RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime24/6/2010, 20:24

Un pomeriggio di Parole

La mia città non si chiama Selinunte, anzi, non si chiama proprio ed io non sono Nicolino, da tempo non mi chiamo più ragazzo e non ascolto di nascosto le parole del libraio: la mia città è il luogo che io voglio che sia ed io sono colui che voglio essere.
Perché le Parole hanno un potere che si rivela solo a pochi iniziati e non tutti i giorni.
In questo pomeriggio di salsedine che mi entra nei polmoni a ogni respiro, un osservatore superficiale direbbe che sto vagando da solo per la città; niente di più falso, oggi è uno di quei giorni e io sono in compagnia delle Parole e della loro magia.
Una piccola terrazza a picco sul mare mi tenta con le sue tovagliette svolazzanti e la promessa di una sosta.
Mi siedo, sono l’unico cliente di un barista triste che osserva gli altri quattro tavolini pateticamente vuoti.
Chiedo un Cuba Libre e mi guardo intorno.
La terrazza trema un poco a ogni ondata che s’infrange sulla scogliera, appena più in basso. Il cielo è percorso da nembi scuri e disordinati che si accalcano da ovest e cambiano continuamente forma mentre transitano a perpendicolo sulla mia testa. Credo che non lascino cadere la pioggia per puro calcolo utilitaristico: - Il piccolo ometto e il suo tavolino saranno presto spazzati via da qualche ondata, inutile sprecarci la nostra acqua - questo è ciò che pensano.
Io, stoico, sorseggio il mio drink. Mentre poso il bicchiere, mi sembra di vedere delle piccole onde sollevarsi persino dalla superficie ambrata, con i frammenti di ghiaccio che, in un impeto di megalomania, si atteggiano a iceberg. Al largo, laggiù verso sudest dove le nubi sembrano tuffarsi in mare e tutto si perde in una specie di oscura foschia, mi pare di scorgere la sagoma alata di un veliero.
Veliero: ecco una Parola.
Quante letture mi porta alla mente, quanti personaggi che attendono il risveglio; Achab, forse laggiù è il tuo Pequod? E tu, Long John Silver, hai trovato il tesoro? Horatio, congratulazioni per la tua promozione a Commodoro!
- Due mani di terzaroli, signor Bush, barra tre punti a sinistra.-
Passo gli ordini al mio secondo con voce ferma e chiara.
- Aye aye, capitano. -
Il Sutherland, vascello di linea a due ponti, settantaquattro cannoni, ha lasciato Portsmouth da un mese ed io, Horatio Hornblower, ne sono il comandante. Gli ordini sono semplici: incrociare lungo le rotte atlantiche per attaccare, affondare o catturare qualsiasi naviglio francese.
Avanziamo sulle onde molto inclinati sulla dritta, la velatura appena ridotta.
Il signor Bush indica un punto tre quarti a sinistra. Un lampo rischiara i flutti e il tuono secco e vicino copre per lunghi istanti il rombo dei marosi che s’ingrossano e sembrano scaraventarsi sulla nave.
- Ecco arriva, comandante! -
Il rollio si accentua, la ruota mette a dura prova la forza di McNulty, il timoniere, ma i miei ordini si susseguono rapidi e sicuri, lo sguardo fisso in avanti a meno di un miglio dal nostro bompresso:
- Alla via così. Spegnere i fuochi, cannonieri ai pezzi! E’ più pesante di noi e la prua affonda troppo, stavolta lo prendiamo! Aprire i portelli! -
Poco più avanti, il “Courage”, nave di linea francese da novanta cannoni su tre ponti, se la passa peggio. Non ha fatto in tempo a ridurre la velatura e il colpo di mare gli spezza il pennone di trinchetto. Trattenuto dalle sartie, il troncone cade in mare con le sue vele e il Courage sbanda paurosamente come se avesse gettato un’ancora in piena corsa.
Lo stiamo inseguendo da due giorni e finalmente gli scivoliamo sul bordo di sinistra, a meno di duecento yarde.
- Cannoni di dritta, fuoco a volontà.-
Osservo impassibile l’effetto delle scariche che si susseguono rapide. Vedo pezzi di fasciame strapparsi dalla nave nemica, l’albero di maestra spezzarsi e precipitare sul ponte.
Sul Courage però si sono riorganizzati. Bei marinai, anche sotto il fuoco sono riusciti a liberarsi del pennone e i cannonieri sono al loro posto.
Un’ondata solleva la nave francese che si era inclinata a babordo rendendo inservibili le batterie di sinistra. Ora le bocche da fuoco sono puntate dritte sul Southerland.
- Tutta la barra a sinistra! Adesso tocca a noi, signor Bush, non possiamo evitarlo.-
Una tremenda salva a palla e mitraglia ci spazza il ponte. Sangue e urla, sartie spezzate e brandelli di vele. Una palla porta via di netto la testa al guardiamarina Hampton, a due passi da me. Ma io continuo a impartire ordini con la voce tranquilla,  la battaglia continua.
Meno di un’ora, l’ultima per tanti bravi marinai.
La tempesta è scemata; il Sutherland è ferito ma vittorioso, grazie alle mie doti di marinaio e di comandante. Sono stato pronto a sfruttare la maggiore velocità e manovrabilità della mia nave che ora scarroccia sospinta da un vento leggero, uno strallo per governare, le altre vele superstiti terzarolate. Sull’oceano, pochi relitti fumanti e alcuni corpi inanimati indicano la tomba del Courage e del suo equipaggio.
- Un’altra vittoria per la Corona. Faccia l’appello degli uomini, Signor Bush, voglio sapere qual è stato il prezzo.-
- Sono sette Euro e cinquanta, ma veramente mi chiamo Giovanni; Bush chi? Quello dalla faccia da scemo che governava l’America?-
Il cameriere è in piedi vicino a me, lo scontrino in mano. Già, lui vuole i soldi, non gli importa delle mie Parole. Gli allungo una banconota da dieci e gli lascio il resto, mica sempre si può fare il taccagno e poi lo devo ringraziare, mi guarda come se fossi matto, ma non ha chiamato il 113.
Esco e mi avvio su per la scalinata, le raffiche di vento mi fanno rabbrividire e le nuvole devono aver perso la pazienza perché inizia a piovere. Rialzo il bavero del mio vecchio impermeabile e stringo la cintura.
Impermeabile: questa sì che è una Parola!
Accidenti al clima di New York. Non finisco d’imprecare che sento dei passi affrettati dietro di me. Su questa scalinata ventosa che dal molo 27 porta alla nona io credevo di essere solo. Mi volto, saranno una ventina di gradini e vedo che mi viene dietro un tipo sospetto. E’ grosso, ha la faccia cattiva, scommetto che sotto quella giacca ha pure l’artiglieria.
Due giorni fa mentre stavo uscendo dall’ufficio, Velda, la mia segretaria, mi aveva avvertito:
- Attento a quello che fai Mike, Half Nose Buddy è uscito di galera, è un duro e ha giurato di fartela pagare.-
- Non aver paura, piccola, il piombo che deve ammazzare il vecchio Mike Hammer non è stato ancora estratto dalla miniera!- Ma avevo toccato nervosamente il calcio della mia Betsy, la Colt 45 che mi fa compagnia nella fondina sotto l’ascella.
Betsy è femmina e come tutte le femmine sa essere sinuosa e letale; il suo contatto mi rassicura: lei ed io abbiamo fatto un bel po’ di buchi nella pancia degli imbecilli che volevano la mia pelle e i vermi dei cimiteri ringraziano. Ma Buddy è un duro, di quelli capaci di piantarti una dum-dum nello stomaco e guardarti crepare mentre sorseggia un bourbon con ghiaccio.
Lo chiamano Half Nose perché va in giro con una protesi di metallo sulla faccia; da ragazzo, un certo Joe Cribano gli ha tagliato metà del naso che Buddy aveva ficcato dove non doveva. Joe non ebbe molto tempo per pentirsi: appena uscito dall’ospedale, Buddy lo stese con una pallottola per gamba, poi gli tagliò i testicoli e glieli ficcò in bocca. Ecco chi è Half Nose, meglio non farlo incazzare.
Io invece il mese scorso ho dovuto piantare una libbra di piombo nella testa di suo fratello mentre indagavo su quel pasticcio del cambiavalute morto ammazzato, giù a Little Italy.
Buddy non l’ha presa bene.
- C'è un bel mucchio di fessi là fuori che ti farebbero volentieri la festa anche gratis, ma Buddy ha promesso una pila di verdoni a chi ti farà fuori. Stai in campana Mike, sarebbe un peccato, sei un così bell’uomo...-  L’ultimo avvertimento mi era arrivato giusto ieri sera da Red Tony, il barista di Happy Dog sulla trentaduesima. L’ho ringraziato stendendo con un gancio destro un tale che lo stava prendendo per il sedere. Già, Red Tony è un dannato finocchio e non fa nulla per nasconderlo, ma per il resto è un tipo a posto.
Intanto il tizio continua a seguirmi. Faccio finta di niente, mi chino ad allacciarmi una scarpa. Dannazione, oggi ho messo i mocassini, forse non sono troppo convincente. Comunque il tizio si ferma anche lui e si mette a guardare una vetrina. Peccato che sia spenta e non si vede un accidenti. Allora segue proprio me! M’infilo sulla Harrison, qui c’è traffico e gente, non sarebbe salutare spararmi alla schiena. Lui sempre dietro, sento i suoi passi sciacquettare nelle pozzanghere. In breve sono alla stazione della metro di Franklin e scendo le scale.
Ecco, arriva il treno, aspetto di sentire il sibilo dell’aria compressa che chiude le porte e salto sopra. Il ciccione non ce la fa e rimane a terra. Mi guarda strano mentre io gli sfilo davanti e gli faccio ciao con la mano. Intorno, sul vagone, non vedo altre facce sospette. Ora posso rilassarmi e togliere la mano dalla fondina.
E’ la mia fermata, scendo. Due passi e sono arrivato. Velda, la bella e calda Velda, mi starà aspettando per darmi il ben tornato a casa a modo suo.
Mi frugo in tasca, apro con la chiave.
- Da dove vieni Berto, dalle paludi? Pulisciti le scarpe, deficiente che non sei altro, non vedi che ho dato la cera? Poi togliti quell’impermeabile bagnato che sgoccioli dappertutto e sembri un vecchio esibizionista… almeno avessi qualcosa di decente da esibire!
- Sì Ve… cara, scusa, è pronta la cena? -
- Un accidenti. Tu te ne vai a zonzo tutto il pomeriggio, chissà dove, e poi con questo tempo, sei mica un giovanotto; io invece qui ad ammazzarmi in casa. Ma dove sei stato, cosa hai combinato?-
- Nulla di particolare, ho passato il pomeriggio in giro, in compagnia di qualche Parola.-



UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Hornblower UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB 18970670


Ultima modifica di PDG Venerdì il 25/6/2010, 13:24, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime24/6/2010, 20:25

Scusate l'anticipo, ma dopo esco e così adempio al mio obbligo. Very Happy
Buona serata a tutti!

Torna in alto Andare in basso
PDG Martedì
Top
Top
PDG Martedì

Numero di messaggi : 255
Data d'iscrizione : 23.04.08

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime24/6/2010, 20:57

tanto lo so chi sei ...
... questa sera torno, ciao
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime24/6/2010, 21:00

Buona serata. Aspetta, che mi oriento in questa girandola di parole e colpi di pistola. Sei un uomo. Perciò ti piace sparare Ma non voglio metterla sul discorso di genere. Devo riprendermi.
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime24/6/2010, 21:09

Beh, ho colto un lato umoristico niente male. Un falso duro che torna a casa e la finzione finisce. Si, un pomeriggio di parole e niente fatti. Una figura di uomo ben delineata.... se non ho preso un abbaglio. Ma tu sei scappato e non puoi rispondermi.
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime24/6/2010, 21:26

Ma tu, PDG Martedì sai tutto? Beata te. Io non so indovinare.
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime24/6/2010, 21:36

Penne, che fate? Non commentate l' ultimo arrivato?
Torna in alto Andare in basso
Lara Kelly
Top
Top
Lara Kelly

Numero di messaggi : 751
Data d'iscrizione : 28.05.10

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime24/6/2010, 22:39

Mi piace che quella Parola sia stata scritta in mauiscolo , sì mi piace Very Happy
Torna in alto Andare in basso
Lara Kelly
Top
Top
Lara Kelly

Numero di messaggi : 751
Data d'iscrizione : 28.05.10

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime24/6/2010, 22:41

torno con la valigia delle Parole e dei Pensieri.
a dopo Very Happy
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime24/6/2010, 23:16

Più lo leggo e più mi piace, questo pezzo. Per uscire dalla grigia quotidianità un uomo gioca con le parole, inventa avventure nella mala americana. Torna a casa e ricomincia la routine.
Si, bello. Molto originale ed anche un po' triste. Per dare un senso alla vita bisogna inventarselo un senso. O un nonsenso?
Torna in alto Andare in basso
PDG Martedì
Top
Top
PDG Martedì

Numero di messaggi : 255
Data d'iscrizione : 23.04.08

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 00:05

PDG Lunedì ha scritto:
Ma tu, PDG Martedì sai tutto? Beata te. Io non so indovinare.
è impossibile sbagliare , proviamo ad associare la foto di presentazione ai commenti con il racconto.............
Torna in alto Andare in basso
PDG Martedì
Top
Top
PDG Martedì

Numero di messaggi : 255
Data d'iscrizione : 23.04.08

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 00:16

Un po' Marlow, un po' Serpico ... ma personale. brava hai usato la penna come un remo che orienta la barca in acque estese , sei entrato in città con sicurezza marinara ... e poi hai fatto il ganzo ... con quella povera donna un po' incazzata
Una bella e riuscita prova narrativa
ciao.... tanto lo so chi sei
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 08:25

PDG Martedì ha scritto:
tanto lo so chi sei ...
... questa sera torno, ciao

UUUUH! ecchè, è 'o segreto di Pulicinella, uè !?

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Pulcinella
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 08:31

PDG Lunedì ha scritto:
Più lo leggo e più mi piace, questo pezzo. Per uscire dalla grigia quotidianità un uomo gioca con le parole, inventa avventure nella mala americana. Torna a casa e ricomincia la routine.
Si, bello. Molto originale ed anche un po' triste. Per dare un senso alla vita bisogna inventarselo un senso. O un nonsenso?

Buongiorno ignotissima PDG Lunedì, buongiorno a tutti!

Hai colto perfettamente: le Parole lo fanno evadere dal suo mondo grigio e noioso, lui si aggrappa ad esse e fantastica con gli eroi delle sue antiche letture, in questo caso il capitano Hornblower, protagonista di avventure di guerra e di mare di Cecil Forester, e Mike Hammer, l'investigatore privato di Mikey Spillane.
Poi però la reltà lo distoglie sempre , e poco gentilmente, dai suoi sogni.
Grazie e a dopo


Ultima modifica di PDG Venerdì il 25/6/2010, 09:10, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 08:38

PDG Martedì ha scritto:
Un po' Marlow, un po' Serpico ... ma personale. brava hai usato la penna come un remo che orienta la barca in acque estese , sei entrato in città con sicurezza marinara ... e poi hai fatto il ganzo ... con quella povera donna un po' incazzata
Una bella e riuscita prova narrativa
ciao.... tanto lo so chi sei

Ciao collega onniscente!

Niente Marlowe e niente Serpico, ma Hornblower e Mike Hammer, cioè Forester e Spillane... e la donna non è povera, ma una moglie-tiranno che ha soffocato ogni fantasia nel povero sognatore il quale cerca rifugio nelle Parole. A questo proposito anche la battuta sull'esibizionista la dice lunga.... ehm corta... ehm insomma.... Laughing


Ultima modifica di PDG Venerdì il 25/6/2010, 09:11, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 08:39

PDG Martedì ha scritto:
PDG Lunedì ha scritto:
Ma tu, PDG Martedì sai tutto? Beata te. Io non so indovinare.
è impossibile sbagliare , proviamo ad associare la foto di presentazione ai commenti con il racconto.............

La tua tecnica investigativa farebbe impallidire Marlowe, Holmes, Wolfe e pure Montalbano!
(ce la spieghi?)
Torna in alto Andare in basso
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1490
Data d'iscrizione : 21.09.09

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 08:42

Veramente delizioso questo racconto, caro Horatio. Ma tu sei quello che durante un viaggio ad un certo punto ha dovuto mangiare un topo della nave, come faceva la ciurma, anche se poi hai vomitato l'anima, ma non potevi far vedere che ti schifava. Insomma ci sai fare.

Bellissima l'idea di questo uomo che guarda la vita da un tavolino del bar e poi interpreta tanti personaggi, si inventa una vita avventurosa e sostanziosa per combattere forse la mediocrità della sua. La moglie chiusa in casa? ben le stà, dovrebbe anche lei imparare ad ammainare le vele, sgomitolare le parole e vivere con Orlando, con Yanez, con Giovanna d'Arco e Rosy Bindi.
Complimenti, idea originale. cheers
Torna in alto Andare in basso
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1490
Data d'iscrizione : 21.09.09

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 08:44

martedì non fa fatica a sapere chi siamo, è lei che distribuisce le pass! (forse)
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 08:50

Lara Kelly ha scritto:
torno con la valigia delle Parole e dei Pensieri.
a dopo Very Happy

Torna, caro Ideale!
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 08:55

Rita Paleari ha scritto:
Veramente delizioso questo racconto, caro Horatio. Ma tu sei quello che durante un viaggio ad un certo punto ha dovuto mangiare un topo della nave, come faceva la ciurma, anche se poi hai vomitato l'anima, ma non potevi far vedere che ti schifava. Insomma ci sai fare.

Bellissima l'idea di questo uomo che guarda la vita da un tavolino del bar e poi interpreta tanti personaggi, si inventa una vita avventurosa e sostanziosa per combattere forse la mediocrità della sua. La moglie chiusa in casa? ben le stà, dovrebbe anche lei imparare ad ammainare le vele, sgomitolare le parole e vivere con Orlando, con Yanez, con Giovanna d'Arco e Rosy Bindi.
Complimenti, idea originale. cheers

Grazie per i complimenti.
Sì, il sorcio di bordo per molti marinai dell'epoca era una prelibatezza Shocked e da guardianarina ho dovuto fare questo e altro... poi mi innamorai di una Ldy che andava sposa a un Pezzo Grosso, e poi...
Ma alla povera moglie tutto potevi infleggere fuorchè l'immedesimazione con Rosy Bindi; c'è un limite anche alle punizioni, esistono i diritti umani!
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 09:01

Buongiorno a tutte le penne. Qui sembra di essere a una convention della Parker o della Mont Blanc: penne a volontà e pochi altri.
Penna del Venrdì, chiudi la settimana coi fuochi d'artificio! Cannonate e pistolettate, pioggia e tuoni a movimentare almeno nell'imaginazione la vita di un povero cristo vessato non tanto dalla moglie brontolona quanto dalla vita, che lascia ben poco spazio ai sogni.
Un buon esercizio sul filo dei ricordi di letture presumo remote: i romanzi che citi non sono più in voga anche se di Hornblower ho visto abbastanza di recente una riduzione a puntate in TV.
Un saluto a te e a tutte le stilogr... ehmm, Penne.
Torna in alto Andare in basso
PDG Lunedì
Star
Star
PDG Lunedì

Numero di messaggi : 8728
Data d'iscrizione : 09.01.08

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 09:20

Ciao, Mario. Hai visto, ti ho fatto trovare lì sul tavolino vicino a te, latte freddo, caffè e 4 macine del Mulino Bianco (Ahi, ahi, si dovrebbero boicottare!) Buona giornata.


Ultima modifica di PDG Lunedì il 25/6/2010, 09:42, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1490
Data d'iscrizione : 21.09.09

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 09:21

Ma alla povera moglie tutto potevi infleggere fuorchè l'immedesimazione con Rosy Bindi; c'è un limite anche alle punizioni, esistono i diritti umani!


bè, le ho lasciato possibilità di scelta, magari la Giovanna non le piace.

Io avrei scelto l'Orlando, trooopo giusto. king

A beneficio del tuo protagonista le posso suggerire di immedesimarsi in Marylin! Very Happy
Torna in alto Andare in basso
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 09:39

PDG Lunedì ha scritto:
Ciao, Mario. Hai visto, ti ho fatto trovare lì sul tavolino vicino a te. latte freddo, caffè e 4 macine del Mulino Bianco (Ahi, ahi, si dovrebbero boicattare!) Buona giornata.

UUH, grazie! Gnammm...
Già, boicottare, sarebbe bello poter boicottare tutto ciò che andrebbe boicottato.
Ma se vai nei supermercati con il tuo budget da pensionato devi essere pragmatico e quando trovi offerte 3x2 o sconti, arraffi quello che c'è. Sai, da quando sono andato in pensione nel 2004 la mia pensione (e quella di tutti) si è ridotta in termini assoluti (tasse regionali aumentate) e dimezzata in termini di potere d'acquisto. E ora, dopo gli altri tagli agli enti locali, sarà pure peggio...
Torna in alto Andare in basso
Divagazioni laterali
Star
Star
Divagazioni laterali

Numero di messaggi : 1490
Data d'iscrizione : 21.09.09

UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime25/6/2010, 09:47

a questo punto, taglia qua, taglia là, forse riuscirò a fare la dieta!
intanto gnam, ti ho fregato una macina, tiè!
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Empty
MessaggioTitolo: Re: UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB   UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
UN POMERIGGIO DI PAROLE - PAB
Torna in alto 
Pagina 1 di 3Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Le proposte di scrittura a tema :: Anno Domini 2010-
Vai verso: