RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime24/3/2010, 22:29

Avrebbe tanto voluto poter dire “il mio nome è Bond”. James Bond.
Doveva invece presentarsi come Vertoiba, l’infelice nome che le avevano dato e regolarmente, mentre stringeva la mano di una nuova conoscenza, l’espressione della persona diceva“ ma che ha detto?”.
Doveva ogni volta spiegare che Vertoiba era il nome di una città russa, dove il padre alpino aveva misteriosamente salvato le bucce. Il suo nome rappresentava quindi una specie di ex voto.
Se chiamarsi Vertoiba era una bizzarria, rimaneva però un ottimo biglietto da visita, che nessuno scordava.
Nemmeno Carlo lo scordò, dopo che Vertoiba la villeggiante fu introdotta nel gruppo dei ragazzi di S.Andrea, in una splendida serata estiva, in cui il falò in riva al mare scintillava con particolare impegno, come da copione. Il solito studente con chitarra cercava di demolire le canzoni di DeAndrè.
Un anno dopo Vertoiba e Carlo erano sposi.
Lei veniva da un paese di montagna, con una famiglia severa, dove gli slanci affettivi erano aboliti in onore di chissà quale snobbismo.
Trovarsi ad abitare al mare, accolta in una famiglia chiassona e sempre allegra, la faceva sentire eternamente in ferie, accolta e coccolata.
Non avendo avuto sorelle, istintivamente elesse sua cognata Fabiana ad amica e modella. La ragazza era molto bella, alta e sempre elegante, con una predisposizione particolare a fare amicizia.
Tutto il contrario di Vertoiba, abbastanza semplice, schiva e assolutamente avulsa dalle mode. A lei bastava un paio di jeans ed un maglione mentre, Fabiana era sempre all’ultimo grido, adornata di gioielli e collane, foulard e scollature.
Ripensandoci, qualcosa che non andava c’era nella cognata, ad esempio il suo modo di essere sempre presente, sempre con l’idea precisa su ogni cosa, e se si vuole dirla tutta, anche un poco indiscreta. La ragazza però era disposta a perdonarle tutto, come quella volta che Fabiana si mise ad aprire i regali di nozze come se la sposa fosse lei.Vertoiba aveva taciuto, un poco indispettita, non volendo cedere al suo carattere scontrosetto e permaloso, tipico di chi non era stato gratificato da affetti che le infondessero la giusta autostima.
Non fu il primo episodio in cui dovette trattenersi. Accadde anche quella volta che dovevano andare in gita a San Marino e a lei si erano strappati i pantaloni. Fabiana disse: “Perché non rimani a casa?”
“ Perché? Basta che vada a cambiarmi e sono pronta, ci vorrà solo un’oretta tra andare e tornare”.
Ci era rimasta male, anche se non voleva dare a vederlo.
La cognata aveva dimostrato che la sua presenza era superflua, insomma non importava a nessuno!
Quella battuta infelice la mise in agitazione, la facevano sentire un’esclusa, cacciata dietro alla porta come se fosse in castigo.
Iniziò a sospettare di essere ritenuta solo un’aggiunta, ovvero che in fin dei conti la sua idea di essere stata accettata dalla nuova famiglia, fosse un’illusione.
La cosa prendeva una piega singolare poiché Carlo e la sorella avevano un rapporto molto stretto; quando si trovavano insieme, sembrava che nessun altro potesse fare parte della loro cerchia, chiacchieravano incessantemente fra loro con mezze battute, mezzi ricordi, mezze allusioni, che solo loro capivano, di fatto tutti gli altri erano esclusi. Lei si sentiva sempre più tagliata fuori.
Possibile che nessuno se ne rendesse conto? Erano sue fisime o le cose stavano proprio così?
E poi ci fu la gita a San Gaetano, all’Opera.
Fabiana e Carlo camminavano davanti come al solito impegnati nelle loro singolari discussioni, lei dietro sgambettava per stare al passo.
Alla fine si fermò, per vedere se si accorgevano che lei mancava.
Niente da fare, loro non ci fecero nemmeno caso e lei dovette pure correre per raggiungerli.
Si accorse che in presenza di Fabiana lei non esisteva.
Capì che stava stupidamente diventando gelosa, irrazionalmente gelosa, incazzosamente gelosa.
Cercò di controllarsi, capiva che era una cosa stupida essere gelosa della cognata, ma la sensazione di essere scaricata, non poteva certo rendere la giornata splendente.
Ovviamente non si gustò l’opera, tutta avvolta nei propri pensieri e dispiaceri, i quali si accentuarono, quando Fabiana le domandò: “ Allora ti è piaciuta ?”
Spontaneamente lei rispose di no, ovviamente non specificando il perché.
“ Ah, ma sei proprio una contadina!”
No, non era certo quello il momento di dare i numeri e Vertoiba tacque.
Tacque tutta la sera, ma come volevasi dimostrare loro due non se n’accorsero, così impegnati a vagliare i tenori, i soprani, i violini e l’accidente che li porti!
Va detto che non erano solo loro tre a teatro, c’era anche il marito di Fabiana, che ridendo, non ebbe di meglio da dire che: “ Ma guarda quei due, sembrano marito e moglie!” Ad essere sinceri, anche a Rolando giravano un poco le scatole, lui non era afflitto da sintomi di gelosia, ma di sicuro si sentiva come lei, uno che passa di lì per caso.
Vertoiba si sentiva stupida, ma la gelosia non è un sentimento famoso per la sua razionalità; andò a finire che a casa fece una scenata a Carlo, colpevole d’averla trascurata, e che cascava ovviamente dalle nuvole. Non fu certo impressionato dalle sue rimostranze e continuò con la sorella come aveva sempre fatto.
Vertoiba non andò più a concerti, opere e altro, se contadina doveva essere, ebbene lo sarebbe stata ad oltranza. Era evidente che non la consideravano facente parte del loro gruppo, ma lei non aveva nessuna intenzione di portare il moccolo a nessuno.
Ad una cena però dovette andare, perché i cognati erano colleghi e alle cene aziendali, per qualche sconosciuto sadismo, la presenza delle mogli era richiesta.
Alla sua sinistra c’era un ciccione sudato, alla sua destra Carlo, Fabiana e Rolando, il cognato.
I due parlottavano tra loro e a lei non rimaneva altro che guardare nel vuoto, contare i bicchieri o parlare di calcio con il ciccione. Ad un certo punto, accennando ai due l’infausto commensale disse: ” Ma che bella coppia, non è facile vedere due sposi che …..”
Vertoiba non sentì altro.
Li guardò in cagnesco: belli entrambi, eleganti entrambi, simpatici entrambi, stronzi entrambi.
Si alzò in fretta ed andò in bagno a vomitare. Le si era bloccata la digestione.
Lo specchio della toilette non le rimandò certo un’immagine consolatoria, aveva le occhiaie, pallida e spiritata assomigliava a Crudelia Demon, con una ventina di chili in più. Già perché tre gravidanze non sono il massimo come cura della linea, mentre Fabiana aveva avuto quattro figli ed era rimasta bella e affascinante come se niente fosse. Anche qui il tatto di Carlo non brillava, commentava spesso il suo soprappeso, ricordandole che appena sposati lei era un fuscello.
Sarà anche stata mingherlina, certo non era incazzata.
Il resto della serata fu davvero penoso. Avrebbe meritato l’Oscar della recitazione, nessuno avrebbe sospettato che nella sua mente stava ripassando il manuale della ghigliottina, della tortura e qualche postilla di Barbablù, che sicuramente aveva lasciata scritta per i posteri.
La notte non riuscì a prendere sonno, ma rigirò nella mente tutte le volte che aveva ammirata la cognata; si rendeva conto con la poca lucidità che le rimaneva che l’aveva sovrastimata, conseguenza di tutti i suoi complessi d’inferiorità.
Si mise a fare un elenco di tutti i pregi che le aveva attribuito e poi uno per uno li demolì.
Intelligente e colta? Ma quando mai, leggeva solo riviste femminili di scarso spessore.
Disponibile al colloquio? Naaa, discorreva con tutti, in realtà le piaceva farsi gli affari degli altri.
Bella? Si, molto, una volta però, le rughe ora le aveva anche lei.
Affascinante? Come un uovo di Pasqua: tolta la carta luccicante non rimane nulla.
Informata e opinionista polivalente? Se il discorso veniva approfondito, risultava che era tutta roba ascoltata a Radio Radicale o Radio Maria, che di per sé sono due informatori antagonisti.
Come mai la gente aveva tanto piacere ad essere ammessa alla sua corte?
Vertoiba si rendeva conto di essere caduta nella trappola della gelosia, per tutto ciò che Fabiana era (in apparenza) e lei no.
La colpa era anche sua, lei in compagnia stava ad ascoltare, si faceva delle idee, valutava, non appariva di certo come un genio, anche perché non aveva il dono dell’eloquio a causa della sua timidezza; probabilmente appariva un pesce lesso.
Bella non era mai stata, un tipo forse sì, ma non poteva certo gareggiare con l’avvenenza di Fabiana.
Soprattutto non aveva nessuna intenzione di decorarsi come un albero di natale come faceva sua cognata: non si sarebbe messa in evidenza per rubarle la parte di primadonna, sarebbe stata una cosa contro la sua natura e pure patetica. Questa parte l’accettò tranquillamente, l’orgoglio le impediva di mettersi in concorrenza, le sarebbe sembrato di mettersi sullo scaffale delle offerte speciali.
Di questi suoi disagi n’aveva parlato spesso con Carlo, ma come tutti gli uomini, non aveva capito nulla, non poteva condividere l’universo femminile, così pieno di anfratti e riverberi; ovviamente diceva che erano tutte idee sue, che non stavano né in cielo né in terra. Non poteva far altro che non parlarne più. In fin dei conti non è saggio mettere in evidenza le diversità a proprio a sfavore, fino a lì ci era arrivata anche lei.
Ebbene sì, era gelosa, di una gelosia tosta come una mattonella, cattiva come una ferita, irrazionale come un dolore.
Lei sapeva benissimo l’origine di tutto, la gelosia è la paura di subire un torto, grande figlia dell’autostima inesistente, e di questo doveva ringraziare la sua famiglia.
Chi da piccolo non ha ricevuto la sua giusta dose d’amore, poi n’avrà sempre fame e non sarà disponibile a perderne nemmeno una goccia, qualora l’avesse trovato.
Si sentiva ridicola, avrebbe potuto essere gelosa di una segretaria, come da tradizione, ma di una cognata no!
Che fare?
Erano le quattro del mattino, non aveva dormito un accidente e si sentiva semplicemente fuori di testa; se non avesse fatto qualcosa sarebbe scoppiata.
Si alzò senza fare rumore, andò in salotto, prese il telefono, compose il numero .
“Fabiana, vafff…..!” lo ripetè una dozzina di volte, fino a quando la voce all’altro capo del filo non si stancò di dire “sono le ore quattro e diciassette minuti” e cambiando discorso iniziò a dire “ sono le ore quattro e diciotto minuti”, come se fosse una grande novità.
Vertoiba si fece un caffè e si mise a guardare la BBC in Tv, anche se non sapeva l’inglese.
Tutto pur di prendere le distanze da quella insensata gelosia; ammesso e non concesso che esista anche quella sensata.
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime24/3/2010, 22:40

PiDiGi sei online!

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 08:33

Buongiorno a tutti.
Bello bello bello, il racconto di oggi, Pdg.
Iniziando dalla trovata del nome, Vertoiba (magari sei emiliana, là c'era il vezzo di dare questi nomi strani, meglio se d'origne sovietica come, tanto per fare il primo esempio che mi viene in mente, Nedezda :-) ).
Poi la sottile, amara ironia che percorre corrosivamente tutta la pagina e si materializza con un colpo di genio con la telefonata liberatoria all'ora esatta!
La gelosia per la cognata è descritta benissimo, col suo nascere e montare giorno per giorno, nella beota indifferenza del marito, incapace di capire. Forse perchè nei maschi il concetto di "gelosia" ha prevalentemente e primitivamente una valenza sessuale, mentre le donne sono molto più complicate anche sotto questo aspetto.
Insomma, piaciutissimo il tuo lavoro, brava PdG!


Ultima modifica di Mario Malgieri il 25/3/2010, 08:54, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 08:47

Salve ragazzi, stamani ho fatto tardi. DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI 545810

Quando la vocina ha detto sono le otto e trentun minuti ho capito che era ora di alzarmi!


Grazie Mario, contenta che ti sia piaciuta la storiella, non mi è venuto in mente altro, non sono mai stata gelosa. Anche qui è usanza di dare nomi strampalati, spesso si inventano nomi uguali ai cognomi. Ho conosciuto un tizio che si chiamava Paperino Paperini, morto a 90 anni, di sicuro non l'ha strozzato il ridicolo!.
Torna in alto Andare in basso
Claudio Esposito
Top
Top
Claudio Esposito

Numero di messaggi : 246
Data d'iscrizione : 04.11.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 12:39

Ciao Penna! Il tuo racconto è quasi super! Complimentoni!!
Il "quasi" è dovuto a qualche piccolo refuso di poco conto... Il "super" è ben più consistente:
1) Perchè la storia fila liscia e coinvolgente;
2) perchè i tempi, le pause, gli accenti emotivi ora più forti ora più sfumati, a seconda del contesto, sono pressochè perfetti;
3) perchè i caratteri dei protagonisti sono tratteggiati bene, con la cosiddetta "introspezione";
4) perchè la forma, a parte i piccoli refusi di cui sopra, è molto "azzeccata".

Dopo questa (più che meritata) sviolinata, l'unico passo che non mi trova d'accordo è questo: "...come tutti gli uomini, non aveva capito nulla, non poteva condividere l'universo femminile, così pieno di anfratti e riverberi..."...
Io sono un uomo, cara PDG donna...e mi sembra di capire, non dico tutto, ma buona parte della psicologia di voi donne. Sicurissimamente apprezzo tantissimo i vostri "anfratti e riverberi"...e curve... sia quelle psicologiche, sia quelle corporali.. Wink DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI 84688

Ciao carissima Penna, un bacio, Claudio DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI 35710 DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI 556327
Torna in alto Andare in basso
http://www.alidicarta.it  www.babyloncafe.eu
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 13:47

Scusate una domanda, solo io non vedo il portale?

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 13:56

Qualcuno mi può dire per cortesia da quando il portale non si vede più? Stanotte si vedeva.
Non vorrei che la storia fosse legata a quanto successo la settimana scorsa con Costantino o mi vedo costretta, mio malgrado, a togliere ogni chiave d'accesso a chiunque al pannello amministratore.
Aspetto cortesemente una risposta in mail:

inpunta.dipenna08@gmail.com

Grazie

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 13:56

Perdonami PDG ma ho un problema urgente da risolvere.

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 13:58

ma guarda un po', è tornato il portale...

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 14:17

Grazie Claudio. Una postilla allora. " come quasi tutti gli uomini..." clown



Sì, Daniela, oggi c'è qualcosa che non va...
Torna in alto Andare in basso
Claudio Esposito
Top
Top
Claudio Esposito

Numero di messaggi : 246
Data d'iscrizione : 04.11.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 14:22

La penna del giorno ha scritto:
Grazie Claudio. Una postilla allora. " come quasi tutti gli uomini..." clown



Sì, Daniela, oggi c'è qualcosa che non va...

@ PDG: Grazie a te, un bacione DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI 35710

@ Daniela: Sì, ora vedo il portale, ma stamattina presto, in effetti, non compariva: avevo pensato che dipendesse dal mio PC...
Torna in alto Andare in basso
http://www.alidicarta.it  www.babyloncafe.eu
Manuela Cappucci
Senior
Senior
Manuela Cappucci

Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 09.03.10

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 14:33

Mi piace proprio. La lettura è accattivante! Ironico e consapevole. Consapevolezza di chi conosce le origini della sua gelosia o della sua non gelosia Wink. Sfortuantamente per Vertoiba, però, temo che la consapevolezza di testa non basti a lenire il dolore di pancia....
DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI 575356
Torna in alto Andare in basso
http://www.myspace.com/manucap
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 14:52

Temo che tu abbia ragione, Manuela. Probabilmente Vertoiba farà la fortuna della Telecom! tongue
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 16:40

si legge come una gita, questo racconto macerato di gelosia; sarà perchè non ho mai provato un sentimento simile. il nome della protagonista è formidabile e già da subito mi ha predisposto al sorriso. l'esito finale dimostra come si possa lottare all'interno di sentimenti potenzialmente distruttivi. ciao ironica pdg
Torna in alto Andare in basso
Marghe Cri
Top
Top
Marghe Cri

Numero di messaggi : 62
Data d'iscrizione : 05.02.10

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 16:41

Una doppia storia di gelosia.
La povera Vertoiba è gelosa del marito e della cognata, che intrattengono un rapporto esclusivo da cui la nostra si sente tagliata fuori.
Fabiana è gelosa del fratello che non intende cedere alla moglie, alimentando una storia di complicità ed affetto esclusivo che ha certamente radici lontane.
Il buon Carlo fa il pesce in barile e non tenta neppure di comprendere le ragioni della moglie, preso com’è dalle attenzioni della sorella.
Rolando? Ma lui se ne frega… potrebbe aver trovato da tempo un aggiustamento per sé che non gli fa pesare la distrazione della moglie!
Sembra una storia di innamoramento innaturale fra i fratelli, in cui i rispettivi coniugi restano di contorno, con un ruolo di “guardoni”.
La storia, nello sviluppo proposto non prevede una svolta, né una possibilità di soluzione.
La trovata di sfogarsi con il disco orario dell’operatore telefonico, risulta accattivante nel racconto, ma di certo inefficace ai fini di una svolta nella vita della nostra protagonista.
Ne ricavo una sensazione di incompiuto, di sospeso.
Forse è proprio quella che volevi ottenere!


DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI 118466
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 16:48

Luca Curatoli ha scritto:
si legge come una gita, questo racconto macerato di gelosia; sarà perchè non ho mai provato un sentimento simile. il nome della protagonista è formidabile e già da subito mi ha predisposto al sorriso. l'esito finale dimostra come si possa lottare all'interno di sentimenti potenzialmente distruttivi. ciao ironica pdg

In effetti si potrebbe considerare il racconto come una gita nell'isondabile tortuosità dei sentimenti femminili. Dall'esterno non si capirebbero mai, dall'interno, solo le donne sanno qual'è il filo conduttore, anche se ognuna ha il suo. scratch DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI 150194
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 16:50

Marghe Cri ha scritto:
Una doppia storia di gelosia.
La povera Vertoiba è gelosa del marito e della cognata, che intrattengono un rapporto esclusivo da cui la nostra si sente tagliata fuori.
Fabiana è gelosa del fratello che non intende cedere alla moglie, alimentando una storia di complicità ed affetto esclusivo che ha certamente radici lontane.
Il buon Carlo fa il pesce in barile e non tenta neppure di comprendere le ragioni della moglie, preso com’è dalle attenzioni della sorella.
Rolando? Ma lui se ne frega… potrebbe aver trovato da tempo un aggiustamento per sé che non gli fa pesare la distrazione della moglie!
Sembra una storia di innamoramento innaturale fra i fratelli, in cui i rispettivi coniugi restano di contorno, con un ruolo di “guardoni”.
La storia, nello sviluppo proposto non prevede una svolta, né una possibilità di soluzione.
La trovata di sfogarsi con il disco orario dell’operatore telefonico, risulta accattivante nel racconto, ma di certo inefficace ai fini di una svolta nella vita della nostra protagonista.
Ne ricavo una sensazione di incompiuto, di sospeso.
Forse è proprio quella che volevi ottenere!


DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI 118466



Già, forse Fabiana si considera la proprietaria di Carlo, e Vertoiba lo è solo a interim. Fabiana fa la parte della suocera, in questo caso. Come al solito lei si mette al centro. E Carlo? Carlo ci sta bene al centro dell'attenzione, perchè rinunciare?
Torna in alto Andare in basso
Nuccio Pepe
Top
Top
Nuccio Pepe

Numero di messaggi : 1010
Data d'iscrizione : 13.12.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 18:18

Bella storia, bella penna.

cheers DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI 331686

Chiedo perdono per eventuali ritardi e assenze ma da ora a fine Maggio è e sarà un casino !!
Lavoro, viaggi, congressi, ...muratori in casa !!!
Pietàààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààà !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ma farò sempre il possibile per esserci .... Bond !!! Cool
Torna in alto Andare in basso
http://www.nucciopepe.wordpress.com
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 18:31

Hallo James, anche me tengo muratori in casa! Neutral bounce
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 20:50

Penna sicura di sé, ironica nel raccontare, per una gelosia nuovamente diversa in un raccontino che si beve in un fiato. Indubbio che la penna sia femmina, un uomo non coglierebbe certe sfumature. Brava PiDiGi dormigliona Molto felice

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 21:02

Dormigliona ed esperta di informatica, vero Dani? clown

Certo che questa gelosia si è esternata al femminile, a parte credo il primo pezzo che si indovina maschile.
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 21:03

Ahahahahaha sei troppo adorabile tu!!!!!!!

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 22:41

perchè non apriamo un round sulle cognate? DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI 36612
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 23:08

Notte ragazzi, lascio le penne, le piume, le ali al prossimo giorno. DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI 323384
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime25/3/2010, 23:09

PDG, perdonami ma sto incollata a RaiPerunaNotte....

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Empty
MessaggioTitolo: Re: DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI   DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
DE RERUM GELOSIA - DIVAGAZIONI LATERALI
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Le proposte di scrittura a tema :: Anno Domini 2010-
Vai verso: