RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 FEBBRE

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

FEBBRE Empty
MessaggioTitolo: FEBBRE   FEBBRE Icon_minitime26/12/2009, 15:03

Mentre si parla del peso della letteratura rovina uno scaffale.
Come un filo sottile da dietro le quinte, la paura diventa gioco,
coazione a perdere ogni indecisione dinnanzi alla gente.
Così riscrivono la storia, quelli che l’hanno letta.
Mentre lo scrittore finge di leggersi: “Io scrivo col corpo”
dice di spalle l’intellettuale di turno, facendo credere
a chi tiene alle sue pagine, che intingere il cazzo
nella melma dei giorni, equivalga, con la stessa innocente spavalderia,
a scrivere in punta di penna.
Cos’è un libro? Si chiede una bibliotecaria col piumino.
Quale inesistenza qui, si vuole affermare.

Sottolineo con la matita; grafite e argilla, pensate per essere impugnate;
sottile elegante inanimata materia. Fermo le pagine col sasso
venuto dai tempi primordiali e tutto sembra fermo. La nascita della tragedia
è sempre lì e solo lo splendore non me la fa vedere. E i Greci, dimmi,
ci hanno mai bagnato veramente? O siamo solo gli apostoli di una fede,
nel cuore della tirannia degli istinti, a parlare di amore e dannazione?
Non si vedono che parole, idee… qui
Eppure i brividi sono i tentacoli della paura, quando mi scoprii nudo
su di una tavola operatoria, appena rivestito da un pigiama di carta
dal nome dello stesso insapore della medicina che mi aveva anestetizzato.
I libri sono appena più grandi delle mie pasticche.
E non posso divorarli come dico io. Mi lasciano vivere.
E gli effetti collaterali non sono che parole scritte nei foglietti delle istruzioni.

Ma dimmi, cosa toccano le tue mani e come senti questa città,
sputtanata dal colore della festa. Di sicuro tu non vedrai le luci.
Saranno per te collane, ricordi appesi al collo, della vecchia
col vestito rosso e poi verrà una lacrima asciugata dal gelo nel
mattino di primo anno. Ci donerà nuova speranza per tutte quelle
lettere morte e nuove parole risorgeranno, sulla bocca degli
ignoranti. Mentre continueremo a immaginarci il ruolo dello
scrittore inclaustrato nella sua cella. Risorto. Come se non fosse mai nato.
I suoi occhi scriveranno di fantastici panorami. Chi lo libererà?
Quali lacrime gli sorrideranno.
Torna in alto Andare in basso
Oroserio Sergio
Top
Top
Oroserio Sergio

Numero di messaggi : 316
Data d'iscrizione : 12.09.09

FEBBRE Empty
MessaggioTitolo: Re: FEBBRE   FEBBRE Icon_minitime27/12/2009, 00:15

Risorto. Come non fosse mai nato. I suoi occhi scriveranno...

Quali lacrime gli sorrideranno


Per poco non mi sfuggiva questa tua, per fortuna cercavo...

è notte, fonda, almeno ho chiuso in bellezza.

A presto
Torna in alto Andare in basso
http://oroseriosergio.myblog.it/
 
FEBBRE
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Prosa-
Vai verso: