TECNAL   LA SCELTA DI ALI' - TECNAL Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
LA SCELTA DI ALI' - TECNAL
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Le proposte di scrittura a tema :: Anno Domini 2009-
Vai verso: