RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 Rosa

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Franca Bagnoli
Star
Star
Franca Bagnoli

Numero di messaggi : 1679
Data d'iscrizione : 02.04.10

Rosa Empty
MessaggioTitolo: Rosa   Rosa Icon_minitime23/4/2010, 10:27

Marco era un giovane spastico, nato in un delle famiglie più in vista di
una piccola città di provincia. Tutti i suoi famigliari lo adoravano e dialogavano con lui che poteva parlare, anche se stentatamente.
Lo colmavano di attenzioni ma, inconsapevolmente, un po' si vergognavano di quella sciagura che si era abbattuta sulla loro casa.
Raramente portavano Marco in carrozzella a passeggio per le vie della cittadina. Si giustificavano dicendo che il grande giardino che circondava
la casa, elegante e spaziosa, rispondeva a tutte le esigenze di Marco.
Evidentemente Marco non la pensava nello stesso modo. Come tutti i giovani desiderava spazio, tanto spazio da esplorare e da godere.
Aveva pochi amici e avrebbe voluto averne tanti, Aveva il televisore
ma sarebbe voluto andare a teatro, Aveva tanti dischi e un lettore ma avrebbe preferito andare ai concerti. Per tutto questo, un giorno manifestò
al padre il desiderio di avere una badante. Per sollevare tutti – disse – dalla
fatica di accudirlo. Il padre lo accontentò. Fece le sue ricerche, mise in moto le sue conoscenze e , un giorno, arrivò dalla Romagna una ragazzona robusta, alta e belloccia: Rosa. Aveva accettato l' incarico ad una condizione: che le facessero trattare Marco come voleva lei.
“Va bene. - disse il padre di Marco – Però non lo maltratti, non lo rimproveri troppo. Marco è molto sensibile. Questa è solo una preghiera, non una condizione”
“E perché dovrei trattarlo male, rimproverarlo? Ho in mente ben altro”.
La mattina successiva al suo arrivo, Rosa portò Marco in carrozzella al mare. Marco rimase in silenzio di fronte a un mondo meraviglioso e mai conosciuto e i suoi occhi sorrisero. Poi, dominata l' emozione, poggiò
la sua mano sul braccio di Rosa e disse: “ Grazie”
“Per tanto poco? - disse Rosa – Vedrai, fra qualche giorno che cosa ti combino!” Andò dal medico di famiglia e gli chiese se Marco poteva fare
il bagno al mare. “Si. – fu la risposta – se lei sa nuotare”.
“ Sono quasi una campionessa” . disse Rosa e andò subito a comprare un costume da bagno per Marco. Dopo pochi giorni sguazzavano tutti e due nell' acqua, ridendo e scherzando. Poi Rosa portò Marco alle sagre di paese dove si rimpinzarono di pesce fritto e di porchetta.
Poi venne la volta della discoteca. La prima volta che ci andarono, Rosa sistemò la carrozzella al bordo della pista e, rivolta a Marco disse: “Purtroppo tu non puoi ballare ma io si. Ti dispiace se io faccio qualche giro?” “No. No” rise Marco che si divertì un mondo a vedere le fantasiose esibizioni coreografiche di Rosa. Insomma Rosa trovava sempre il modo
di divertire e di interessare Marco, ma soprattutto di aprirlo al mondo.
E venne il momento in cui l' amicizia non bastò più né all' uno , né all' altra. Tra lo sgomento, lo scandalo, l' ammirazione di pochi, Marco e Rosa
si sposarono. Rosa chiamò un falegname perché sistemasse i letti in modo
che, loro due, potessero fare l' amore. Il falegname fu bravo, tanto bravo che, dopo i canonici nove mesi nacque un bambino bellissimo e sanissimo
al quale Rosa volle dare il nome del nonno paterno . In una piccola città di provincia, si sa, non mancano le malelingue.
Una di queste, durante una conversazione in piazza con Rosa, ebbe la sfrontatezza di chiederle se fosse vero che, per farle sposare Marco, la famiglia le aveva dato sessanta milioni di lire. “ Signora, si sbaglia. – rispose Rosa – Non mi hanno dato sessanta milioni. Me ne hanno dati cento” Che non fosse vero lo capì la stessa malalingua, guardando a fondo i limpidi occhi azzurri di Rosa.


Nota: Questa storia è vera. Ho conosciuto i protagonisti dei quali ho cambiato i nomi. E non dico il nome del paese dove è avvenuta.
.
Torna in alto Andare in basso
http://www.francamente.ning.com
 
Rosa
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Prosa-
Vai verso: