RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 La Stazione

Andare in basso 
AutoreMessaggio
taniafigaro
Top
Top
taniafigaro

Numero di messaggi : 81
Data d'iscrizione : 09.04.10

La Stazione Empty
MessaggioTitolo: La Stazione   La Stazione Icon_minitime25/5/2010, 12:33

S. aspettava il suo treno, come sempre in ritardo. Faceva quel percorso ormai da tre anni, e non ricordava una sola volta in cui quel treno fosse arrivato puntuale.
Dalla stazione all'Università erano solo sei fermate, e S. avrebbe potuto prendere tranquillamente il treno successivo, o anche quello dopo ancora, ma quella catena di ritardi la costringeva ad uscire di casa prestissimo, per trovars alla stazione ad un orario che le avrebbe permesso di arrivare a lezione in orario.
Perchè S. odiava i ritardi, e odiava i ritardatari. E se qualche mattina le capitava di fare un po' tardi, al punto di capire che non sarebbe mai stata in aula per l'inizio della lezione, allora preferiva starsene a casa studiare.
Ed era un peccato, perchè tutto sommato la stazione le piaceva. S. era una ragazza dinamica, sempre in moviemento, e la frenesia della stazione le metteva allegria, e le regalava lo sprint giusto per proseguire nel corso della giornata.
Il fatto di doversi muovere all'unisono con altre persone, per salire e scendere dal treno, in una sorta di coreografia collettiva di cui non si conosceva il coreografo, la incuriosiva e la affascinava.
Quando non doveva ripassare per un esame, amava osservare il volte dei passeggeri come lei, e cercava di immginarne la professione, la vita, i segreti, in un gioco infinito che non la stancava mai.
Proprio ora accanto a lei si è seduto un signore, di circa 40 anni, è alto, un po' robusto, con i capelli corti e gli occhi marroni, incorniciati da occhiali dalla montatura di ferro. Ha la classica aria da ingegnere, di chi si è rovinato la vista a forza di calcoli e di ore passate al pc.
Poco più avant un papà con il figlio, di circa 4 anni. Il piccolo sta sbocconcellando un cornetto al cioccolato, probabilmente la sua colazione. S. immagina la loro storia: un bambino non voluto da una ragazza troppo giovane per certe responsabilità, ma consapevole del fatto che abortire vuol dire uccidere. La gioia dei primi mesi, e poi l'abbandono. S. può quasi vedere quel ragazzo entrare in casa e trovare suo figlio (LORO figlio) placidamente addormentato nella culla, con accanto il biglietto di quella madre troppo giovane.
S. pensa che deve essere proprio difficile crescere un figlio da soli, soprattutto quando si è così giovani.

E poi pensa che aspettare quel treno ritardatario è proprio una grande fortuna.
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

La Stazione Empty
MessaggioTitolo: Re: La Stazione   La Stazione Icon_minitime27/5/2010, 21:03

vago e leggo in attesa che venga la mia ora.........mhhhh un pò macabra come affermazione eh?
Torna in alto Andare in basso
Giampiero Pieri
Star
Star
Giampiero Pieri

Numero di messaggi : 2332
Data d'iscrizione : 20.01.08

La Stazione Empty
MessaggioTitolo: Re: La Stazione   La Stazione Icon_minitime27/5/2010, 23:09

Mi piace questo filo di perline disposte l'una accanto all'altra sul filo della vita.
Torna in alto Andare in basso
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1499
Data d'iscrizione : 21.09.09

La Stazione Empty
MessaggioTitolo: Re: La Stazione   La Stazione Icon_minitime28/5/2010, 10:13

Adoro le stazioni, ogni persona ha la sua storia e spesso è facile leggerla. La stazione è un grande libro aperto, dove le parole sono le persone.
Bel racconto, S. sa guardare, non solo vedere.
Torna in alto Andare in basso
Franca Bagnoli
Star
Star
Franca Bagnoli

Numero di messaggi : 1679
Data d'iscrizione : 02.04.10

La Stazione Empty
MessaggioTitolo: Re: La Stazione   La Stazione Icon_minitime1/6/2010, 06:54

Bel racconto, Tania. La stazione è come un porto di mare: un via vai incessante di persone delle quali piace tentare di indovinare le storie. Buona giornata.
Torna in alto Andare in basso
http://www.francamente.ning.com
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

La Stazione Empty
MessaggioTitolo: Re: La Stazione   La Stazione Icon_minitime3/6/2010, 08:12

a volte mi prende il pensiero folle che un ritardo o un minuto di più o un minuto di meno, potrebbero cambiare tutto. ma quando comunque tutto scorre nella culla del tempo beh allora ci si può sorprendere con poco. mi piacciono i tuoi sguardi la tua curiosità
Torna in alto Andare in basso
taniafigaro
Top
Top
taniafigaro

Numero di messaggi : 81
Data d'iscrizione : 09.04.10

La Stazione Empty
MessaggioTitolo: Re: La Stazione   La Stazione Icon_minitime5/6/2010, 15:50

Luca Curatoli ha scritto:
a volte mi prende il pensiero folle che un ritardo o un minuto di più o un minuto di meno, potrebbero cambiare tutto. ma quando comunque tutto scorre nella culla del tempo beh allora ci si può sorprendere con poco. mi piacciono i tuoi sguardi la tua curiosità

Grazie Luca!
E' il sorprendersi con poco che rendela vita speciale..
Torna in alto Andare in basso
Massimiliano Procellaria
Top
Top
Massimiliano Procellaria

Numero di messaggi : 292
Data d'iscrizione : 03.10.08

La Stazione Empty
MessaggioTitolo: Re: La Stazione   La Stazione Icon_minitime9/6/2010, 20:49

Io invece la preferisco quasi deserta, la stazione, quando sta per calare la sera.
A proposito del pezzo, mi piacciono questi minuscoli frammenti di vita, visti da chi ancora è una semplice studentessa, che ancora conosce ben poco della vita...può sognare che mai arrivi il disincanto.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




La Stazione Empty
MessaggioTitolo: Re: La Stazione   La Stazione Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
La Stazione
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Prosa-
Vai verso: