RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 SERENITA' - FABIO MARCHIO'

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime13/5/2010, 22:27

Era una fresca limpida giornata d'aprile e gli orologi segnavano l'una.
Questo fatto non dimostrava nulla.
Attese.
Era una fresca limpida giornata d'aprile e gli orologi segnavano le due.
Ora era certo, il tempo si era fermato.
Era stato attento, osservava le lancette degli orologi analogici, i numeri di quelli digitali, era stato attento.
Era una fresca limpida giornata d'aprile e gli orologi segnavano l'una.
Ecco! Era successo di nuovo! Nonostante la sua attenzione il tempo, questa volta era ritornato indietro. Usci di casa, ne sentiva il bisogno, doveva pensare.
Quello che succedeva, più in casa, più fuori, non comportava nessun cambiamento per lui, camminò.
Era una fresca limpida giornata d'aprile e gli orologi segnavano l'una, i giardini erano freschi dell'aria esausta dell'inverno, i primi segni della primavera inverdivano le cime dei rami degli alberi, tenue e vivo verde di germogli. L'una? Si guardò attorno, la vita scorreva, le macchine passavano, i pedoni avevano i loro percorsi, le loro mete, tutto era a posto, era una fresca limpida giornata d'aprile e gli orologi segnavano l'una, tutto poteva dirsi normale.
Aspettava assorto, osservando, quando l'orologio del campanile della chiesa li vicino battè le tre. Un sussulto lo risvegliò, il terzo rintocco l'aveva svegliato, non si aspettava il terzo rintocco. Le tre, ci doveva pensare, dov'era finito il tempo? Quello sequenziale, fatto di certezze, di ore che si susseguono con certezza implacabile, dov'era finito?
O forse era lui a muoversi lungo il tempo?
Per capire avrebbe avuto bisogno di mettersi un po' in disparte, come alla stazione, ti fermi sul marciapiede e osservi lo scorrere dei treni, in un senso e nell'altro, ma tu sei in disparte, altrimenti viaggi con, anzi dentro uno dei treni. Doveva trovare il marciapiede giusto, quello che l'avrebbe messo in disparte ad osservare, senza essere coinvolto.
Ritornò a casa, pensando che quel marciapiede non era collocato fisicamente, ma probabilmente era una condizione in cui lui avrebbe dovuto mettersi. Si concentrò, seduto in poltrona. Quella era la sua vecchia poltrona, lisa dagli anni ma sempre confortevole, anzi ogni anno che passava, diveniva più accogliente, era un entrare in simbiosi, lui e la poltrona, due che divenivano uno, ci stava bene in poltrona gli permetteva relax e mente sgombra.
Era una fresca limpida giornata d'aprile e gli orologi segnavano l'una.
Ecco! Era successo di nuovo. Lui non si era accorto dell'accadimento. Però recava memoria dei suoi pensieri, del prima, del giardino, del campanile. Ricordava le tre, di come s'era stupito al terzo rintocco, dei pensieri e delle azioni che l'avevano condotto alla sua poltrona. Aveva ricordo dell'attesa. Osservò l'esterno della casa, La strada, le persone e le macchine con le persone dentro. E le macchine senza persone dentro, macchine ferme.
C'era stato un tempo in cui lui guidava quelle macchine, c'era un tempo in cui dominava a piacere qualsiasi tipo di macchina, c'era stato un tempo così, ora non era più quel tempo.
Era una fresca limpida giornata di maggio e gli orologi segnavano l'una.
Gli alberi erano verdi e pieni, i fiori nei prati coloravano il verde dell'erba, bello gli ultimi scampoli del fresco primaverile, ora le giornate sarebbero divenute più calde, via via. Dalla sua poltrona lui osservava il passar del tempo. Più che il passare, questo movimento di avanti e indietro, come treni sui binari, ognuno con la sua destinazione, ma indifferente e forse inconsapevole, degli altri treni. Il pensare ai treni lo rendeva triste, ma era l'unica immagine che trovava per spiegare quello che gli succedeva. Ovvero a lui non succedeva nulla, era solo questo osservar il tempo, questo avanti e indietro, di cui era consapevole, che lo rendeva speciale. Almeno così pensava. Non aveva mai pensato se anche gli altri avevano esperienza, come lui, di questo andare a venire del tempo. Avrebbe potuto chiedere, ma a chi?
Era una fresca limpida giornata d'aprile e gli orologi segnavano l'una.
Lo trovarono una fresca mattina d'aprile, all'una, sulla sua poltrona, sembrava osservasse le persone che passavano in strada, sembrava molto assorto a pensare cose molto importanti, l'espressione era concentrata ma serena, come di uno che abbia visto una cosa importante, anche grande e incomprensibile, ma la serenità nei suoi occhi spenti era  indubbia.
Doveva esser morto da mesi, ma il corpo era integro, la pelle elastica, sembrava morto da pochi minuti, eppure il portiere confermava che erano mesi che nessuno lo vedeva, tutti pensavano fosse andato dal figlio, che viveva nella capitale, invece il vecchio era morto, l'ultimo giornale era di dicembre, dell'anno passato, anche l'edicolante confermava che era da dicembre che non s'era visto in giro.
Comunque, nessun segno di pasti recenti in giro, il putridume dell'appartamento, aveva richiamato l'attenzione, per questo erano entrati, e avevano trovato il corpo, fresco di morte in mezzo al marciume di mesi d'abbandono.
Una morte strana, solitaria, come tutte le morti dei vecchi di questi tempi.
Il vecchio sorrideva, aveva capito, la comprensione del meraviglioso disegno, aveva lasciato sul suo viso la traccia dello stupore e la serenità, che in fondo ben poco c'era da capire.
C'era solo da aspettare, prima o poi lo avrebbero trovato.
Si spense sereno.
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime13/5/2010, 22:33

Eccoci qui, care penne, cari amici, debbo dire con franchezza che il tempo s'è fermato in attesa di schiacciare il tasto irreparabile [Inviare] dopo la lettura di oggi. SERENITA' - FABIO MARCHIO' 344625
Cosa fatta capo ha!
Buona lettura!
SERENITA' - FABIO MARCHIO' 35710
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14693
Data d'iscrizione : 04.01.08

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime13/5/2010, 22:56

Eccoti, nuova PDG.
Ok ok
leggeremo della tua serenità Smile

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
taniafigaro
Top
Top
taniafigaro

Numero di messaggi : 81
Data d'iscrizione : 09.04.10

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime13/5/2010, 23:40

Devo dire che la fresca e limpida giornata d'aprile ha riscosso molto successo!!!!!!!
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 07:01

E' una fresca e schifosamente bagnata giornata ti maggio e il mio orologio segna le sette.
Buona giornata a tutti.

Tristemente dolce o dolcemente triste, questo è ciò che mi è venuto in mente al termine della prima lettura. Lo so, poi lo dovrò rileggere per capire bene tutto il gioco del tempo soggettivo e oggettivo, intanto ti lascio le mie impressioni a caldo.
Testo interessante, che tocca un tema che mi è caro, quello della solitudine della vecchiaia.
Lo fa dal punto di vista dell'anziano, un anziano che vive e poi finalmente muore lasciando che il tempo scorra su di lui e con lui, abbandonandosi al suo flusso in apparenza capriccioso.
Che devo dire: mi è piaciuto, coinvolge, ha quel pizzico di mistero irrisolto che a me piace molto, è originale.
Quindi un mio sincerissimo "brava" PDG Venerdina!
Torna in alto Andare in basso
Franca Bagnoli
Star
Star
Franca Bagnoli

Numero di messaggi : 1679
Data d'iscrizione : 02.04.10

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 07:33

Il tema ha toccato anche me che in certi momenti sento la solitudine della vecchiaia. Un testo pregevole, il tuo, cara PDG venerdina. E' scritto in modo originale, ( mi è piaciuta quella ripetizione: "Era una fresca limpida giornata d' aprile..." che sta a significare il tempo fermo per sempre per il Vecchio )e l' alone di serenità che hai saputo creare in questa storia di solitudine. Un applauso e un abbraccio. Franca.
Torna in alto Andare in basso
http://www.francamente.ning.com
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 07:55

Daniela Micheli ha scritto:
Eccoti, nuova PDG.
Ok ok
leggeremo della tua serenità Smile

Buongiorno Daniela, spero la notte ti abbia ben disposta alla lettura, il laccio del tempo ci stringe tutti ancora, ma verrà quel tempo "lasco o gran lasco" che ci permetterà un'andatura tranquilla e dolce.
La gente di mare avrà capito, per tutti gli altri "terricoli" lasco e gran lasco sono andature per prendere il vento, andature adatte alla navigazione tranquilla tipica della terza età...
....ciao admin SERENITA' - FABIO MARCHIO' 797452
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 08:00

taniafigaro ha scritto:
Devo dire che la fresca e limpida giornata d'aprile ha riscosso molto successo!!!!!!!

Gentile Tania, è verò. Nella lettura dell'incipit, la cosa che mi colpiva di più era la staticità della situazione, e poi era l'una di notte, di giorno di quando di dove? Così mi ha preso, questo tempo fermo.....ciao cara buona giornata SERENITA' - FABIO MARCHIO' 899765
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 08:10

Mario Malgieri ha scritto:
E' una fresca e schifosamente bagnata giornata ti maggio e il mio orologio segna le sette.
Buona giornata a tutti.

Tristemente dolce o dolcemente triste, questo è ciò che mi è venuto in mente al termine della prima lettura. Lo so, poi lo dovrò rileggere per capire bene tutto il gioco del tempo soggettivo e oggettivo, intanto ti lascio le mie impressioni a caldo.
Testo interessante, che tocca un tema che mi è caro, quello della solitudine della vecchiaia.
Lo fa dal punto di vista dell'anziano, un anziano che vive e poi finalmente muore lasciando che il tempo scorra su di lui e con lui, abbandonandosi al suo flusso in apparenza capriccioso.
Che devo dire: mi è piaciuto, coinvolge, ha quel pizzico di mistero irrisolto che a me piace molto, è originale.
Quindi un mio sincerissimo "brava" PDG Venerdina!

Caro Orso, le sette son un'orario un po' inconsueto per gli orsi, oppure sei un'orso mooolto particolare Smile hai capito benissimo il mio tentativo, il tempo lento che finalmente non ci possiede. Vediamo il suo scorrere, in un senso o in un'altro, l'altro senso sono le giornate uguali che si "riproducono" uguali a se stesse. Scoccano altre ore e son sempre le stesse, anche se il tempo è passato.....
La serenità è l'esser serenamente consapevoli che sia granelli di polvere, un po' di sano Zen.....buona giornata caro Mario SERENITA' - FABIO MARCHIO' 107918
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 08:16

PDG Venerdì ha scritto:
Daniela Micheli ha scritto:
Eccoti, nuova PDG.
Ok ok
leggeremo della tua serenità Smile

Buongiorno Daniela, spero la notte ti abbia ben disposta alla lettura, il laccio del tempo ci stringe tutti ancora, ma verrà quel tempo "lasco o gran lasco" che ci permetterà un'andatura tranquilla e dolce.
La gente di mare avrà capito, per tutti gli altri "terricoli" lasco e gran lasco sono andature per prendere il vento, andature adatte alla navigazione tranquilla tipica della terza età...
....ciao admin SERENITA' - FABIO MARCHIO' 797452

"Gran lasco" dove per lasco si intende non teso... a noi della terza età ricorda qualcos'altro Sad
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 08:18

Franca Bagnoli ha scritto:
Il tema ha toccato anche me che in certi momenti sento la solitudine della vecchiaia. Un testo pregevole, il tuo, cara PDG venerdina. E' scritto in modo originale, ( mi è piaciuta quella ripetizione: "Era una fresca limpida giornata d' aprile..." che sta a significare il tempo fermo per sempre per il Vecchio )e l' alone di serenità che hai saputo creare in questa storia di solitudine. Un applauso e un abbraccio. Franca.

Carissima Franca, un tema il tempo che mi ha sempre affascinato, da giovin con l'intento di viaggiarci attraverso, ora con la sensazione che il tempo ci attraversi. Hai colto il mio tentativo di descrivere la sensazione della solitudine, e della ripetitività, condizione che quasi quasi "ferma" il tempo, rendendolo uguale, ogni giorno è simile al precedente, creando situazioni di, quasi inutilità...Cara Franca, debbo dire che poi si incontrano persone nella vita, che non hanno età, anzi sembra abbiano le redini del tempo strette nelle loro mani, e guidano disinvolte il tempo... SERENITA' - FABIO MARCHIO' 952353 SERENITA' - FABIO MARCHIO' 35710 buona giornata carissima
Torna in alto Andare in basso
Franca Bagnoli
Star
Star
Franca Bagnoli

Numero di messaggi : 1679
Data d'iscrizione : 02.04.10

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 08:35

Buona giornata anche a te PDG venerdi. Un abbraccio. Franca.
Torna in alto Andare in basso
http://www.francamente.ning.com
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1493
Data d'iscrizione : 21.09.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 09:42

Il tempo è un grande mistero, oggi abbiamo 18 anni e domani 90!
Hai colto il momento in cui per qualcuno il tempo si ferma, ma senza apprensione, quasi con curiosità. E' un momento particolare, è proprio fermo, si entra ed esce come se fosse una porta, e alla fine si scopre che non è poi così difficile e non fa più paura.
Basta accettare la cosa con serenità.
La tristezza è presente solo quando gli altri si accorgono dopo mesi che l'uomo non si vedeva più. Per gli altri il tempo è continuato a scorrere normalmente dimostrando che non tutti gli orologi segnano lo stesso tempo.
Torna in alto Andare in basso
Annamaria Giannini
Top
Top
Annamaria Giannini

Numero di messaggi : 1185
Data d'iscrizione : 03.11.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 10:01

un sapore dolce amaro mi ha lasciato in bocca questa pagina, assaporata piano.
E la consapevolezza che il tempo è una cosa viva che può scorrere veloce, fermarsi, andare lento.
Non sono gli orologi a scandirlo.Ognuno di noi lo percepisce in modo diverso a secondo dello stato d'animo.
Un giorno può passare in secondo e un secondo essere eterno.
E alla fine del viaggio sembra inutile tutto l'affannarsi e ci si rende conto che , alla fine, non c'è niente da capire.
Un abbraccio PDG. Mi ha fatto pensare molto questa tua.Piaciuta.
Torna in alto Andare in basso
Martino Giusti
Top
Top
Martino Giusti

Numero di messaggi : 86
Data d'iscrizione : 11.02.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 10:07

Buongiorno,
ecco un modo diverso di concepire la morte.
Interessante e dai risvolti filosofici il cristallizzarsi del tempo personale nel momento del trapasso in contrapposizione a quello dell’ex mondo paragonato a treni che vanno nelle due direzioni della freccia del tempo.
E il suo “ipervivere” un “iperpresente” di un “iperspazio” lontano dal nostro ma in qualche modo “connesso” al nostro,
Sino a quando ha “deciso” di spegnersi.
In fondo il tempo dell'orologio non esiste
Esistiamo noi, il mondo ed i nostri cambiamenti con cui misuriamo e "ci" misuriamo.
Molto bene. Bravo/a pdg.

Buone cose a tutti.
SERENITA' - FABIO MARCHIO' 899765
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 10:09

Mario Malgieri ha scritto:
PDG Venerdì ha scritto:
Daniela Micheli ha scritto:
Eccoti, nuova PDG.
Ok ok
leggeremo della tua serenità Smile

Buongiorno Daniela, spero la notte ti abbia ben disposta alla lettura, il laccio del tempo ci stringe tutti ancora, ma verrà quel tempo "lasco o gran lasco" che ci permetterà un'andatura tranquilla e dolce.
La gente di mare avrà capito, per tutti gli altri "terricoli" lasco e gran lasco sono andature per prendere il vento, andature adatte alla navigazione tranquilla tipica della terza età...
....ciao admin SERENITA' - FABIO MARCHIO' 797452

"Gran lasco" dove per lasco si intende non teso... a noi della terza età ricorda qualcos'altro Sad
ah ah ah.....ricordi ora i profumi e il tempo si ferma, l'andatura "lasca" accompagna l'imbarcazione piu o meno alla stessa velocità del vento, quindi sembra non ci sia vento, sei nel vento, non c'è tensione e puoi assaporare quei profumi che giovani tensioni rapivano......eh si "giovani tensioni"......quasi di bolina stretta, veloce e tesissimo l'armo, mi stò perdendo nel vento... SERENITA' - FABIO MARCHIO' 575356 ....
.....ma vorrei esser stato molto più adeguato esteticamente...imparerò! SERENITA' - FABIO MARCHIO' 469464
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 10:22

Rita Paleari ha scritto:
Il tempo è un grande mistero, oggi abbiamo 18 anni e domani 90!
Hai colto il momento in cui per qualcuno il tempo si ferma, ma senza apprensione, quasi con curiosità. E' un momento particolare, è proprio fermo, si entra ed esce come se fosse una porta, e alla fine si scopre che non è poi così difficile e non fa più paura.
Basta accettare la cosa con serenità.
La tristezza è presente solo quando gli altri si accorgono dopo mesi che l'uomo non si vedeva più. Per gli altri il tempo è continuato a scorrere normalmente dimostrando che non tutti gli orologi segnano lo stesso tempo.

Cara Rita, non avevo neanche lontanamente considerato la tristezza, che giustamente è degli altri....il personaggio (che poi è molto autobiografico, e viene dalla sua infanzia questa considerazione...) si concentra e si abbandona al suo tempo, con meraviglia e serenità, vivendo, forse per la prima volte la consapevolezza di quale sia il gioco della vita e del tempo.....sia come sia, mi considero su questo molto egoista, ho sempre pensato alla tristezza del momento in cui "mi abbandonerò".....senza mai pensare agli altri, che "abbandonerò"....ci pensino loro a sè stessi...della vita io sono il soggetto più importante.
Poi son venuti i figli.......e l'egoismo, quello sano s'incrina.... Very Happy ma anche su questo, l'egoismo interviene...considero i miei figli tracce di me e quindi.....immortalità Embarassed
...che il tempo e gli orologi facciano il loro lavoro, noi intanto viviamo!
Buona giornata anche a te e grazie SERENITA' - FABIO MARCHIO' 556327
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 10:34

Annamaria Giannini ha scritto:
un sapore dolce amaro mi ha lasciato in bocca questa pagina, assaporata piano.
E la consapevolezza che il tempo è una cosa viva che può scorrere veloce, fermarsi, andare lento.
Non sono gli orologi a scandirlo.Ognuno di noi lo percepisce in modo diverso a secondo dello stato d'animo.
Un giorno può passare in secondo e un secondo essere eterno.
E alla fine del viaggio sembra inutile tutto l'affannarsi e ci si rende conto che , alla fine, non c'è niente da capire.
Un abbraccio PDG. Mi ha fatto pensare molto questa tua.Piaciuta.

Annamaria, grazie di esser passata!!!
Rinunciare al dolce? Rinunciare all'amaro? La mescola alchemica dei sapori rende saporita la vita.
Amo con la stessa intensità di come odio, vorrei morire con la stessa intensità di come son vissuto.
Trovai un giorno un pendolo e compresi che l'equilibrio non è stasi ma movimento, l'affannosa ricerca dell'equilibrio ci svia dal sereno percorso della vita, ho voluto tentar di descrivere quella condizione di stasi apparente, non son contento della forma ( e questo un mio limite... Embarassed )
Se la vita è cammino incontro alla morte, ebbene che sia vissuta come cammino e non come corsa.......lo Zen e l'inutilità della morte (prossima ipotetica sfida all'admin Laughing )
I sapori...i sapori....che bell'immagine mi hai trasmesso.....e i profumi dell'orso....ciao bella! Bella ciao! SERENITA' - FABIO MARCHIO' 952353
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 10:44

Martino Giusti ha scritto:
Buongiorno,
ecco un modo diverso di concepire la morte.
Interessante e dai risvolti filosofici il cristallizzarsi del tempo personale nel momento del trapasso in contrapposizione a quello dell’ex mondo paragonato a treni che vanno nelle due direzioni della freccia del tempo.
E il suo “ipervivere” un “iperpresente” di un “iperspazio” lontano dal nostro ma in qualche modo “connesso” al nostro,
Sino a quando ha “deciso” di spegnersi.
In fondo il tempo dell'orologio non esiste
Esistiamo noi, il mondo ed i nostri cambiamenti con cui misuriamo e "ci" misuriamo.
Molto bene. Bravo/a pdg.

Buone cose a tutti.
SERENITA' - FABIO MARCHIO' 899765

Buon giorno Martino, "ha deciso di spegnersi".....o meglio ha deciso che lo spegnersi in fin dei conti è l'azione centrale del film della vita.
Mi ha colpito, leggendoti, la frase finale del tuo profilo, "mi son perso e non so tornare" ma c'è un ritorno? Oppure è un perenne andare avanti?.....non ho fatto l'alpino Embarassed
buona giornata a te e grazie di esserti soffermato sulle mie "piccole" parole...ciao!
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 10:47

Vorrei regalare a tutti voi un'orologio con 48.....96 ore per giorno...ma forse meglio sarebbe rompere la molla di questi insensati orologi...buona giornata a tutti SERENITA' - FABIO MARCHIO' 952353
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 12:06

Uhmmmmmm.......credo che con questi commenti ai commenti tu ti sia come dire......svelato Very Happy
Non è una supposta Shocked è una certezza! Ebbravo!
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 12:08

racconto assorto come in disparte da ogni filo, da ogni possibile narrazione mondana. lontano da ogni sfida ad aggredire il gomitolo... racconto di una vita cristallizzata, come di quelle persone costrette nella immobilità a guadare ancora il flusso vitale. racconto come il cuore segreto di ogni orologio che riflette su se stesso e viaggia viaggi apparentemente predefiniti; come sui binari delle stazioni. racconto come su un binario morto... a raccontare di un treno fantasma che vuole offrirci e dirci quanto sia sereno il panorama dal finestrino.

il mistero di una morte così cara penna del venerdì è anche il mistero fresco di un commiato ancora dalla vita, ancora lì, sull'uscio del giorno, dove invecchiano le cose. gli sguardi cattivi della gente se lo sembrano... gli sguardi passanti, senza sapere neanche il perchè passano.

mirabile scrittura tessuta come nel silenzio del ragno... metafisica essiccata, ridotta all'osso. dono per dolci speculazioni future... questo racconto sembra fare l'eco a quello dell'altro giorno "Questo mondo non è fatto per essere scritto"

accidenti che hai visto! parla razza di morto, oppure dimmi dove hai scritto! ...mi verrebbe da esclamare. ma ti lascio questi versi del Montale:



Forse un mattino andando in un’aria di vetro,
arida, rivolgendomi, vedrò compirsi il miracolo:
il nulla alle mie spalle, il vuoto dietro
di me, con un terrore di ubriaco.

Poi come s’uno schermo, s’accamperanno di gitto
Alberi case colli per l’inganno consueto,
ma sarà troppo tardi; ed io me n’andrò zitto
tra gli uomini che non si voltano, col mio segreto.
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 12:09

oddio Mario, meglio le certezze che le supposte!

ciao PDG è stato molto bello leggerti


Ultima modifica di Luca Curatoli il 14/5/2010, 12:19, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 12:15

Mario Malgieri ha scritto:
Uhmmmmmm.......credo che con questi commenti ai commenti tu ti sia come dire......svelato Very Happy
Non è una supposta Shocked è una certezza! Ebbravo!

Svelar le supposte è una delle attività che la tecnologia non ha ancora risolto, l'involucro e la supposta stessa(essendo per sua natura scivolosa....)mettono da sempre l'umanità in difficoltà. Suppongo Laughing sia una forma di incetivo al consumo di supposte che schizzano alla fine fuori dall'involucro atterrando o su maglie pelose o pavimento sporco...e si ricomincia SERENITA' - FABIO MARCHIO' 36612
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime14/5/2010, 12:21

Luca Curatoli ha scritto:
racconto assorto come in disparte da ogni filo, da ogni possibile narrazione mondana. lontano da ogni sfida ad aggredire il gomitolo... racconto di una vita cristallizzata, come di quelle persone costrette nella immobilità a guadare ancora il flusso vitale. racconto come il cuore segreto di ogni orologio che riflette su se stesso e viaggia viaggi apparentemente predefiniti; come sui binari delle stazioni. racconto come su un binario morto... a raccontare di un treno fantasma che vuole offrirci e dirci quanto sia sereno il panorama dal finestrino.

il mistero di una morte così cara penna del venerdì è anche il mistero fresco di un commiato ancora dalla vita, ancora lì, sull'uscio del giorno, dove invecchiano le cose. gli sguardi cattivi della gente se lo sembrano... gli sguardi passanti, senza sapere neanche il perchè passano.

mirabile scrittura tessuta come nel silenzio del ragno... metafisica essiccata, ridotta all'osso. dono per dolci speculazioni future... questo racconto sembra fare l'eco a quello dell'altro giorno "Questo mondo non è fatto per essere scritto"

accidenti che hai visto! parla razza di morto, oppure dimmi dove hai scritto! ...mi verrebbe da esclamare. ma ti lascio questi versi del Montale:



Forse un mattino andando in un’aria di vetro,
arida, rivolgendomi, vedrò compirsi il miracolo:
il nulla alle mie spalle, il vuoto dietro
di me, con un terrore di ubriaco.

Poi come s’uno schermo, s’accamperanno di gitto
Alberi case colli per l’inganno consueto,
ma sarà troppo tardi; ed io me n’andrò zitto
tra gli uomini che non si voltano, col mio segreto.



Son io, son io
che aperta Pandora
ha bisogno
di contenimento....

Caro Luca, son appena partito e già ho terrore. Terrore di gonfiar troppo il petto e di levar la cresta...scoprendomi poi pollo SERENITA' - FABIO MARCHIO' 36612

Grazie del tuo commento, e grazie dell'indicazione comune (Luca & Mario)....curar deliro supponendo..... SERENITA' - FABIO MARCHIO' 36612
un abbraccio........hops PDG Venerdì...(mi scappava alla Bagnoli via) SERENITA' - FABIO MARCHIO' 36612
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




SERENITA' - FABIO MARCHIO' Empty
MessaggioTitolo: Re: SERENITA' - FABIO MARCHIO'   SERENITA' - FABIO MARCHIO' Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
SERENITA' - FABIO MARCHIO'
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Le proposte di scrittura a tema :: Anno Domini 2010-
Vai verso: