RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 Mary R.

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Susanna Costa
Top
Top
Susanna Costa

Numero di messaggi : 366
Data d'iscrizione : 27.03.09

Mary R. Empty
MessaggioTitolo: Mary R.   Mary R. Icon_minitime29/11/2009, 19:21

Io vivo nella sua ombra. So che è quasi impossibile credermi.
Giorno dopo giorno vivo dei suoi sguardi.
Ho imparato ad amarlo così, riducendo la mia anima al niente, passando le notti a spiarlo dai vetri polverosi del suo studio.
Lo amo così.
Nell'incertezza compiuta del suo voler essere quel che non è.
Lo accarezzo con gli occhi dell'amore, lasciando ogni volta una parte di me tra le sue mani, incapaci di farmi del male, anche quando la sua anima nera ritorna a gridare.
Dal giorno in cui entrai in questo posto, io sentii che non sarei stata mai più la Mary di sempre.
Avevo un uomo a cui ho detto addio.
Perché non venisse a turbare i silenzi che presto, hanno preso il suo posto nel mio cuore.
Rubo i sorrisi alla luna ed ho imparato a camminare di notte nel buio totale.
Raccolgo i vestiti di un uomo piegato dalla curiosità del sapere, li conservo con massima cura, pronta ad essere là, al mattino, per rendergli quel che è suo, dopo i dannati, sfocati risvegli.
Mi faccio memoria per lui, raccontando reazioni, parole, emozioni che lui non può ricordare e neppure sapere.
Ho annientato i miei giorni opprimendo le ore con l'ansia di arrivare alla notte.
Adoro baciare le sue carni stanche che oltre il tramonto han patito, lottato.
E soffro ogni volta che indossa il vestito dell'altro e fugge cercando realtà inesistenti.
Ma resto qui ad aspettarlo, seduta in silenzio, sprofondando tra piume e velluti di una stanza senza lui troppo grande.
Io aspetto di vederlo tornare.
Perché io lo so poi, tra le mie braccia troverà la pace.
Attimo dopo attimo.
Difficile essere l'assistente di un uomo così.
Passo notti insonni. E vago di giorno da un bordello all'altro.
Non chiedo mai perché. Ma porto soldi ad una tenutaria o all'altra.
Ci sono anche sere da ricordare, però.
Come quella in cui lui, seduto davanti al camino, mi invitò a restargli accanto.
Mi domandò se credevo nel Bene e nel Male.
Se credevo possibile che in ogni uomo albergassero sentimenti distinti in grado di mutare la sua essenza al punto tale da farlo diventare un altro.
Ricordo la stanza illuminata del solo chiarore delle fiamme e, il calore delle sue gambe, sulle quali mi ero appoggiata, ascoltandolo.
Io seduta ai suoi piedi, così, con la testa sulle sue ginocchia, il corpo teneramente vicino al suo, parlavo senza vergogna.
Gli dissi che non mi stupiva pensare che un uomo potesse avere anche altre identità.
"Sei sicura Mary? Questo non ti stupisce? Perché?"
Forse non credeva che una serva come me potesse fare tali riflessioni.
Gli raccontai allora di un incubo ricorrente nelle mie notti.

E nel sogno ero una bambina intenta a giocare al sicuro nella sua casa.
Ma la casa diventava all'improvviso una ragnatela enorme che mi tratteneva.
Provavo ad urlare, ma non ci riuscivo. Chiamavo mio padre in aiuto. Ma, quando finalmente sentivo i suoi passi e pensavo già alla libertà da quei lacci, al posto di mio padre, vedevo avvicinarsi un ragno nero. Era enorme, peloso, affamato e aveva i passi del genitore, la voce del genitore.


Mi svegliavo sudata a quel punto, confusa, impaurita.
Col tempo capii. L'età mi aiutò a capire.
Ecco perché non mi stupivo di come un uomo potesse essere due persone contemporaneamente.
Avevo visto mio padre. E avevo visto il grande ragno nero.
Quel che doveva essere bene era in realtà male.
Lui mi accarezzò con mano leggera.
Mi strinse la testa sulle ginocchia. E lasciò un bacio sui miei capelli.
"Vai, Mary. Puoi ritirarti."
Mi alzai e, arrivata sulla soglia della porta dello studio, mi girai, appoggiandomi allo stipite e chiesi: "Uscite, padrone, stanotte?"
"No Mary, stanotte no, credo resterò in casa".
Gli sorrisi.

“Lui, lui mi ha detto che Voi siete malato. Che tipo di malattia, dottore?”
“Una malattia per cui la mia anima si spacca in due e questo mi porta a desiderare solo un rimedio che mi faccia cadere nell’oblio totale”
Torna in alto Andare in basso
Giampiero Pieri
Star
Star
Giampiero Pieri

Numero di messaggi : 2332
Data d'iscrizione : 20.01.08

Mary R. Empty
MessaggioTitolo: Re: Mary R.   Mary R. Icon_minitime29/11/2009, 22:39

Che bello Sue,
un viaggio nell'animo che mette a nudo tante cose, pur se celato dalla storia principale.
Molto bello, e scritto benissimo.
Torna in alto Andare in basso
Susanna Costa
Top
Top
Susanna Costa

Numero di messaggi : 366
Data d'iscrizione : 27.03.09

Mary R. Empty
MessaggioTitolo: Re: Mary R.   Mary R. Icon_minitime30/11/2009, 10:56

Grazie GeF... Il film (che mi piace molto) è stata una buona fonte di ispirazione. Il resto lo ha fatto la fantasia. Forse. :-)
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

Mary R. Empty
MessaggioTitolo: Re: Mary R.   Mary R. Icon_minitime1/12/2009, 22:33

sarà perchè non conosco il film la fonte che ti ha ispirata. sarà per questo o per qualcosa d'altro eppure questo, come chiamarlo? lembo? margine di una storia raccontata altrove? profumo? magari in così dense e rarefatte parole cè in nuce un intero romanzo che a scriverlo, sarebbe esattamente come questo sguardo, su che? e allora come in sogno, ti leggo
Torna in alto Andare in basso
Susanna Costa
Top
Top
Susanna Costa

Numero di messaggi : 366
Data d'iscrizione : 27.03.09

Mary R. Empty
MessaggioTitolo: Re: Mary R.   Mary R. Icon_minitime2/12/2009, 00:56

DIGITAMAN ha scritto:
sarà perchè non conosco il film la fonte che ti ha ispirata. sarà per questo o per qualcosa d'altro eppure questo, come chiamarlo? lembo? margine di una storia raccontata altrove? profumo? magari in così dense e rarefatte parole cè in nuce un intero romanzo che a scriverlo, sarebbe esattamente come questo sguardo, su che? e allora come in sogno, ti leggo


Nel buio Digitaman accade che la mente si accenda. E le condizioni, i contorni, gli uomini e le cose prendano forme che mai avremmo immaginato. Grazie del passaggio.
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14694
Data d'iscrizione : 04.01.08

Mary R. Empty
MessaggioTitolo: Re: Mary R.   Mary R. Icon_minitime7/12/2009, 23:55

Mary Reilly, il dottor Jekyll...
quando tu scrivi, non c'è ombra di dubbio: tu scrivi!
Bellissima pagina, Sue.

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Oroserio Sergio
Top
Top
Oroserio Sergio

Numero di messaggi : 316
Data d'iscrizione : 12.09.09

Mary R. Empty
MessaggioTitolo: Re: Mary R.   Mary R. Icon_minitime8/12/2009, 00:10

Delicatamente vibrante. Squisita fattura alchemica di parole sapientemente postate che s'affacciano su malinconie appena percepite.
Immagini senza tempo che sanno rapire il lettore.
Sergio
Torna in alto Andare in basso
http://oroseriosergio.myblog.it/
Paola Bianchi
Top
Top
Paola Bianchi

Numero di messaggi : 116
Data d'iscrizione : 03.02.08

Mary R. Empty
MessaggioTitolo: Re: Mary R.   Mary R. Icon_minitime8/12/2009, 07:51

Qualcuno altrove ti ha definita " conoscitrice del sentimento che fa soffrire e vivere contemporaneamente". Concordo e faccio mio il pensiero.
Torna in alto Andare in basso
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1499
Data d'iscrizione : 21.09.09

Mary R. Empty
MessaggioTitolo: Re: Mary R.   Mary R. Icon_minitime8/12/2009, 08:31

parole che scivolano tra l'ombra e la luce, esattamente come la nostra personalità, mai completamente di un solo colore. D.
Torna in alto Andare in basso
Nuccio Pepe
Top
Top
Nuccio Pepe

Numero di messaggi : 1010
Data d'iscrizione : 13.12.08

Mary R. Empty
MessaggioTitolo: Re: Mary R.   Mary R. Icon_minitime8/12/2009, 17:41

Non è un brano, è una poesia.
Una poesia di animo e di viscere.

Sue, mi hai emozionato.
Bravissima.
Torna in alto Andare in basso
http://www.nucciopepe.wordpress.com
Susanna Costa
Top
Top
Susanna Costa

Numero di messaggi : 366
Data d'iscrizione : 27.03.09

Mary R. Empty
MessaggioTitolo: Re: Mary R.   Mary R. Icon_minitime8/12/2009, 23:20

Paola Bianchi ha scritto:
Qualcuno altrove ti ha definita " conoscitrice del sentimento che fa soffrire e vivere contemporaneamente". Concordo e faccio mio il pensiero.


Grazie.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Mary R. Empty
MessaggioTitolo: Re: Mary R.   Mary R. Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
Mary R.
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Prosa-
Vai verso: