RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 La strega del bosco

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Franca Bagnoli
Star
Star
Franca Bagnoli

Numero di messaggi : 1679
Data d'iscrizione : 02.04.10

La strega  del bosco Empty
MessaggioTitolo: La strega del bosco   La strega  del bosco Icon_minitime25/5/2010, 13:43

Nel bosco di un paesino di montagna viveva, in una casupola, una vecchietta quasi centenaria. Non era bellissima, anzi, a dire il vero, era proprio brutta, Aveva il naso lungo che spioveva sul mento appuntito e gli occhi velati da una pellicina biancastra. Gli abitanti del paesino, che era abbastanza lontano dal bosco, giudicandola dall’ aspetto, si erano convinti che fosse una strega. A questa convinzione aveva contribuito anche il suo brutto carattere. Alcuni cercatori di funghi che avevano bussato alla porta della sua casupola per chiedere un po’ d’ acqua per riempire la borraccia erano stati cacciati in malo modo, con la borraccia vuota. “Sì – avevano pensato – è proprio una strega”. La vecchietta viveva sola. Da tanto tempo aveva perso il marito e i figli andavano a trovarla quando potevano perché vivevano tutti in una lontana città dove lavoravano. I genitori dei bambini di quel paesino, quando i loro figli uscivano di casa pr andare a giocare, non si stancavano mai di raccomandare loro di non avvicinarsi alla casa della strega. I bambini erano spaventati ma, si sa, i bambini sono curiosi e ogni tanto qualcuno di loro sentiva una gran voglia di spingersi fino alla casupola proibita. E un giorno Peppinello decise di andare. Attraversando il paese si fermò al piccolo negozio di dolciumi e comprò un sacchetto di caramelle al miele. Cammina, cammina, arrivò alla casupola e, con un po’ di tremarella, bussò alla porta. La vecchia aprì uno spicchio odi porta e, appena vide il bambino, gridò: “ E tu chi sei? Che vuoi? Io vivo sola e non posso permettermi di aprire agli estranei. D’ altronde non conosco nessuno e se facessi entrare uno sconosciuto potrebbe derubarmi o addirittura uccidermi” Peppinello rimase male ma era deciso ad entrare in quella casa. “Ma io non voglio farti del male, né voglio derubarti. E che cosa dovrei rubare? Se vivi in una casa che è quasi una capanna, che cosa puoi avere di tanto prezioso?” La vecchia si arrabbiò moltissimo. “ E che ne sai tu di quello che ho?” Peppinello rimase mortificato e disse “Va bene, me ne vado. Ti lascio questo sacchetto di caramelle al miele”. La vecchia, che aveva una tosse che non guariva mai, si sentì attratta da quella delizia ma era diffidente. “Eh, non ci casco – disse – le avrai avvelenate” “Ma che dici? – disse Peppinello – Guarda, me mangio una io” Prese una caramella e se la lasciò sciogliere in bocca. La vecchia era titubante. “ Mangiane un’ altra. Però la scelgo io” Peppinello allungò il sacchetto fino alla mano ossuta della vecchia che pescò una caramella e la dette al bambino. Peppinello la succhiò lentamente e, quando l’ ebbe ingoiata tutta, disse sorridendo: “ Hai visto? La caramella l’ hai scelta tu ed io non sono morto” La vecchia aspettò un po’ e poi lo fece entrare. Il bambino si trovò in una cucina con un caminetto dove ardeva un bel fuoco. Alle pareti erano appesi mestoli e tegami di rame e vecchie fotografie del marito della vecchia e dei suoi figli. Peppinello si sentì felice in quell’ ambiente così caldo. La vecchia mise in bocca una caramella e i suoi occhi sorrisero. “Quando ho bussato – disse Peppinello – mi hai chiesto chi sono. Mi chiamo Peppinello. Ho una mamma e un papà, due fratellini e una sorellina piccola, piccola. Ancora non sa parlare, né camminare” Dagli occhi della vecchia scesero molte lacrime. “Ah, come ho desiderato una bambina! Se l’ avessi avuta forse ora non sarei così sola. Ma il Signore ha voluto così e così sia”. “Hai nominato il Signore. – disse Peppinello – Allora non sei una strega” “Eh, forse lo sono diventata. Ma non ho fatto mai del male nemmeno ad una mosca. Qualche zanzara, veramente, l’ ho ammazzata. Ma potevo farmi succhiare questo poco sangue che mi è rimasto? Ora torna a casa. I tuoi genitori saranno preoccupati.” Peppinello chiese se poteva tornare a trovarla. “Quando vuoi” – disse la vecchia. Peppinello tornò spesso dalla vecchia ma non per molto tempo. Un giorno trovò la vecchia distesa sul letto, senza vita. Il volto, sereno, era bellissimo. Peppinello scoppiò a piangere. Tornò a casa e raccontò ai suoi genitori tutta la sua storia di amicizia con la vecchia. Il papà e la mamma si commossero e vollero andare con il figlio nella casa della vecchia per salutarla e portare dei fiori. Sistemandoli in un vaso sopra una mensola, trovarono una busta. Dentro c’ erano poche banconote e un biglietto nel quale era scritto: “Lascio questa piccola somma che ho messo da parte dal denaro che mi hanno mandato i miei figli in tanti anni, a Peppinello. Sono pochi soldi ma ricorderanno a Peppinello che la sua amicizia ha risvegliato l’ amore soffocato nel cuore di una strega”.
Torna in alto Andare in basso
http://www.francamente.ning.com
Isabel Parreira
Top
Top


Numero di messaggi : 52
Data d'iscrizione : 01.04.10

La strega  del bosco Empty
MessaggioTitolo: Re: La strega del bosco   La strega  del bosco Icon_minitime29/5/2010, 01:06

e una sorellina piccola, piccola. Ancora non sa parlare, né camminare” Dagli occhi della vecchia scesero molte lacrime. “Ah, come ho desiderato una bambina! Se l’ avessi avuta forse ora non sarei così sola.

Chissà perché quando a una donna nascono solo maschi,si pensa che, se ci fosse nata una femmina la solitudine non la sentirebbero.
Io ho due femmine e nessun maschio e se non ci fosse perché sono io che le vado a trovare, chi li vedi mai?
E' si,...come al solito dicono sempre...mamma non ho tempo, il lavoro, il findazato...ecc,ecc...troppi impegni troppi...impegni...
alla fine quando sarò vecchia mi troverò a dire, ah!, se al posto delle femmine avesse avuto un maschio... Sad Sad
Torna in alto Andare in basso
http://www.parreiraisabel.blogspot.com/
Franca Bagnoli
Star
Star
Franca Bagnoli

Numero di messaggi : 1679
Data d'iscrizione : 02.04.10

La strega  del bosco Empty
MessaggioTitolo: Re: La strega del bosco   La strega  del bosco Icon_minitime1/6/2010, 12:16

Vedi, Isabel, non siamo mai contente.
Torna in alto Andare in basso
http://www.francamente.ning.com
Paolo Secondini
Top
Top
Paolo Secondini

Numero di messaggi : 324
Data d'iscrizione : 07.06.09

La strega  del bosco Empty
MessaggioTitolo: Re: La strega del bosco   La strega  del bosco Icon_minitime8/9/2010, 18:54

Come è vero che a volte le difficoltà, i problemi, le avversità della vita, influendo negativamente sulla nostra anima, la trasformano in modo profondo e radicale, facendoci agire in una maniera che sentiamo avulsa dal nostro comportamento naturale. Ma è pur vero che a volte basta un semplice gesto, un sorriso, una gentilezza ricevuti a donarci nuovo vigore morale, ad aprirci agli altri e all’esistenza con rinnovato entusiasmo.
Ciao, Franca
Torna in alto Andare in basso
Franca Bagnoli
Star
Star
Franca Bagnoli

Numero di messaggi : 1679
Data d'iscrizione : 02.04.10

La strega  del bosco Empty
MessaggioTitolo: Re: La strega del bosco   La strega  del bosco Icon_minitime8/9/2010, 19:07

E' vero, Paolo. la sofferenza, a volte ci rende "cattivi". Ma forse abbiamo solo bisogno di attenzione. Buona serata.
Torna in alto Andare in basso
http://www.francamente.ning.com
Contenuto sponsorizzato




La strega  del bosco Empty
MessaggioTitolo: Re: La strega del bosco   La strega  del bosco Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
La strega del bosco
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Prosa-
Vai verso: