RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
PDG Giovedì
Top
Top
PDG Giovedì

Numero di messaggi : 167
Data d'iscrizione : 23.12.09

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime21/4/2010, 21:40

L'uomo si fermò a guardarlo e gli sorrise. Tonino non smise di giocare, continuò ma di sottocchio registrò la sua presenza. La presenza di un uomo, un grande lo stava guardando e probabilmente gli sorrideva, son tutti eguali i grandi. Non gli dava fastidio, tanto il grande non avrebbe capito cosa faceva.
“Ci son anatre selvatiche da queste parti?”.
Tonino alzò lo sguardo, che domanda strana. “Anatre?”, Tonino era confuso, lo guardò negli occhi, facendosi schermo con la mano sporca del gioco di fango che faceva. “Anatre?” ripeté la domanda. Il grande sorrideva e lo guardava, poi si chinò “Si anatre selvatiche, hai presente le papere, piume e piedi palmati?”, ma che lo prendeva per stupido? Certo che sapeva come erano fatte le anatre.
“Ma gli deve sparare o le vuole vive?” l'uomo sorrise, “No le vorrei vedere”.
Ormai il gioco di fango era dimenticato, questo strano grande lo imbarazzava sempre più, vedere le anatre, che strano bisogno per un grande, di solito i grandi sparano alle anatre, oppure le prendono vive e poi le sgozzano, con gran strepitio delle anatre medesime. Che poi una volta un'anatra era sfuggita dalle mani della nonna e senza testa aveva quasi volato fino in fondo al cortile, si ricordava quel giorno come il giorno dell'anatra senza testa.
Si concentrò sul grande e sulle anatre da vedere.
“E quante ne vuole vedere, dieci, cento o mille?” pensava che questa sua disponibilità, avrebbe ricondotto ad una maggior considerazione delle sue abilità il grande osservatore. “Mille? Magari anche di più, certo più di mille”.
Ormai era fatta, il gioco di fango era ritornato fango informe, le trincee semplici segni in terra e le buche, buche.
“Venga con me!” e alzandosi già pregustava la sorpresa del grande, quando allo stagno avrebbe fatto la scoperta delle mille e più anatre, s'incamminarono assieme verso il fondo del cortile, i piedi nelle scarpe sporche di fango, pregustavano già il freddo dell'acqua dello stagno. La mamma l'osservò, osservò quel grande con il suo bambino, la mamma era cheta e mite, sorrideva, sembrava felice.
Tonino si sentì orgoglioso dello sguardo e della fiducia della madre, “Torniamo subito, andiamo allo stagno”, andiamo? Perché aveva detto così? Andava allo stagno, ed aveva anche la responsabilità di accompagnare un grande osservatore. Ah si, l'osservatore, si girò, si fermò e vide l'uomo sorridere a sua madre, lei rispose con un cenno, come dire vada, si fidi. Tonino era felice e gonfio d'orgoglio, quel gesto, si fidi vada, stava a dire che a lui era stato affidato un grande, uno che non conosceva i posti, uno che si poteva perdere, mica come lui che conosceva tutte le strade attorno alla casa. Camminarono, dietro la casa il campo, poi le canne, molte canne alte, ti ci potevi fare un sacco di cose con le canne, anche armi, fucili, spade e cannoni, per non parlare delle frecce. Ma sua madre non voleva, non voleva armi, neanche per gioco. “Stia in silenzio ora, bisogna far piano, altrimenti scappano!” Il grande sorrise e rallentò il passo, appoggiando piano e circospetto gli scarponi tra le canne, però ci sapeva fare.
Ecco erano in riva allo stagno, tra le canne, le anatre, forse non mille ma abbastanza, erano lì che disegnavano cerchi nell'acqua con il loro paperare. “Eccole!” il grande osservò con una strana impressione sul viso, era stanco quel viso, ora Tonino vedeva i segni della stanchezza, vedeva una strana luce negli occhi, che prima non c'era, occhi lucidi, rughe che s'ispessivano, labbra che si tiravano, strana espressione.
“Le vede? Son mille anche di più” era una frode bella e buona, se ne rendeva conto, ma voleva mettere alla prova il grande osservatore. “E si, hai ragione, saranno anche più “ poi il grande lo guardò, lo guardò e Tonino si sentì come se quello sguardo frugasse dentro di lui, nella sua anima, anche se l'anima non pensava, che si fosse rifugiata nella pancia come adesso, la pancia non era il posto dell'anima, ma forse l'anima aveva paura di quell'uomo così grande e si era ritirata, dal cuore, dove la sentiva battere quando correva, alla pancia dove era nascosta e stava al sicuro. “Anche più di mille caro Tonino!” come sapeva il suo nome? Tonino sentì l'anima, come il gatto quella volta che l'aveva chiuso nel sacco. “Vedi, quelli sono germani maschi, vedi i colori? E quelle femmine, più anonime” che strano modo di dire, anonime le papere? Le papere non hanno nome, certo che son anonime.
Tonio era confuso, le papere intanto, paperavano con il becco l'acqua in cerca di foglie e fili d'erba e forse anche insetti, Tonio non sapeva, non immaginava perché facessero così con i becchi “Vedi, mangiano.”l'uomo gli aveva risposto, come se sapesse la domanda che gli girava i testa, che fosse un mago? Come il nonno che indovinava sempre le carte, quando passavano il tempo a giocare a carte, che mago, il nonno.
“Vieni, ritorniamo a casa, fai piano che non le facciamo volar via, è bello ritrovarle nello stagno” Tonino era sempre più confuso, ritorniamo a casa? Ritrovarle nello stagno? E certo, le anatre stavano sempre nello stagno, dove dovrebbero andare? Si stava bene nello stagno. A meno che il nonno non decideva di fare un po' di caccia, ma erano sempre lì le anatre, da quando lui ricordava, le anatre ,erano lo stagno, l'acqua e le anatre, le canne e il fango scivoloso, quello era il posto ed era sempre stato così.
Seguì l'uomo verso casa. Il sole era ancora caldo e tra le mani il fango si era seccato, con le unghie si ripuliva le croste di fango e pensava all'uomo che gli camminava davanti. Arrivarono nel cortile, c'era il nonno, la mamma e Franco suo fratello, grande, dovrebbe essere al lavoro Franco, non era ancora buio e i campi avevano molto lavoro che bisognava fare, lui Tonino era troppo piccolo per i campi, ma per le anatre no. Vide il nonno, gli occhi del nonno, vide la mamma gli occhi della mamma, vide Franco ergersi, ecco si Franco era come fosse diventato più alto, si ergeva, come diceva il nonno degli alberi attorno alla casa, che lui diceva si ergevano a difesa della loro casa, così Franco, si ergeva, ma non a difesa, sembrava che volesse farsi vedere più grande dei suoi 15 anni. E lui Tonino, il piccolo Tonino, aveva portato uno sconosciuto allo stagno, a veder le anatre da solo, gli aveva fatto da guida, lui il piccolo Tonino. “Vieni Tonino, racconta a tua madre dove siamo stati” e il padre di ritorno dal Belgio, dopo quattro anni di miniera era felice.
Torna in alto Andare in basso
PDG Giovedì
Top
Top
PDG Giovedì

Numero di messaggi : 167
Data d'iscrizione : 23.12.09

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime21/4/2010, 21:43

Sudore alle spalle, sulle spalle nelle mani. Provo a cambiare registro. Le macchine stritolano gli uomini. Le macchine non hanno memoria.
Gli uomini si.
Buona lettura.
Scatenate le mute!
Torna in alto Andare in basso
taniafigaro
Top
Top
taniafigaro

Numero di messaggi : 81
Data d'iscrizione : 09.04.10

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime21/4/2010, 22:18

Mamma mia che viaggio..l'ho letto tutto d'un fiato.
Sinceramente non mi reputo in grado di offrire un commento prettamente tecnico, quindi scriverò essenzialmente quello che ho provato leggendo.
Sembra un racconto d'altri tempi. Scritto da una penna d'altri tempi. Sono nuova e non conosco lo stile di nessuno, ma se sei giovane ti giuro che mi hai fregato..complimenti davvero!
Torna in alto Andare in basso
PDG Giovedì
Top
Top
PDG Giovedì

Numero di messaggi : 167
Data d'iscrizione : 23.12.09

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime21/4/2010, 22:27

I padri, questi sconosciuti, meritano una riflessione, non per loro ma per noi stesse.
Grazie cara Tania, della sensibilità istintiva, hai colto "gli altri tempi", una delle cose che mi ero ripromessa.
Buona serata.
COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' 575356
Torna in alto Andare in basso
Manuela Cappucci
Senior
Senior
Manuela Cappucci

Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 09.03.10

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime21/4/2010, 22:32

PDG, OTTIMO!!!
mi è piaciuto così tanto che ho dimenticato la trama e mi sono persa come una papera tra le canne. L'ultima riga svela l'identità del grande ma avrebbe funzionato lo stesso: non è un racconto costruito per un finale ad effetto. ogni parola è sentita, genuina, semplice, curiosa e amara come lo sguardo di un bambino che sa già tanto della vita. letteratura. ed oggi mi spertico e il mio giudizio non sarà "equilibrato". se mi dai il permesso lo leggo ai miei alunni.
COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' 954829
concordo sul fatto che ha un sapore di altri tempi
e profuma di bucato pulito e appena steso al sole
Torna in alto Andare in basso
http://www.myspace.com/manucap
PDG Giovedì
Top
Top
PDG Giovedì

Numero di messaggi : 167
Data d'iscrizione : 23.12.09

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime21/4/2010, 22:42

Cara Manuela, ti ringrazio e son felice di offrire una storia d'altri tempi ai tuoi alunni. Troppe volte dimentichiamo come vedevano i nostri occhi un tempo. Come piccini sapevamo le nostre cose, grazie, sarà un'onore saper esser ascoltata da orecchie piccine.
Buona serata anche a te,ciao.
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime21/4/2010, 22:57

ma che bel racconto, Giovedì!

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime21/4/2010, 23:00

Domattina spero di avere un poco di tempo Smile

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
PDG Giovedì
Top
Top
PDG Giovedì

Numero di messaggi : 167
Data d'iscrizione : 23.12.09

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime21/4/2010, 23:09

Corri, corri Gianconiglio........tappete-tappete.......ricordati il rumore delle zampe del coniglio questa sera quando andrai a dormire, se ascolti lo senti, ma sei grande e sai che è il battito del tuo cuore. Ma sei ancor bambina e ti sarà facile pensare sia quel rumore antico..buona notte e grazie Daniela.
COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' 640340
Torna in alto Andare in basso
Fabio Marchiò
Top
Top
Fabio Marchiò

Numero di messaggi : 164
Data d'iscrizione : 11.04.10

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 08:12

E che succede? La macchina del tempo ci riporta alle situazioni buone della vita semplice e delle famiglie "disperate", gli uomini, questi padri che scoprivano i figli cresciuti, i padri invecchiati e le mogli sorridenti e in attesa del loro ritorno. E la fatica trasportata indietro, di solito nella sacca dell'emigrante, questa scomoda sacca che accompagnava vuota delle misere cose della vita....potrebbe essere una famiglia del Marocco, dell'India, della Turchia, dei mille paesi dell'Africa...potrebbe essere, ma non è.
Questa "mielosa" immagine di un'Italia che fù ( ma forse solo nelle penne dei "revisori" dei vari "regimi" che ci hanno accompagnato dal 1860...) che giustificò e anzi rese epica l'emigrazione, non esiste più. Ora a malapena vediamo le immagini dei corpi abbandonati alla vita della natura selvaggia del deserto....non descrive cose c'è dietro, neanche cosa abbiamo davanti, ora tutto è stritolato ( come bene descrivi nel tuo primo commento.....).
Ma anche come suggerisci, bisogna tenere memoria della realtà.
Perchè provochi?
Ciao! COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' 872100
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 08:57

Buon giorno PDG palustre!
Un bel racconto di un mondo che non c'è più, almeno da noi... ma il discorso si farebbe lungo.
Questo per sgombrare il campo da equivoci e dire che mi è piaciuto molto.
Poi rispolvero la mia pelliccia da orso brontolone per fare una piccola critica, magari solo dettata dalla mia incontentabilità: un buon racconto merita di essere spulciato a dovere.
Ecco, secondo me il linguaggio del ragazzo oscilla tra un italiano giustamente rustico (per esempio piaciute le papere che paperavano Smile ), e qui ci sta benone anche il mancato uso di un congiuntivo, e una letterarietà che stride un poco.
Poi c'è la punteggiatura, croce e delizia sia dello scrittore che del lettore. C'è qualcosa da sistemare per non inceppare la lettura che altrimenti scorrerebbe liscia e piacevole.
Finita la spulciata, tutti i miei complimenti!
Torna in alto Andare in basso
PDG Giovedì
Top
Top
PDG Giovedì

Numero di messaggi : 167
Data d'iscrizione : 23.12.09

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 09:43

Ciao Orso polare Mario.
La punteggiatura penso sia una questione mistica, arpeggia nella mia mente, distribuendosi sulla carta come i pallini esplosi dal fucile di un cacciatore. Una rosa più o meno definita e indirizzata casualmente verso l'obiettivo, nella sacca del passato non ha trovato posto un'ulteriore comprensione. Se non è spartito musicale che cadenza il ritmo del leggere, cosè? Ma forse basterebbe io studi il capitolo "punteggiatura e struttura della frase", dovevo farlo ieri, ma il ieri è già oggi e quindi spero nel domani... Very Happy
Mi piace, con licenza, ripercorrere il dialogo interiore di quando bambini si costruivano le immagini mentali della realtà. Avevamo termini, parole e descrizioni che poi abbiamo perso. Questo ho tentato di descrivere, ancora una volta e una volta di più.
Per non dimenticare.
Le papere paperano, le api ronzano, ma se ne vedi una sola diventa un'apa.....sc.materna tanti anni fà. Oppure il volante che diventa guidante in quanto la macchina si guida......e non vuoi dire che il linguaggio e la punteggiatura sia cosa mistica? Per me si! COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' 899765
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 09:48

lo sguardo dell'uomo sottrae Tonino (il bambino) ad un altro sguardo, quello verso quel mucchio di fango che è il suo gioco. mi piace fin subito dall'attacco questo racconto. perchè mi piace? forse perchè la parte visiva non è meno importante di quella verbale: penso ad esempio al flash della mano del bambino sporca di fango; lo stesso che poi seccherà sulle sue dita al calore del sole...

un altro flash:

Che poi una volta un'anatra era sfuggita dalle mani della nonna e senza testa aveva quasi volato fino in fondo al cortile, si ricordava quel giorno come il giorno dell'anatra senza testa.

suggestivo lo sguardo del bambino, la sua sicurezza e il suo pensare limpido, riguardo anche alla questione del numero delle anatre richiesto dall'adulto. i modi di raccontare il mondo di un bambino sono tanti e spesso si rischia di infiocchettare il tutto. c'è qualcosa di limpido e allo stesso tempo di impenetrabile, in questo racconto. qualcosa che chi ha scritto lascia in sospensione. anche per questo ho molto gradito questa lettura. anche per come è stato scritto. complimenti PDG
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 09:52

La punteggiatura una cosa mistica? Non ci avevo mai pensato! Shocked Ma in effetti il ritmo lo è, e quindi come dici tu, quei segnetti che ci danno il ritmo della lettura sono mistici pure loro.

Sul linguaggio hai ragione: ogni bambino se ne crea uno proprio, più o meno colorito, e ricostruirlo per non perderlo è certo un'operazione condivisibilissima. Mia figlia le caramelle le chiamava "pitapò", e questo sin quasi all'età adulta. La genesi di pitapò? Sua nonna quando le porgeva una caramella le diceva sempre "aspetta un po', che te le gusti di più" Smile
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 09:57

una volta ho provato a leggere alcuni prontuari di punteggiatura e nella lettura di uno stesso testo è emersa la versatilità di quei segni grafici che ancora guardo con sospetto. sì è vero: devi credere alla punteggiatura come al battere del cuore. se ci pensi troppo ti paralizzi e non scrivi più
Torna in alto Andare in basso
PDG Giovedì
Top
Top
PDG Giovedì

Numero di messaggi : 167
Data d'iscrizione : 23.12.09

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 10:14

Saposito= sapone
Soposi= forbici
....mi piacerebbe costruire un dizionario di parole bambine senza punti ne virgole...
La macchina inghiotte nel suo ritmo e nel rullar dei cilindri le nostre parole bambine.
D'un fiato.
Faccio fatica, ma è dolce il ricordar, le parole con cui i miei figli si affacciavano al mondo e lo descrivevano.
....poi un giorno, prima uno poi l'altro gli ho presentato "Les Tambour du Bronx", traduzione della realtà, che la vita non gli sia solo stridore di macchine ma anche musica, ribelle.
Caro Luca, grazie di esser passato a coglier parole nel mio piccolo cortile, buona giornata.
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 10:18

"dizionario di parole bambine" magnifica idea!

grazie a te
Torna in alto Andare in basso
Annamaria Giannini
Top
Top
Annamaria Giannini

Numero di messaggi : 1185
Data d'iscrizione : 03.11.09

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 10:41

Bel racconto Pdg, evocativo e dal sapore pulito.
L'ho letto tutto d'un fiato, e mi sono anche un pò commossa alla fine.
Mi piace lo sguardo della madre, che al bimbo sembra semplice fiducia ed invece racchiude sicuramente la gioia di vedere uniti quel padre e quel figlio che non si conoscono.
Dieci e lode PG
Torna in alto Andare in basso
PDG Giovedì
Top
Top
PDG Giovedì

Numero di messaggi : 167
Data d'iscrizione : 23.12.09

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 12:02

Avevo paura di usar le parole "bambine", ora non più, grazie. Vorrei riuscire ad usare la punteggiatura, vorrei saper costruire una frase. L'unica cosa che so fare e lasciar scorrere liberamente sui tasti le dita, muovendo le labbra e raccontandomi "la storia"......i punti perdono significato e nelle virgole c'inciampo.
Pensieri brevi.
Frasi brevi.
Uso ciò.
Si.
Grazie Annamaria, mi fà piacere pensare di aver guidato il tuo respiro nella lettura.
.........Grazie Fabio, che te ne stai in disparte ad osservare. Grazie di avere la realtà nelle mani, ma di saper esser bambino...ancora.
COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' 952353
Torna in alto Andare in basso
Marghe Cri
Top
Top
Marghe Cri

Numero di messaggi : 62
Data d'iscrizione : 05.02.10

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 12:11

Ciao PDG.
Si legge bene, scorre veloce ed anche se non è un giallo ed il “colpevole” è facilmente identificabile come persona di famiglia fin dal primo sguardo alla madre, leggendo mi chiedevo come si sarebbe sviluppato il racconto e quindi ho badato poco, in realtà alla punteggiatura, anche se anche io ho notato subito una certa incongruenza nel linguaggio del piccolo Tonino.

Ma infondo cosa conta?
Non conta, se il racconto è capace di rinnovare tanti ricordi in chi era piccolo quando giocare col fango o con le canne o costruirsi una fionda con un ramo d'albero e un pezzo di camera d'aria era normale e bellissimo; quando un bambino poteva essere lasciato libero di esplorare il proprio territorio senza temere e senza mettere in apprensione i genitori; quando “si raccontava” di quella volta in cui un bambino era scomparso, svanito nel nulla… forse rapito dagli zingari, ma poi diventava difficile identificare chi fosse, a quale famiglia appartenesse… e la faccenda entrava nella leggenda.
Mente oggi i bambini subiscono di tutto e tutto intorno è pericolo! Ce lo dice la televisione, i giornali, ogni santo giorno. Ed è provato, con tanto di foto, di nomi. E chi li lascia più scorazzare liberamente, i bambini?

Quel periodo incantato, che ho vissuto, mi hai ricordato con il tuo racconto, grazie anche alla perizia con cui hai costruito il testo, alla spontaneità dei dialoghi ed alla scorrevolezza della scrittura.

Un’altra cosa mi è piaciuta molto: l’idea di questo padre che non si svela direttamente al proprio figliolo che di lui non ha ricordi.
Evita di imporsi a lui, ma ne vuole conquistare l’amicizia e la fiducia prima di rientrare nel suo ruolo.
Questo io ho trovato assolutamente commovente, assai più della abusata questione dell’emigrazione, che peraltro tu sfiori appena.

Una bella prova, PDG, complimenti!
COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' 344625
Torna in alto Andare in basso
PDG Giovedì
Top
Top
PDG Giovedì

Numero di messaggi : 167
Data d'iscrizione : 23.12.09

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 13:05

Marghe...di ritorno le mie tracce mi commuovono più di quando son sfuggie dalle mani, non ho fiato, Grazie.
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 16:58

Rieccomi PDG. Ho riletto con più calma e mi sono assaporata questa memoria dolcissima. Ulisse che torna a casa, le anatre al posto di Argo. No, non che c'entra un cane? Argo riconosceva il suo padrone per primo, qui l'unico che non riconosce sue padre è il piccolo Tonio Telemaco... PDG, quando una pagina mi commuove e non mi fa vedere i si al posto del sì (che poi li vedo lo stesso) o notare un pregustare ripetuto all'interno della stessa frase (che poi lo noto ugualmente), significa che mi è piaciuto. Dolcissimo, quasi dal sapore di fiaba.

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 17:00

Le papere che paperano a me non è dispiaciuto...

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 17:02

PDG Giovedì ha scritto:
Ciao Orso polare Mario.
La punteggiatura penso sia una questione mistica, arpeggia nella mia mente, distribuendosi sulla carta come i pallini esplosi dal fucile di un cacciatore. Una rosa più o meno definita e indirizzata casualmente verso l'obiettivo, nella sacca del passato non ha trovato posto un'ulteriore comprensione. Se non è spartito musicale che cadenza il ritmo del leggere, cosè? Ma forse basterebbe io studi il capitolo "punteggiatura e struttura della frase", dovevo farlo ieri, ma il ieri è già oggi e quindi spero nel domani... Very Happy
Mi piace, con licenza, ripercorrere il dialogo interiore di quando bambini si costruivano le immagini mentali della realtà. Avevamo termini, parole e descrizioni che poi abbiamo perso. Questo ho tentato di descrivere, ancora una volta e una volta di più.
Per non dimenticare.
Le papere paperano, le api ronzano, ma se ne vedi una sola diventa un'apa.....sc.materna tanti anni fà. Oppure il volante che diventa guidante in quanto la macchina si guida......e non vuoi dire che il linguaggio e la punteggiatura sia cosa mistica? Per me si! COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' 899765

Sei un mito, PDG bounce bounce bounce bounce bounce bounce
la punteggiatura questione mistica! bounce bounce bounce bounce bounce bounce
bounce bounce bounce bounce bounce bounce
bounce bounce bounce bounce bounce bounce
bounce bounce bounce bounce bounce bounce

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
PDG Giovedì
Top
Top
PDG Giovedì

Numero di messaggi : 167
Data d'iscrizione : 23.12.09

COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime22/4/2010, 17:34



Non so se funziona, ma tento, Admin, chiudi gli occhi e ascolta...non c'è nulla da capire se non la musica, delle parole e delle note.
Che non sia altro che emozione.....così scrivo ignorando tutte le regole (e faccio ammenda, non voglio sconti...) Francesco di Giacomo lui ha tutti i punti e le vigole, ne conosce ogni "armonia"....io mai più.
Grazie Daniela, grazie ragazzi....ma non mi metto a studiare! Questo poi mai!
COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' 36612                    :akiss
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'   COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO' Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
COSE DA RICORDARE - FABIO MARCHIO'
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Le proposte di scrittura a tema :: Anno Domini 2010-
Vai verso: