RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime9/11/2009, 23:00

Mandarci reciprocamente a 'fan culo fece compiere al nostro rapporto, oramai troppo consumato e riposto senza speranza in una bara, quel piccolo, ma decisivo balzo in avanti, sufficiente a farlo scivolare nella fossa per il definitivo seppellimento.
Dopo tredici anni di convivenza può capitare, no?
L'ultimo periodo, poi, è stato un vero inferno: non solo ci detestavamo, ma ci infastidiva anche solo prenderci il disturbo di manifestarcelo.
Esaurite le risorse di sopportazione dei vari “Dobbiamo parlare”, “Non possiamo andare avanti di questo passo”, “Adesso mi sono proprio stufata”, finalmente abbiamo rotto in modo serio, brusco e, vivaddio, definitivo.
Mi sono trasferito in un residence di uno squallore che avrebbe fatto intristire persino Pierrot, ma si trova in posizione strategica rispetto la scuola dove insegno educazione musicale.
La stanza (stanza? Diciamo, piuttosto, il loculo) in cui vivo adesso è stato progettato probabilmente per uno dei tanti giapponesi o coreani che hanno i loro affari in città, non certo per un animale di un metro ottanta e passa come me.
Figurarsi che ho avuto persino difficoltà a trovare posto alla mia inseparabile Ibanez da concerto.
Per non parlare del bagno: fare la doccia mezzo lato per volta (per intero nel box non ci starei  neanche potendo levitare), è uno sport che consiglio vivamente al posto del banale free climbing.
Ma tant'è: per la riconquistata libertà sono disposto a pagare qualsiasi prezzo (in questo caso, mille e duecento euro, pulizie escluse).
La più felice di tutti della mia nuova situazione di scapolo è la mia mamma: avermi a pranzo e a cena quasi ogni giorno, ha risvegliato in lei quegli istinti di amorevole protezione da troppo tempo assopiti.
La prima settimana è trascorsa alla grande: tre sere al cinema, due al pub, e due spalmato sul letto davanti la tele (ovviamente, al residence, lo spazio per un divano... ).
La seconda, invece, colui che giocoforza condivide il letto con il sottoscritto, essendo saldamente ancorato nel bel mezzo della mia regione inguinale, cominciò a dare segni di... irrequietezza utilizzando tutti i mezzi possibili per attirare la mia attenzione.
E aveva pure ragione: fra liti, discussioni, baluginamenti e affini, effettivamente Giacomino stava in... panchina da troppo tempo.
Chissà poi perché noi, maschi latini, abbiamo l'abitudine di battezzare il nostro... coinquilino sempre con vezzeggiativi.
Mai ho sentito di qualcuno che chiamasse il suo, che ne so, Romualdo,  Vercingetorige oppure Emanuele Filiberto.
Era tempo di rientrare... in gioco, ma in che modo e, sopratutto, con chi?
Le amiche della mia ex?
Dio mio, piuttosto un trancia sigari!
E allora: chi?
Chi possiede, fra le tose che conosco, la meravigliosa dote di smaterializzarsi subito dopo?
Nessuna, purtroppo.
E allora via, a caccia, anzi, a pesca nel mare più grande del mondo: internet.
Mi recai al solito internet point di viale Monza, scelsi un terminale appartato e cliccai il primo sito di incontri propostomi da google.
Mi dovevo registrare.
In onore alla scuola che pagava il mio stipendio, come generalità diedi Manzoni Alessandro.
Per l'età mi feci uno sconto di dieci anni, successivamente arrotondati a quattordici per fare cifra tonda.
Alla voce sesso, non essendo contemplate le opzioni “ragguardevole” ne, tanto meno, “enorme”, mi limitai a spuntare la casella con la M.
Le uniche informazioni veritiere che mi riguardavano furono la città e la regione: mi sarebbe scocciato parecchio fare più di mille chilometri per entrare in contatto con una bella calabrese.
Limitai la mia ricerca a una persona dai caratteri comuni, tipo età fra 22 e 27, altezza da 1,75 ad 1,85, taglia da 42 a 44 e peso da 52 a 59 chili, residenza nord Italia: insomma, cercavo una ragazza tale e quale quella della porta accanto... la casa di George Clooney, ovviamente.
Fu allora che cominciai ad essere assalito da dubbi e incertezze: esisteva una ragazza così?
E, sopratutto, caso mai, me l'avrebbe data?
Mentre cominciavo ad innervosirmi, lo schermo mi sorprese mostrandomi ben tre opzioni che rispondevano ai criteri di ricerca, una delle quali addirittura on line.
Andai a guardare il suo profilo: Isabela, 25 anni, brasiliana di Puerto Alegre, 56 chili per 1,83, indossatrice, momentaneamente in Italia per la stagione delle sfilate.
Rimasi indeciso per più di quindici minuti se contattarla o meno, quindi facendo mente locale ai quattro euro l'ora che stavo pagando, le inviai un originalissimo “Ciao”.
Rispose.
Cominciammo a chattare e proseguimmo per un bel pezzo: sembrava spiritosa ed anche colta.
Alla fine osai chiederle il numero di cellulare e lei, di slancio, me lo mandò.
La salutai con la promessa di chiamarla la sera stessa, cosa che feci verso le nove e mezza, dal telefono della mia mamma...
Mi rispose, in perfetto italiano, una voce calda, un po roca e con quel meraviglioso accento portoghese.
Parlammo per una ventina di minuti e decidemmo di vederci la sera seguente, ai navigli, alle sette e trenta (in suo onore decisi di portarla in un locale che si chiama Puerto Alegre).
Dal grosso bacio sulla guancia che le diedi salutandola, la mia mamma intuì che la telefonata non era stata di lavoro come le avevo detto.
Tornai a casa già eccitato per l'incontro dell'indomani.
Ma, è realmente possibile che ciò accada veramente?
E così in fretta?
Avevo fatto bene a raccontarle un sacco di balle sulla mia età, sui miei interessi, sui miei hobbyes, insomma, su di me?
E sarei stato, eventualmente, in grado di reggere il gioco?
E se si fosse presentata all'appuntamento una nana di ottantacinque chili?
I sogni di quella notte furono un alternarsi di samba e bossa nova, solo che, fra un ballo e l'altro, in pratica non mi riuscì di chiudere occhio.
Chi, viceversa, non diede segno di vita fu lui, il mio coinquilino, sentendosi probabilmente già in ritiro preparatorio.
Feci le mie quattro ore di lezione mattutine del venerdì senza il solito buon umore, ed i ragazzi se ne accorsero, quindi approntai una scusa per saltare il pranzo dalla mamma e tornai al residence.
Alle tre decisi di appisolarmi per una mezz'oretta: mi risvegliai alle sei e mezza, madido.
Mi precipitai, si fa per dire, nella doccia e dopo aver cosparso tutte le zone strategiche con acqua di colonia, optai per un look sportivo: jeans, camicia bianca e giacca blu.
Il blu aiuta sempre gli uomini, quelli della mia età specialmente sotto forma di compressa.
Presi la metro sino a San Babila, quindi proseguii in bus fino ai navigli: arrivai sul luogo dell'appuntamento alle sette e mezza precise.
Presi posto, come convenuto, ad un tavolo alla destra dell'ingresso del locale, posai sul tavolo la copia de “L'alchimista” di Paulo Coelho che le avrebbe consentito di riconoscermi, ed ordinai un “margarita”.
Della mia ospite, ovviamente, nemmeno l'ombra.
Attesi quindici minuti: niente.
“Ben ti sta, pirla”, pensai. “Così impari a fidarti degli appuntamenti al buio”.
Mentre mi stavo biasimando, una voce suadente proveniente dalle mie spalle chiese: ”Sandro?”
Rimasi per un attimo indeciso se voltarmi o no e, mentalmente, già mi preparavo alla visione del cesso che si stava materializzando, non di meno, iniziai a roteare lentamente il capo.
Quasi mi soffocai per lo sforzo di ricacciare in gola l'”hip hip, urrah!” che avrei voluto urlare alla visione di quella gnocca da paura che, porgendomi la mano mi disse: “Piacere, Isabela“.
Scattammo simultaneamente in piedi, io ed il mio coinquilino, ognuno per i suoi motivi.
“E' più alta di me”, pensai mentre le stringevo la mano invitandola a prendere posto, una mano morbida, curatissima, con dita affusolate, interminabili ed unghie corte senza neppure un'ombra di smalto.
Il viso, poi, vera armonia di linee dolci pennellate su una pelle luminosa e abbronzata, occhi del più intenso dei colori dell'ambra, labbra giustamente carnose e sensuali, separate in un discreto sorriso da due fila di denti bianchissimi, non mostrava contaminazioni da trucco.
Anche se vestita in modo estremamente semplice, jeans di marca, top di cotone color panna, arricchito con preziose ma discrete applicazioni di corallo rosa ed una minuscola pochette di Louis Vuitton, si ritrovò addosso quasi tutti gli occhi dei presenti di sesso maschile.
Prese posto accanto a me ed ordinò uno Shirley Temple.
Mentre parlavamo, lei giocherellava con la ciliegina del suo cocktail facendola roteare maliziosamente dentro la bocca, ed io mi trovai in grossa difficoltà nel tenere a bada sia i miei pensieri sia, più tangibilmente, lo scalpitio impaziente del mio... compagno di viaggio.
Mi affascinava parlandomi di lei, del suo lavoro, mentre io cominciavo ad entrare nella più totale confusione e cento e cento dubbi iniziarono a circondarmi facendomi sentire come il generale Custer a Little big horn.
Perché io?
Perché lei?
Con le donne non avevo mai avuto problemi, questo si, ma adesso, a quarantaquattro anni, fuori dai giochi da una quindicina e, per di più, con una vera cover girl, me la sarei cavata?
Le mie certezze del passato, come candele al vento, iniziarono a vacillare.
Decisi di resettare il mio cervello: per stasera non si pensa, stasera si vive e basta.
Ordinammo la cena ed entrammo sempre più in confidenza.
Il ritmo della bossa nova ci coinvolse e, ad un certo punto, la presi per mano invitandola a ballare.
Facendoci largo fra gli avventori per raggiungere la pista, inavvertitamente la mia mano destra sondò il suo fondo schiena sodo, compatto e perfettamente fasciato dai jeans.
Il passaggio ad un lento ci permise di avvicinare i nostri corpi di quel tanto che consentì, a me di inebriarmi con il profumo dei suoi capelli ed apprezzare sul mio torace il turgore dei suoi seni, ed a lei di pinzettare dolcemente fra le labbra il lobo del mio orecchio sinistro.
Come conseguenza di tutto ciò, mi ritrovai in una di quelle situazioni che, se ti capitano in piscina, quando sei vestito del solo costumino da allenamento, non ti fanno passare certo inosservato.
Tornammo al tavolo, finimmo di cenare.
“Domani parto per Londra. Sarò di nuovo a Milano fra una settimana. Questa sera sono stata benissimo con te. Quando torno, chiamami: voglio rivederti”.
Ci salutammo con un lungo, caldo, sensuale bacio sulle labbra e, un attimo dopo, era svanita.
Mi incamminai per il naviglio pavese, senza meta, in compagnia delle fioche luci giallognole dei lampioni, di qualche stella svogliata, della luna, che sembrava rivolgermi un sorrisetto beffardo e dei miei pensieri, che erano adesso diventati dubbi, incertezze, speranze, sogni, incubi, desideri.
Era il possibile inizio di una nuova vita o la fine di quella vecchia?
Quando, in una storia, non sai se sei all'inizio o alla fine, vuol dire che non hai la minima idea di dove ti trovi e di quello che ti aspetta.
Tornai a casa che erano quasi le due.
Non mi riuscì di prendere sonno perché l'insistente rumore di un mio pensiero, di un mio dubbio, come il fastidioso gocciolare di un rubinetto, rimbalzava da una parete all'altra della mia scatola cranica: e se quello che avevo “tastato” nella tasca anteriore dei suoi jeans non fosse stato il cellulare?

P.S.: adesso, se il brano è stato di vostro gradimento, Vi consiglio di seguire il seguente link e di prestare attenzione alle immagini.



.
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime9/11/2009, 23:05

PDG, sei on line

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime9/11/2009, 23:21

Ok, grazie Daniela.
A domani
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime9/11/2009, 23:24

Wow, sei qua!
Ciao PDG, a domani, sì.
Io suonatissima oggi e il tuo dubbio lo lascio irrisolto fino a domani Molto felice

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 07:32

Buongiorno a todo el mundo, olè!
Dico subito che il racconto di oggi mi è piaciuto davvero molto, per la fluidità di scrittura, l'ironia che lo percorre e il coinvolgimento che riesce a creare nel lettore, almeno maschio. Le signore diranno la loro.
La Penna è di quelle buone assai, e le faccio tutti i complimenti che si merita.
Quanto al resto, vediamo:
- è vero, i maschietti hanno il vezzo di battezzare il coinquilino con dei vezzeggiativi, il mio lo chiamo ormai "il dormiglione".
- non è vero che il blu aiuta sempre i maschietti: c'è pure il giallo e il bianco.
- non ti ricordi che il minuscolo cellulare l'aveva messo nella minuscola pochette? Quindi la cosa non minuscola che hai tastato... Shocked
Torna in alto Andare in basso
Emma Bricola
Star
Star
Emma Bricola

Numero di messaggi : 1351
Data d'iscrizione : 27.01.09

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 08:25

Buongiorno pdg...lo sapevo , lo sospettavo , me l'immaginavo IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 36612
che non era il cellulare
molto divertente e scritto bene, credo di aver capito anche chi sei pdg, oramai vi conosco , conosco gli stili di scrittura IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 556327
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 08:36

Buon giorno a tutti.
Caffè, cappuccino o grappino?
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 08:44

mariovaldo ha scritto:
Buongiorno a todo el mundo, olè!
Dico subito che il racconto di oggi mi è piaciuto davvero molto, per la fluidità di scrittura, l'ironia che lo percorre e il coinvolgimento che riesce a creare nel lettore, almeno maschio. Le signore diranno la loro.
La Penna è di quelle buone assai, e le faccio tutti i complimenti che si merita.
Quanto al resto, vediamo:
- è vero, i maschietti hanno il vezzo di battezzare il coinquilino con dei vezzeggiativi, il mio lo chiamo ormai "il dormiglione".
- non è vero che il blu aiuta sempre i maschietti: c'è pure il giallo e il bianco.
- non ti ricordi che il minuscolo cellulare l'aveva messo nella minuscola pochette? Quindi la cosa non minuscola che hai tastato... Shocked

Carissimo Mario, compagno di... dormite.
Credo, ohi noi, che il bianco, il giallo, il blu e tutti i colori dell'arcobaleno suscitino solo ricordi vaghi e confusi!
Grazie infinite per il tuo delizioso commento.
IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 899765
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 08:49

Emma Bricola ha scritto:
Buongiorno pdg...lo sapevo , lo sospettavo , me l'immaginavo IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 36612
che non era il cellulare
molto divertente e scritto bene, credo di aver capito anche chi sei pdg, oramai vi conosco , conosco gli stili di scrittura IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 556327

Ma buon giorno anche a lei, sciura Emma.
Contentissimo che ti sia piaciuto.
Quanto ad aver intuito chi sono... ecco, questo è un altro bel dubbio!
IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 556327 IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 887831
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 09:13

Buongiorno PDG e buongiorno a tutti.
C'è una cosa che mi piace molto di questo tuo dubbio: non dà risposta a quale sarà il comportamento del nostro protagonista nell'eventualità che.
Inizi con raccontarci di come ci si approccia, in un momento un po' di sfanculamento, ad incontri al buio, allo stupore che il pezzo di gnocca che hai davanti è lì davvero per te, e il Giacomino mica è mal disposto.
Coivolgimento, in toto, in ogni senso.
La risposta? A una settimana, al rientro di Isabela da Londra.
Chissà perché voglio sperare che il dubbio che non lo lascia dormire non sia tanto quello sul cellulare in tasca, ma il chiedersi se il Giacomino se ne starà buono, coi suoi dubbi, in attesa di verificare.
Un pezzo di gnocca come Isabela, mica si incontrano tutti i giorni, no?
Pagina scorrevolissima, sicuramente ispirata dalle vicende che hanno riempito rotocalchi e telegiornali in questi ultimi tempi, alla quale va i miei complimenti per una penna D.O.C.
Una cosa: Giacomino?!?!?!?
Come mai noi fanciulle non siamo vezze a chiamarla in alcun modo?!?!?!?

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 09:14

Piaciuto molto Smile

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 09:15

La penna del giorno ha scritto:
Emma Bricola ha scritto:
Buongiorno pdg...lo sapevo , lo sospettavo , me l'immaginavo IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 36612
che non era il cellulare
molto divertente e scritto bene, credo di aver capito anche chi sei pdg, oramai vi conosco , conosco gli stili di scrittura IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 556327

Ma buon giorno anche a lei, sciura Emma.
Contentissimo che ti sia piaciuto.
Quanto ad aver intuito chi sono... ecco, questo è un altro bel dubbio!
IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 556327 IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 887831

In effetti ho anche io il mio dubbio che questa penna sia stata riconosciuta...
Sorrido Smile Smile Smile Smile Smile

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 09:19

Per ora vi saluto, ripasso più tardi...
Ciao, PDG, ciao Giacomino dubbiosi Molto felice

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 09:21

Molto felice Molto felice Molto felice Molto felice Molto felice
Torna in alto Andare in basso
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1496
Data d'iscrizione : 21.09.09

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 09:28

Come mai noi fanciulle non siamo vezze a chiamarla in alcun modo?!?!?!?





Ma come...la Jolanda non docet?
Torna in alto Andare in basso
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1496
Data d'iscrizione : 21.09.09

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 09:30

Caro Pdg, io quando dico che tra una settimana ritorno e ti voglio rivedere sono sincera. Prima devo vedere Piero, ma poi sarò a tua completa disposizione. A proposito, quello che ho sentito nella tua tasca posteriore era davvero un portafoglio ben fornito? geek


Ultima modifica di divagazioni laterali il 10/11/2009, 11:58, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 09:49

divagazioni laterali ha scritto:
Caro Pdg, io quando dico che tra una settimana ritorno e ti voglio rivedere sono sincera. Prima devo vedere Piero, ma poi sarò a tua completa disposizione. A proposito, quello che ho sentito nella tua tasca posteriore era davvero un portafoglio ben fornito?

Purtroppo (per me) si trattava di un rotolo di bollette da pagare.
Grazie della visita
IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 556327
Torna in alto Andare in basso
Oroserio Sergio
Top
Top
Oroserio Sergio

Numero di messaggi : 316
Data d'iscrizione : 12.09.09

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 10:12

Buon giorno PDG.

Lettura scorrevole e simpatica. Qui il dubbio c'è e a me fa sorridere sino ad un certo punto; io sai prendo molto seriamente "la cosa".

Complimenti.
Torna in alto Andare in basso
http://oroseriosergio.myblog.it/
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 10:26

Daniela Micheli ha scritto:
Buongiorno PDG e buongiorno a tutti.
C'è una cosa che mi piace molto di questo tuo dubbio: non dà risposta a quale sarà il comportamento del nostro protagonista nell'eventualità che.

La risposta? A una settimana, al rientro di Isabela da Londra.

Una delle massime di Cartesio recita "Il dubbio è l'inizio della conoscenza".
In questo caso, mi sento di rispondere: "La salvezza sta nell'ignoranza".
IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 556327
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 10:29

Oroserio Sergio ha scritto:
Buon giorno PDG.

Lettura scorrevole e simpatica. Qui il dubbio c'è e a me fa sorridere sino ad un certo punto; io sai prendo molto seriamente "la cosa".

Complimenti.

Grazie, Sergio.
Anch'io sono solito affrontare con il dovuto rispetto tutti gli argomenti.
In questo caso ho preferito la formula del "castigat ridendo mores".
Un saluto anche a te.
IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 899765
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 10:45

Adesso lascio per un po'.
A dopo.
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 12:35

Arieccomi.
Torna in alto Andare in basso
Marco Naldi
Top
Top
Marco Naldi

Numero di messaggi : 369
Data d'iscrizione : 06.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 12:43

Ciao Pdg, buongiorno a tutti...
Il racconto mi è piaciuto molto, come il dubbio che insinui anche a chi ti legge, e che magari vorrebbe avere una risposta. Come è andata a finire?
Se non fossi stato a MIlano, ma a Roma, magari in via Gradoli, di dubbi ce ne sarebbero stati pochi...
Shocked

Il dubbio è anche racchiuso nella differenza tra la vita precedente, quella classica da sposato (anche se non felicemente) e quella da scapolo tutta vita e libertà, bella sì, ma con un prezzo da pagare, ma alla fine, si sa, si sente, si evince, la libertà non ha prezzo....

Un ultima cosa, non credi che Giacomino sia un nome troppo... dimesso? Chiamalo Giacomo, dai, anche per incoraggiarlo...

Laughing

Il brano di Tom Jobim è stupendo.


Ps.: Amo il suono delle Ibanez, che in certi casi supera quello delle Gibson, ma forse parli di una classica?
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 13:12

MarcoEBasta ha scritto:
Ciao Pdg, buongiorno a tutti...
Il racconto mi è piaciuto molto, come il dubbio che insinui anche a chi ti legge, e che magari vorrebbe avere una risposta. Come è andata a finire?

Laughing

Il brano di Tom Jobim è stupendo.


Ps.: Amo il suono delle Ibanez, che in certi casi supera quello delle Gibson, ma forse parli di una classica?

Carissimo Marco,
intanto grazie del commento.
La Ibanez, ovviamente, è acustica.
Se ti piace "wave", ti consiglio di ascoltare la versione cantata da Elis Regina (mitica!) accompagnata da Toots Thielemans.
In quanto all'epilogo...
IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL 899765
Torna in alto Andare in basso
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1496
Data d'iscrizione : 21.09.09

IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime10/11/2009, 13:54

ho seguito il video con attenzione, molto ben scelto. Una storia scritta, una storia ascoltata, una storia immaginata ed il suono struggente per legare tutti insieme I love you
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Empty
MessaggioTitolo: Re: IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL   IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
IL DUBBIO IN TASCA - TECNAL
Torna in alto 
Pagina 1 di 3Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Le proposte di scrittura a tema :: Anno Domini 2009-
Vai verso: