RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 Lo smemorato (parte 1/2)

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Edward Sunflower
Top
Top
Edward Sunflower

Numero di messaggi : 70
Data d'iscrizione : 05.01.08

Lo smemorato (parte 1/2) Empty
MessaggioTitolo: Lo smemorato (parte 1/2)   Lo smemorato (parte 1/2) Icon_minitime1/2/2010, 13:45

Questo racconto era stato scritto per il round in rosso, primo round del 2010. Se nonchè mi sono reso conto dopo averli terminato che il racconto doveva essere a sfondo erotico ed io avevo scritto tutt'altro. Lo pubblico quindi qui ora che il round è finito.



Lo smemorato (parte 1/2) 4d46d01a331cc32b2b3b49258a4e694d_small

“La nostra è un'epoca essenzialmente tragica, perciò ci rifiutiamo di viverla tragicamente” all'improvviso questo pensiero entro' nella sua mente che, da qualche minuto, era come una pagina bianca. Il vuoto assoluto, nessun ricordo, nessun pensiero, nessuna emozione, nessuna sensazione percorrevano la sua memoria. All'improvviso si era ritrovato nel mezzo di un vicolo buio, che sembrava sfociare in lontananza su una strada piena di luce e di rumori, ma, sul come vi era arrivato e soprattutto sui motivi che lo avevano portato in quel posto, non riusciva a ricordare niente. A dire il vero non ricordava nemmeno il proprio nome, la sua professione, il luogo dove era nato, in che città si trovava in quel momento e che cosa stava facendo. Era come se avesse improvvisamente fra le mani un recipiente completamente vuoto da riempire, ma quel recipiente altro non era che lui stesso: un perfetto sconosciuto, come avrebbe potuto essere qualunque altra persona che avesse visto passare sullo sfondo del vicolo in quella che doveva essere una strada principale. Un senso di sgomento e di paura lo stava assalendo subito dopo pochi attimi aver realizzato di non ricordare assolutamente niente.

Si guardò intorno in quel vicolo poco illuminato e vide la propria immagine riflessa sulla vetrata di una porta. Era ben vestito: jeans, giubbotto nero, maglietta girocollo, scarpe da tennis. Capelli molto corti, carnagione chiara, occhi azzurri, età intorno ai 40 anni, fisico abbastanza asciutto. Purtroppo era come vedere l'immagine di un perfetto sconosciuto, niente era familiare in ciò che stava osservando nei minimi dettagli. Iniziò allora a frugarsi nelle tasche dei pantaloni e del giubbotto alla ricerca di qualche indizio o di qualche documento che lo aiutasse a ricordare. Tasca dopo tasca non trovò assolutamente niente fino a quando non introdusse la mano in un ultimo taschino del giubbotto che indossava. Il taschino era molto piccolo e non adatto a contenere documenti, fotografie o qualche altro generico documento, e quindi iniziò l'esplorazione senza il minimo entusiasmo. Frugando con l'indice ed il medio riuscì a sentire un piccolo oggetto che si era incastrato nel fondo del minuscolo nascondiglio. Gli furono necessari qualche decina di secondi prima di riuscire a prendere quell'oggetto con due dita e finalmente tirarlo fuori dal quel taschino. Era un piccolo oggetto di plastica bianca a forma di parallelepipedo lungo circa 3 cm, largo meno di 1 cm, alto sui 3-4 m. Su una estremità si trovava un piccolo cappuccio che, una volta aperto, lasciava scoperta una lamina di metallo con due forellini quadrati sopra. Su una delle due facce più larghe c'era una scritta “DataTraveler” 128GB. Niente altro. Non aveva la minima idea di che cosa fosse quell'oggetto e soprattutto quale potesse essere il suo utilizzo. Tornò a farsi vivo lo sgomento accompagnato da quella ermetica frase “La nostra è un'epoca essenzialmente tragica, perciò ci rifiutiamo di viverla tragicamente” che lo fece reagire da quel torpore in cui stava cadendo. Era arrivato il momento di muoversi. Dopo aver dato un rapido sguardo allo squallido vicolo, decise di dirigersi verso la strada illuminata che sembrava percorsa da una certa confusione, quella tipica del sabato sera.

Con passo incerto e titubante percorse tutto il vicolo per immettersi nella strada principale. Fu come entrare in un altro mondo. Il marciapiede brulicava di vita ed era illuminato quasi a giorno dalle insegne e dalle vetrine di negozi di vario genere, davanti ai quali gruppi di persone si soffermavano di tanto in tanto ad osservare con interesse la merce esposta. La strada era occupata da un serpente di auto in coda i cui fari contribuivano a rendere l'illuminazione ancora più forte. Le luci facevano da contorno al vocio della gente che passeggiava, al suono dei clacson della auto e di una musica di sottofondo che si diffondeva per tutta la strada. Dopo un rapido sguardo alla sua destra ed alla sua sinistra, iniziò a camminare. La sua attenzione si divideva fra osservare le persone che incrociava e guardare le vetrine dove merce di ogni tipo era disposta in maniera invitante e accattivante. Percorse una decina di metri e fu attratto da un piccolo particolare che aveva notato in un oggetto esposto in una di quelle vetrine. L'oggetto era una specie di scatola nera verticale sulla quale lampeggiavano delle lucette, alla scatola erano collegati un video sul quale scorrevano delle immagini ed una tastiera con lettere e numeri. Il particolare, però, che aveva attirato la sua attenzione era una serie di quattro fessure poste quasi al centro della scatola nera. Si soffermò ad osservare quella scatola, prese dalla tasca l'oggetto misterioso, tolse il cappuccio per scoprire la piccola lamina e, guardando alternativamente la lamina e le fessure sulla scatola in vetrina, intuì che probabilmente quella lamina sarebbe entrata in una di quelle fessure.

Non perse tempo ed entrò nel negozio. Molte di quelle scatole con video e tastiera erano sparse su scaffali e su alcuni tavoli all'interno del negozio, scelse un tavolo riparato alla vista dei commessi che stavano occupandosi di alcuni clienti e lo raggiunse facendo finta di niente. Il video aveva uno sfondo azzurro, sulla parte destra su due file verticali una serie di piccole immagini con riportata una scritta appena sotto di ognuna di esse, sulla parte bassa del video una striscia di un azzurro più intenso con alla sinistra un pulsante verde con scritto Start e alla destra altre piccole immagini. In mezzo al video vicino all'immagine di una bandierina a quattro colori, campeggiava la scritta “Windows 7”. Il suo interesse fu subito rivolto alle quattro fessure poste sulla parte frontale della scatola alla quale il video era collegato. Estrasse il suo oggetto, tolse il cappuccio e tentò di infilare la lamina metallica dentro una di quelle fessure. La lamina entrò subito senza fare resistenza con la stessa facilità di un coltello che entra in un pezzo di burro. Per una frazione di secondo non accadde niente, poi una delle lucette sulla scatola iniziò a lampeggiare e sulla destra in basso del video comparvero in sequenza le seguenti scritte:
“Trovato nuovo hardware”
“Installazione DataTraveler USB”
“Installazione completata dispositivo pronto per l'uso”
Quando questa ultima scritta scomparve, tutto sembrò fermarsi per alcuni secondi, poi la lucetta riprese a lampeggiare più velocemente di prima e, mentre l'uomo attendeva con il cuore che pulsava seguendo il ritmo della lucetta stessa, sul monitor scomparve tutto. Altri due tre secondi e si materializzarono due finestrelle orizzontali poste al centro dello schermo. Sulla prima finestrella c'era la scritta

La nostra è un'epoca essenzialmente tragica

la seconda finestrella era invece vuota, se si escludeva un trattino verticale che lampeggiava all'inizio della finestra stessa. Sotto le due righe un pulsante con scritto Procedi

Torna in alto Andare in basso
http://riflessionidivita.splinder.com/
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14694
Data d'iscrizione : 04.01.08

Lo smemorato (parte 1/2) Empty
MessaggioTitolo: Re: Lo smemorato (parte 1/2)   Lo smemorato (parte 1/2) Icon_minitime1/2/2010, 14:43

ripasso a leggerti, annaggia a te...

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Annamaria Giannini
Top
Top
Annamaria Giannini

Numero di messaggi : 1185
Data d'iscrizione : 03.11.09

Lo smemorato (parte 1/2) Empty
MessaggioTitolo: Re: Lo smemorato (parte 1/2)   Lo smemorato (parte 1/2) Icon_minitime1/2/2010, 20:03

segnalibro anche per me...
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Lo smemorato (parte 1/2) Empty
MessaggioTitolo: Re: Lo smemorato (parte 1/2)   Lo smemorato (parte 1/2) Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
Lo smemorato (parte 1/2)
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Prosa-
Vai verso: