RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 quaranta giorni di libertà

Andare in basso 
AutoreMessaggio
eugen signori
Top
Top
eugen signori

Numero di messaggi : 210
Data d'iscrizione : 18.03.10

quaranta giorni di libertà Empty
MessaggioTitolo: quaranta giorni di libertà   quaranta giorni di libertà Icon_minitime27/3/2010, 00:12

https://www.youtube.com/watch?v=wVRrS8NoJtg
------------------------------------------------------------
un soffio di speranza
quaranta giorni di libertà

quaranta giorni di libertà Ossola1ud7


Proclamazione della republica libera dell’Ossola

Perché questo scritto?…Per infondere speranza. E’ un sentimento che viene da lontano, e aiuta a superare i momenti difficili della vita e della società… e il Cristo ne sa qualcosa…
Questo episodio dimenticato dalla Storia, è accaduto nella val d’Ossola, in quel saliente italiano nella pancia della Svizzera dove il valico del Sempione ci unisce al Vallese.
Dopo la catastrofe dell’otto settembre 1943, nasce nell’Ossola una repubblica indipendente, durata trentatré giorni e schiantata sul nascere da cinquemila fascisti appoggiati da carri armati, che organizzarono una durissima repressione. La fine della guerra era ancora lontana.
Fu un episodio degno di comparire sui libri di Storia. Era la speranza di costruire uno stato nuovo piccolo ed efficiente mentre quasi un milione di tedeschi occupava l’Italia.
Furono aperte le scuole, furono eletti i funzionari per la corrente amministrazione, furono fondati i partiti su base elettiva, il tutto mentre il mondo stava crollando sotto il peso della guerra.
Quando i carri armati entrarono a Domodossola, la capitale dello staterello, centocinquanta ossolani superstiti dopo il massacro, valicarono le montagne e si unirono ai partigiani di Moscatelli che operava in Valsesia.
Ecco quello che si può fare quando si è determinati e la speranza di un mondo migliore ci inonda il cuore.
In un momento triste per la nostra Italia, la repubblica dell’Ossola ci fa pensare che i semi lasciati dai giusti, prima o poi finiscono per dare i frutti.
Su questo episodio, non so quanto romanzato, negli anni settanta è nato un bellissimo filmato in tre puntate con questo titolo. Non è stato mai più ritrasmesso…e la canzone cantata da Anna Identici, è il solo ricordo di quel momento magico.

eugen
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

quaranta giorni di libertà Empty
MessaggioTitolo: Re: quaranta giorni di libertà   quaranta giorni di libertà Icon_minitime27/3/2010, 12:23

Ci vorrebbe probabilmente un politico ben più ferrato di me per capire chi non vuole che si ricordi questo episodio. Tanti ce ne sono, grandi e piccoli, che giaciono volutamente dimenticati, e qualcunio preferisce trasmettere per la decima volta Beautyful o Medicina generale invece di rivangare storie vere.
Grazie Eugen.
Torna in alto Andare in basso
eugen signori
Top
Top
eugen signori

Numero di messaggi : 210
Data d'iscrizione : 18.03.10

quaranta giorni di libertà Empty
MessaggioTitolo: Re: quaranta giorni di libertà   quaranta giorni di libertà Icon_minitime27/3/2010, 17:55

Per questa riprovevole dimenticaza, credo che il motivo sia puramente politico. Ricorderai ad esempio l'eccidio di Cefalonia...10.000 morti, ignorato da tutti e risuscitato da Ciampi, mi sembra...dopo mezzo secolo. Il motivo era che non conveniva politicamente "offendere" i tedeschi, che erano utili nell'alleanza atlantica. Ecco...questo episodio della val d'Ossola è stato volutamente dimenticato perchè non gradito ai comunisti, e dico il perchè.
Questa insurrezione ossolana era stata organizzata da monarchici, e infatti i fratelli Di Dio, che furono uccisi dai tedeschi, erano ufficiali per un'Italia monarchica. In quel periodo in Valsesia, che è confinante con la val d'Ossola, il capo partigiano era Moscatelli, del partito comunista. Quando lui seppe del rischio che correvano gli ossolani, attraversò la montagna per proporre un'alleanza di lotta, ma fu respinto dagli insorti locali per motivi ideologici. Così Moscatelli che aveva una notevole forza di combattimento, se ne fregò quando i tedeschi arrivarono con i carri armati. Già da allora c'era un conflitto latente tra partigiani di diversa tendenza politica...e il fattaccio di Osoppo lo dimostra. A quell'epoca la vita umana valeva meno di nulla...basta pensare ai 56 milioni di morti inutili. Ciao Mario!...Eugenio

PS: ricordo un magnifico sceneggiato in RAI...mai più ritrasmesso in seguito...e questo mi addolora, perchè al di là delle ideologie, questo è in assoluto un esempio di coraggio e di determinazione che ci fa dire: "noi non siamo bravi a far la guerra, ma quando è necessario sappiamo combattere".
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




quaranta giorni di libertà Empty
MessaggioTitolo: Re: quaranta giorni di libertà   quaranta giorni di libertà Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
quaranta giorni di libertà
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Prosa-
Vai verso: