RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 Dalla Moleskina..la notte porta consiglio..cronaca di due anime..

Andare in basso 
AutoreMessaggio
taniafigaro
Top
Top
taniafigaro

Numero di messaggi : 81
Data d'iscrizione : 09.04.10

Dalla Moleskina..la notte porta consiglio..cronaca di due anime.. Empty
MessaggioTitolo: Dalla Moleskina..la notte porta consiglio..cronaca di due anime..   Dalla Moleskina..la notte porta consiglio..cronaca di due anime.. Icon_minitime16/4/2010, 23:08

"Lo vedi quel puntino laggiù?" le prese la mano e le indicò l'orizzonte.
Lei non rispose, non ce ne era bisogno. Tutto quello che doveva fare era stare ad ascoltare. L'aveva visto, quel puntino, e lui lo capì anche senza una risposta.
"Quel puntino..è la tua Vita. Quello che vuoi raggiungere, ma anche quello che sei stata" la guardò, quasi con timore, per capire cosa provasse in quel momento. Aveva il volto serio, come sempre, gli occhi concentrati su quel puntino, come lo era sempre stata.
"Ecco, brava, lo stai guardando..e so che stai pensando a tutto quello che quel puntino minuscolo significa" e le strinse più forte la mano. Voleva che lei sentisse la sua presenza..lui che capiva tutto, lui che ci arrivava sempre..possibile che proprio in quel momento non capisse che lei lo sentiva più vicino che mai? Quali e quante altre conferme voleva? Lei conferme non ne dava, perchè poteva solo concentrarsi su di sè, pensare a quel puntino. Lei conferme non poteva darne, perchè la sua vita incasinata non glielo permetteva, perchè non aveva tempo, non aveva mai tempo..però lui capiva sempre tutto, e allora in quel momento lei pregò con tutte le sue forze che potesse capire anche quella volta.
"Questa è l'ultima, lo prometto, l'ultima volta.." e tra sè e sè sapeva che non poteva mantenere quella promessa. Perchè quel puntino l'assorbiva completamente, perchè era lontano ma nello stesso tempo accecante, perchè era tutto quello che desiderava.
"Lo so..lo so..sono io quello sbagliato"
Lei sorrise: erano uguali, quindi era sbagliata anche lei?
"Siamo sbagliati entrambi, te l'ho sempre detto..ma che possiamo farci?"
Lei sorrise, ancora una volta.
"Allora, mi racconti o no di quel puntino?" chiese.
"Si..be'..in realtà lo conosci meglio di me. Lì c'è tutto, no? C'è quello che eri, che sei e che sarai, quello che hai scelto di fare, quello che stai facendo e quello che farai."
"Ci sono le mie paure?"
"Certo..c'è il tuo PANICO lì dentro..non lo vedi?"
Allora lei guardò meglio: ecco, sì, ora poteva scorgere la sua figura seduta in sala, con la testa fra le mani, le gambe stanche, lo stereo finalmente spento dopo ore di prove. Si rivedeva respirare per calmarsi, si rivedeva guardarsi nello specchio con severità e dirsi"Ce la faccio", si rivedeva rimettersi in piedi, riaccendere lo stereo e riprovare.
"E..c'è la mia felicità?"
"Certo che c'è..guarda.."
Ed eccola seduta davanti al computer, scorrere una lista infinita di nomi e vedere scritto anche il suo..c'era..c'era..finalmente c'era..
Ed eccola inchinarsi davanti a migliaia di occhi, eccola girarsi e trovarsi di fronte un mazzo di fiori, eccola abbracciare chi l'aveva aiutata e sostenuta più di chiunque altro.
"E..c'è la mia follia?"
"Ehi..come puoi pensare che non ci sia? Quella fa parte di te più della gioia, più della paura.."
Ed eccola, in ogni piccolo gesto, quel pizzico di follia che non tutti sanno cogliere, ma lui si.
"E tu? Ci sei tu?"
E attese la risposta. L'attese anche se pensava che fosse scontata, l'attese come un condannato attende il suo verdetto.
"Io..io non sto laggiù. Io sono qui, e qui sarò sempre. Ci sono stato nelle tue gioie, nel tuo panico, ci sono nella tua follia, nelle tue cazzate, nei casini che combini e da cui non sai come uscire..sono nel tuo segreto, nella tua malinconia..sono nelle tue giornate..ti sono accanto quando studi, quando balli, quando insegni."
"E io..dove sono io?"
"Tu..tu sei in quel puntino..hai imparato ad avere coraggio, a non buttarti giù, a lanciarti. Ti sei fidata delle persone sbagliate e ora non ti fidi più di nessuno..ma va bene così..perchè va bene per te e allora è perfetto."
Tornarono a guardare quel puntino.
"Mi sembra di non poterci mai arrivare.."
"E invece l'hai già raggiunto..e superato..e ne stai guardando un altro..e sei proiettata un miliardo di anni luce avanti, e te ne andrai..lo so.."
"No.."
"Si..ne sono sicuro.."
"E tu?"
"E io vengo con te.."



E poi non dirmi che non ti ascolto quando parli..è stata dura, ma alla fine la Moleskina ispira, no?
A te..lo so che è banale ma devo ripeterlo:
- Perchè CI ARRIVI sempre, e perchè ci arrivi solo tu
- Perchè proteggi il mio segreto
- Perchè non mi abbandoni
- Perchè non è vero che cerchi conferme
- Perchè però è vero che io non posso darne..ma lo sai..non ce la faccio..se va bene va bene, se non va bene pazienza!
- Perchè sei in quel puntino, e lo sai!
- Perchè "Io aiuto te e tu aiuti me.."..ricordi?
- Perchè oltre alla mia famiglia io mi fido ciecamente solo di 2 persone al Mondo, e una di queste, ovviamente, sei tu
- Perchè sarei impensabile altrimenti
- Perchè pensiamo troppo e non riusciamo a parlare altrettanto velocemente
- Perchè io però parlo più veloce di te e questo ti da fastidio!
- Perchè sei tu..e io ti voglio bene..


Grazie..


Ta'

(..ad una persona speciale..)
Torna in alto Andare in basso
Annamaria Giannini
Top
Top
Annamaria Giannini

Numero di messaggi : 1185
Data d'iscrizione : 03.11.09

Dalla Moleskina..la notte porta consiglio..cronaca di due anime.. Empty
MessaggioTitolo: Re: Dalla Moleskina..la notte porta consiglio..cronaca di due anime..   Dalla Moleskina..la notte porta consiglio..cronaca di due anime.. Icon_minitime19/4/2010, 19:37

"E..c'è la mia follia?"
"Ehi..come puoi pensare che non ci sia? Quella fa parte di te più della gioia, più della paura.."


Dolce Tania.
Torna in alto Andare in basso
 
Dalla Moleskina..la notte porta consiglio..cronaca di due anime..
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Prosa-
Vai verso: