RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 Bi bidibodi bu...[ta ta ta ta...] [atto quarto]

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Guido Paniccia
Junior
Junior
Guido Paniccia

Numero di messaggi : 16
Data d'iscrizione : 19.09.10

Bi bidibodi bu...[ta ta ta ta...]    [atto quarto] Empty
MessaggioTitolo: Bi bidibodi bu...[ta ta ta ta...] [atto quarto]   Bi bidibodi bu...[ta ta ta ta...]    [atto quarto] Icon_minitime21/9/2010, 14:50

"Bidibodi bù, bidibodi ghé, bidibodi bù, bidibodi ghé.....

Bi bidibodi bù....."





Così cantava Bondo, in un giorno della calda estate mentre tutto contento e giulivo, saltava sul letto del Signore che, dal canto suo aveva gradito non poco la canzoncina creata dal nostro, divenuta così l'inno ufficiale del partito dell'amore. Anche le ultime resistenze della mariavittoriabilla erano state vinte, per cui Bondo poteva godere nel molleggio del lettone del signore, il giusto premio di riconoscenza di tutti gli innamorati del paese. Rimaneva però una situazione da definire, delle storie da completare, dei conti da saldare, dei capelli da impiantare [che nel paese dell'amore era una costante, lo stesso signore era ricorso ad un robusto trapianto, nel periodo storico noto come l'era della bandana]. Narra infatti la storia recente del paese governato dal partito dell'amore che, probabilmente per il troppo affetto non sempre adeguatamente corrisposto, alcuni sudditi cominciarono ad avanzare pretese verso il signore, ed alcuni addirittura iniziarono ad ipotizzare di prenderne il posto. La gratitudine si sa non è di questo mondo! Furono così prese d'assalto tutte le fabbriche di stracci del paese, seguite a stretto giro da quelle di sedie e sopra mobili. Si tirarono dapprima gli stracci e la cosa fece non poco scalpore, poi fu il turno delle sedie e soprammobili, e lo scalpore fu ancora maggiore anche in conseguenza dei segni portati dai malcapitati.

In tutto questo baillame di caos, ripresero fiato anche coloro messi in disparte dal signore, i soliti bocchini, i granati, lebellevedove. Alcuni con il proposito di ricomporre la situazione, altri con l'intento neppure troppo nascosto di rovesciare il tutto, magari cercando di insediare Fino al comando delle truppe dell'amore. Tra casini e casotti, sempre molto frequentati dai tombeurs de fammes, la vita correva veloce; l'unico che sembrava non accorgersi di nulla era proprio Bondo; l'essere scemo completamemente ha anche i suoi vantaggi del resto. Così, non trovando nulla da fare, il nostro pensò bene di mettersi a polemizzare con uno dei sindaci del regno senza re, su chi doveva incassare gli enormi proventi derivanti dalle visite dei turistis, popolo nomade che soprattutto d'estate era solito girovagare nel bel paese dell'amore, ad una statua di un tale Michelangelo vissuto alcuni secoli prima. Bondo non conosceva bene la storia dell'artista e questa lacuna, che cercava di nascondere al mondo, lo rendeva molto aggressivo ed intrattabile, aumentando oltre tutto la sudorazione ascellare, così che al puzzo di cavolo suo proprio, si aggiunse un certo olezzo di minestrone andato a male, con il risultato che i turistas, poco inclini a sorbire tali odori nauseabondi, lasciarono in fretta e furia il paese dell'amore, privando così le casse del regno senza re, dei soldi necessari per ingaggiare le nuove concubine. Era d'usanza infatti sostituire le cortigiane ogni tre mesi, a meno che le stesse non riuscivano a convincere il signore della bontà dei loro servigi, nel qual caso potevano addirittura aspirare a guidare un ministero tutto loro.



continua....













Guido, che si autonominò cantore della triste esistenza del Bondo nazionale.
Torna in alto Andare in basso
Daniela Micheli
Admin
Admin
Daniela Micheli

Numero di messaggi : 14694
Data d'iscrizione : 04.01.08

Bi bidibodi bu...[ta ta ta ta...]    [atto quarto] Empty
MessaggioTitolo: Re: Bi bidibodi bu...[ta ta ta ta...] [atto quarto]   Bi bidibodi bu...[ta ta ta ta...]    [atto quarto] Icon_minitime21/9/2010, 22:25

E noi, del Bondo nazionale, le gesta aspettiamo
che il cantor Guido non lo denigriamo....

_________________
Il più grande condottiero è colui che vince senza combattere.[Sūnzǐ Bīngfǎ, 孫子兵法]
Torna in alto Andare in basso
 
Bi bidibodi bu...[ta ta ta ta...] [atto quarto]
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Prosa-
Vai verso: