RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 Sacco e Vanzetti

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Franca Bagnoli
Star
Star
Franca Bagnoli

Numero di messaggi : 1679
Data d'iscrizione : 02.04.10

Sacco e Vanzetti Empty
MessaggioTitolo: Sacco e Vanzetti   Sacco e Vanzetti Icon_minitime19/7/2010, 14:41

Vorrei ricordare due italiani, due vittime di una giustizia cieca e faziosa, razzista e spietata..
Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti emigrarono in America a cercare lavoro e dignità.
Nicola era nato nel 1891 a Torremaggiore in provincia di Foggia. Era sposato ed aveva
un figlio. Bartolomeo era nato nel 1888 a Villafolletto in provincia di Cuneo.
Erano stranieri, anarchici, poveri. Tre ottimi motivi per entrare nel mirino della "giustizia"
americana che, in quella occasione, fece le prove della caccia alle streghe di infausta
memoria maccartista. Furono accusati di un omicidio compiuto nel corso di una rapina
organizzata da loro stessi. Le deposizioni testimoniali che li discolpavano non bastarono.
Non bastò nemmeno la confessione del vero colpevole dell' omicidio, il portoricano
Celestino Madeiros. Intellettuali, personaggi di spicco di tutto il mondo si mobilitarono
perché fosse riconosciuta la loro innocenza. Non bastò neppure questo. Il 15 Aprile 1920
furono condannati a morte e il 23 Agosto 1927 furono uccisi sulla sedia elettrica nel
Penitenziario del Massachusset. Nel 1977 l'America li ha riabilitati.
Un regista di cui non ricordo il nome ha girato un bel film sulla loro vicenda e Francesco
De Gregori ha dedicato ai due martiri un bel brano del suo CD "Il fischio del vapore"
Il 1927 è una data per me significativa. Il 23 Agosto 1927 avevo poco più di un mese.
Troppo poco per piangerli. Ma quando fui un po' più grande sentii parlare di loro da mio
nonno e da mio padre. E, caso strano, perché le donne a quei tempi non avevano modo
di interessarsi a queste cose, anche da mia madre sul cui volto appariva il rossore della
vergogna e dello sdegno, ogni volta che ne parlava. Joan Baez ed Ennio Moricone hanno
scritto molte canzoni per Nicola e Bartolomeo. Ve ne propongo una.

Sì, padre, son carcerato.
Non aver paura di parlare del mio reato
Crimine di amore per i dimenticati.
Solo il silenzio è vergogna.

Ed ora ti dirò cosa abbiamo contro di me.
Un' arte che è stata viva per secoli.
Percorri gli anni e troverai
Cosa ha imbrattato la storia.

Contro di me è la legge con la sua immensa forza e potere.
Contro di noi è la legge!
La Polizia sa come fare di un uomo un colpevole o un innocente.
Contro di noi è il potere della Polizia!
Le menzogne senza vergogna dette da alcuni uomini
saranno sempre ripagate in denari.
Contro di noi è il potere del denaro.
Contro di noi è l' odio razziale e il semplice fatto
che siamo poveri.

Mio caro padre, son carcerato.
Non vergognarti di divulgare il mio reato.
Crimine di amore e fratellanza.
E solo il silenzio è vergogna.

Con me ho il mio amore, la mia innocenza, i lavoratori e i poveri.
Per tutto questo sono integro, forte e pieno di speranze.
Ribellione, rivoluzione non han bisogno di dollari
ma di immaginazione, sofferenza, luce ed amore e rispetto
per ogni essere umano.
Non rubare mai, non uccidere mai; sei parte della forza e della vita.
La Rivoluzione si tramanda da uomo a uomo, da cuore a cuore.
E percepisco, quando guardo le stelle, che siamo figli della vita
....La morte è poca cosa.
Torna in alto Andare in basso
http://www.francamente.ning.com
Franca Bagnoli
Star
Star
Franca Bagnoli

Numero di messaggi : 1679
Data d'iscrizione : 02.04.10

Sacco e Vanzetti Empty
MessaggioTitolo: Re: Sacco e Vanzetti   Sacco e Vanzetti Icon_minitime19/7/2010, 14:43