RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime7/11/2010, 15:19

La domenica s’ incontrano al Centro
alcune hanno sul volto il sorriso,
altre la tristezza.  Parlano tutte
la stessa lingua che non è quella
del luogo. Poi, la sera, si affrettano
al ritorno a una casa che non è la loro
ed è lontana  due giorni e una notte.
Sono gentili  e nella casa che non è loro
sorridono sempre, anche se hanno
la morte nel cuore: per i figli lontani
per il marito che non c’ è più,
per la vita che le ha tradite.
Poi si rasserenano e tornano a vivere
la loro vita. Son le badanti.




Grazyna aveva trentasei anni quando morì suo marito di un infarto.  Si erano sposati molto giovani e avevano avuto due figli maschi e una femmina. Il colpo fu durissimo, sul piano affettivo e su quello economico. Gregori era l’ unico che portava uno stipendio a casa e, cosa più importante, era uno splendido compagno che affiancava Grazyna nell’ educazione dei figli che seguiva con amore in tutte le loro attività.
       Tornando dal funerale la donna si mise a preparare la cena mentre i figli, in silenzio, si ritirarono nelle loro stanze per studiare. Quando la cena fu pronta  tutti mangiarono in fretta, con la testa china sul piatto, in un’ atmosfera di pesante tristezza. Poi Grazyna mise i piatti nel lavandino ma non aveva voglia di lavarli. Andò in camera da letto e si lascò cadere su una poltrona. Il viso tra le mani, la voce di pianto, disse ad alta voce: “E adesso che faccio? Con quali mezzi farò mangiare, vestire e studiare i miei figli?” La mattina successiva si mise in giro per negozi,  per chiedere se avevano bisogno di una commessa o se conoscevano qualche famiglia che avesse bisogno di una domestica. Le risposte che ebbe  alle domande che, dopo un po’, le sembrarono una noiosa cantilena ripetitiva, furono tutte negative.  Grazyna continuò il suo pellegrinaggio ma
quello che ottenne fu troppo poco: tre ore di servizio domestico presso una famiglia e quattro ore in un’ altra. Era appena uscita dal negozio dove un’ anziana che le aveva fatto l’ ultima offerta, la
richiamò. “ Guardi, signora, a Varsavia c’ è un’ agenzia che si occupa di trovare badanti per persone  dalla salute compromessa. Grazyna ne aveva sentito parlare ma aveva scartato l’ idea che comportava la necessità di lasciare la Polonia e, soprattutto, i suoi figli.     Ora, di fronte all’ impossibilità di trovare un lavoro all’altezza delle sue necessità economiche riprese in considerazione questa soluzione.  Il mattino successivo, sistemati i figli da sua madre, prese il treno per Varsavia che non era troppo lontana dal paese in cui viveva.  All’ agenzia le dissero che  c’erano due possibilità: una in Francia e l’ altra in Italia. Quando chiese a quanto sarebbe ammontato lo stipendio, le dissero che si sarebbe aggirato intorno ai mille euro. Grazyna chiese ancora a quanto corrispondessero mille euro . Le fecero il conto e la donna sorrise , ringraziando: era una somma perfettamente adeguata a ciò di cui aveva bisogno. Immediatamente decise: sarebbe andata in Italia. L’ impiegato dell’ agenzia le disse che poteva scegliere tra Torino e Genova.

“Ah, Genova .- disse Grazyna – Se non sbaglio c’ è il mare.  
Durante il viaggio la mente di Grazyna era attraversata da mille pensieri e sentimenti. Era contenta di aver trovato un lavoro ben retribuito ma naturalmente pensava con malinconia ai figli che aveva
lasciato alla madre la quale aveva concordato con la suocera di Grazyna  che, a turno, li avrebbero ospitati tutti e tre perché  non fossero divisi. Poi non sapeva come l’ avrebbe accolta la famiglia
dell’ anziana donna che avrebbe dovuta accudire. Con questo tumulto di pensieri e sentimenti il viaggio le sembrò meno lungo di quanto avesse immaginato. Scese  dal bus in una piazza di Genova e si avviò decisa alla sua destinazione che non era molto lontana. Suonato il campanello
le venne ad aprire una donna abbastanza giovane che si presentò, tendendole la mano: Sono la figlia della signora che dovrà accudire  e mi chiamo Ersilia. Se non le dispiace possiamo darci del tu. Grazyna che parlava abbastanza bene  italiano per averlo studiato a scuola  si sentì molto sollevata e rispose  che sì, molto volentieri  le avrebbe dato del tu. Intanto Ersilia si era avviata in cucina dove era già apparecchiato e , sul fuoco, borbottava una pentola.
“Ti dispiace mangiare in cucina? – chiese Ersilia- è più comodo e più pratico”
“Anche noi mangiamo sempre in cucina – ribatté Grazyna – e di nuovo sorrise. Temeva che l’ avrebbero fatta mangiare da sola per mantenere le distanze. Durante il pranzo Ersilia la informò sulle condizioni della madre.
“ Soffre di sclerosi multipla ma è lucida e ancora può camminare, anche se a fatica. Sta tranquilla. Vedrai che se ci organizziamo bene il tuo lavoro non sarà tanto faticoso”.
Iniziò così una convivenza tranquilla e piacevole. Ersilia e Grazyna facevano le faccende domestiche insieme , la sera Grazyna guardava  la televisione ed Ersilia lavorava a maglia o navigava in internet. Oppure, se faceva caldo, andavano tutte e due sul balcone a chiacchierare. Non era raro che ci scappassero quattro risate.
Ogni sabato Alessandro il figlio di Irma , l’ anziana signora, andava far visita alla madre. Dopo un po’ di tempo Alessandro, un aitante quarantenne, cominciò a corteggiare Grazyna che, come tutte le donne ne fu lusingata. Tuttavia, negli incontri con le sue connazionali, nei giorni liberi, aveva sentito raccontare squallide storie di badanti raggirate da uomini che prima le avevano illuse con
il miraggio del matrimonio e poi le avevano piantate, oppure le avevano sistematicamente tradite assicurandosi l’ assistenza al malato e le faccende domestiche a costo zero.  C’ erano stati anche casi, le avevano raccontato,  di induzione alla prostituzione.  Grazyna fece del tutto perché Alessandro non credesse che lei avrebbe accettato una relazione e intanto pensava a come poter sapere qualcosa di risolutivo sulla vita del suo corteggiatore.

  Nelle uscite  nei giorni liberi, Grazyna aveva cercato di conoscere  delle connazionali. Fu più facile di quanto credesse. In pochi giorni trovò cinque ragazze, badanti come lei. Appena giunse il suo giorno libero, parlò con le amiche del suo problema.
Una di loro le disse: “Assumi un investigatore. Ti saprà dire  vita, morte e miracoli di Alessandro.” Grazyna scoppiò in una risata ma poi si fece seria.  
“Ma quanto mi costerà?”
“Dipende- le rispose Alina che sembrava la più informata- se l’ investigazione sarà breve, credo non tanto.  Se sarà lunga e complicata, molto”.
Intanto Alessandro continuava a farle la corte con allusioni, sapientemente calibrate, all’ idea del matrimonio. La ragazza che stava perdendo la sua serenità, si decise a rivolgersi ad un investigatore.  Fortunatamente l’indagine fu breve: su Alessandro si scoprì che la sua vita era essenzialmente normale e che aveva un’amante. Grazyna pensò di saperne abbastanza per far capire ad Alessandro di non potere sperare in alcun tipo di relazione sentimentale.
   Tre mesi dopo Irma morì. Grazyna la pianse sinceramente. Era stata sempre gentile con lei cercando, nei limiti che le erano consentiti, di ricorrere il meno possibile al suo aiuto. Dopo il
funerale abbracciò Ersilia e le disse: “Se vuoi che mi trattenga ancora un po’ per aiutarti nelle varie incombenze che la situazione comporta, lo farò volentieri”
“Si, ti prego – rispose Ersilia – resta ancora un po’!”  Così provvidero alla sepoltura di Irma, scegliendo una bella lapide di marmo rosato sulla quale apposero una foto di quando la donna era un po’ più giovane. Dopo una ventina di giorni Alessandro chiese a Grazyna di sposarlo. La donna pensò all’ amante e non ebbe dubbi che non l’ avrebbe lasciata.
“Ti ringrazio – gli disse- ma, vedi. Io voglio tornare dai miei figli. alla mia casa, alla mia Polonia. Intanto mi godrò queste cose importanti. Poi aspetterò che una famiglia mi chiami per fare il lavoro che facevo qui. Spero di trovare una famiglia accogliente come la vostra. Tu, Alessandro, sposa una ragazza di questa magnifica città, o, comunque italiana. Sei un bell’ uomo e spero che farai felice la donna alla quale ti unirai” Lo abbracciò  e poi andò in camera sua a preparare i bagagli.


Ultima modifica di La Penna del Giorno il 7/11/2010, 16:46, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Paolo Secondini
Top
Top
Paolo Secondini

Numero di messaggi : 324
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime7/11/2010, 15:37

Leggendo il racconto - scritto bene - ho avuto l’impressione di un susseguirsi di drammi: la morte di Gregori, l'impossibilità di Grazyna di provvedere alla propria famiglia, l’abbandono della Polonia, la situazione precaria di Irma, la presenza non rassicurante di Alessandro, la morte di Irma ecc. Una serie di drammi, dunque, che rende la vicenda molto intensa, vibrante, avvincente.
Si lamenta, purtroppo, una non perfetta impaginazione del racconto: si vede che Daniela andava un po’ di fretta.
Un saluto e complimenti alla PdG
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime7/11/2010, 15:54

Grazie, Paolo. Purtroppo spesso si aggiunge dramma a dramma. Un caloroso saluto a tutte le penne. Vi posso offrire un gelato?
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime7/11/2010, 15:59

Vedi, Paolo, le badanti vanno in case dove c' è un malato o una donna anziana rimasta sola. Ho voluto parlare di questo tema oggi attuale e che ha molti aspetti dolorosi e talvolta inquietanti.
Torna in alto Andare in basso
Paolo Secondini
Top
Top
Paolo Secondini

Numero di messaggi : 324
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime7/11/2010, 16:39

Cara Penna, credo proprio di averti riconosciuta, ma siccome sono un "gentiluomo", taccio.
Ti auguro una felice domenica sera.
Paolo
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime7/11/2010, 16:44

Può darsi che ti sbagli, caro Paolo. Una felice domenica sera a te.
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime7/11/2010, 17:41

Caro Orso ti ho visto a letto con un termometro infilato in bocca e dei cerotti sulla testa. Ma sei raffreddato o qualcuno ti ha bastonato? Dimmelo, che lo faccio nero
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime7/11/2010, 22:43

Penne che fate? Svegliatevi. Io sto ancora qui per un po' ad aspettarvi.
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime8/11/2010, 00:10

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI 770113 Vado a dormire. A domani.
Torna in alto Andare in basso
maurizio estiqaatzi marin
Junior
Junior
maurizio estiqaatzi marin

Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 30.10.10

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: canovaccio?   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime8/11/2010, 07:40

premesso che io non sono un "addetto ai lavori"dico che e'molto ben scritto ma affollato di boccioli non fioriti,sembra la spiegazione di un racconto piu' lungo fatta condensando i temi salienti.
comunque ben articolata nella sua brevita'.
Torna in alto Andare in basso
http://ziom4u.blogspot.com/
Mario Malgieri
Star
Star
Mario Malgieri

Numero di messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 12.05.08

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime8/11/2010, 08:11

Buongiorno a tutti, e a te, Penna.
S', mi hanno bastonato, un miliardo di bacillacci cattivi cattivi, ma li sto sistemando a dovere, uno per uno, ma che fatica!

E veniamo al tuo racconto.
Per tematica e stile mi pare di averti individuata, ma potrei sbagliare.
Anch'io, come chi mi ha preceduto, trovo che l'unico difetto sia quello di avere troppa carne al fuoco: alla fine pare di aver letto una bella traccia di romanzo dove i vari temi sono forzatamente accennati. Colpa dei limiti imposti, certo, ma visto che sono finalizzati a non fare della futura antologia un volume tipo Enciclopedia Britannica per una volta ammetto che siano giusti.
Quindi un applauso sincero per scrittura e storia, un invito a svilupparlo di più in futuro, svincolato dagli obblighi di battute.
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime8/11/2010, 09:37

Graiem zio Mau e grazie Orso.Sono d' accordo con voi. Sono portata alla sintesi ma questa volta ho esagerato. Caro Orso vedo che sei agguerrito.Questa si può chiamare una giusta guerra. Ti auguro di sconfiggere presto i nemici.
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime8/11/2010, 10:07

Ah, Genova, mi verrebbe da esclamare anche a me cara penna del giorno, per quel grande porto di mare.
il racconto comincia in versi. ma potrebbero essere anche lacrime trascritte, come in una lettera. sentimenti innanzi tutto, i quali viaggiano viaggi molto lunghi. Grazyna.
Grazyna sa fare tante cose in questo racconto; non si perde d'animo. talmente brava che si presenta alla porta di una sconosciuta; dove entra letteralmente in un'altra storia: fatta di altri nomi.
tutto scorre apparentemente come deve scorrere, in questo racconto scandito dagli spostamenti piò o meno lunghi e dalle cose da fare. magari una vita così appare un poco riassuntiva, come se ogni vita si potesse facilmente riassumere, pure quella che venisse da un'altra lingua... in fondo la nostra tanto bistrattata Italia non è poi così lontana da quel mondo civile che le nostre cronache quotidiane lo apparentano piuttosto al degrado e al paese dei balocchi.

Grazyna, di lei e della sua storia, ce ne racconti pdg, come la si potrebbe raccontare una storia in cucina: riassumendocela per noi, che viviamo nel nostro orticello e i nomi di città li leggiamo sui cataloghi delle agenzie di viaggio...

ci sono alcuni passaggi forzatamente semplici, anche se non vengono celate le difficoltà. mi appare poco credibile ad esempio che una donna venuta dall'est, con figli da mantenere, perda tempo ad assumere un investigatore privato per un italiano che gioca a corteggiarla. del resto la storia finisce lì, prima di cominciare (Grazyna ha un compagno); perchè tanto disturbo per una donna in fondo molto pratica?

per finire cito un passaggio quasi idilliaco e che non soddisfa certe voglie oscure che fanno tanto circolare le cattive notizie della cronaca nera. piuttosto qui si legge di una quotidianetà rarefatta, quasi appiattita sulla routine, la quale permette però a due donne così lontane, di condividere ciò che naturalmente è drammatico. però mi sembra di non aver letto nessuno sguardo, nessuno scambio di battute, in questo racconto tutto chiuso su se stesso. come se la tristezza, la malinconia, il dolore - e l'allegria, perchè no - si potessero solo riassumere così come tu hai fatto per noi:

Ersilia e Grazyna facevano le faccende domestiche insieme , la sera Grazyna guardava la televisione ed Ersilia lavorava a maglia o navigava in internet. Oppure, se faceva caldo, andavano tutte e due sul balcone a chiacchierare. Non era raro che ci scappassero quattro risate.



Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime8/11/2010, 10:34

Grazie, Luca, per un commento così lungo e articolato. Il tono riassuntivo. Si, è un difetto di cui prendo nota. Non per controbattere le critiche, sempre costruttive ma per spiegare. Ho a che fare con uno di questi angeli dal bellissimo nome di Elena che si alterna, nella mia assistenza con Anna. Quindi dò per scontata la conoscenza di questo mondo. E invece ho sprecato una opportunità di farlo conosce meglio. Quando il round sarà finito riprenderò il racconto e lo amplierò.
Torna in alto Andare in basso
Luca Curatoli
Star
Star
Luca Curatoli

Numero di messaggi : 2173
Data d'iscrizione : 04.01.08

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime8/11/2010, 10:55

puoi farlo e ogni possibilità di far nascere nuovi racconti e benvenuto
Torna in alto Andare in basso
Nuccio Pepe
Top
Top
Nuccio Pepe

Numero di messaggi : 1010
Data d'iscrizione : 13.12.08

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime8/11/2010, 16:32

Un racconto che mostra un aspetto della vita dei nostri giorni, un aspetto, oramai non più nuovo, della nostra società.
Anch'io avrei preferito uno sviluppo più articolato ovvero più concentrato. Rolling Eyes

Quello delle badanti è un universo particolare con molte, forse troppe sfaccettature e interessi diversi ( spesso meramente economici), per esperienza personale dico che non si può dare nulla di scontato e che spesso l'affetto che tali persone dimostrano è tale per una certa forma di utilitarismo.
Ciò non toglie che ci siano casi dove l'aspetto umano riesce ad andare a braccetto con l'aspetto economico .... Laughing

Brava PdG !

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI 899765


Ultima modifica di Nuccio Pepe il 8/11/2010, 17:19, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
http://www.nucciopepe.wordpress.com
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime8/11/2010, 17:13

Grazie, Nuccio. E' vero che non si può dare nulla di scontato ma bisogna considerare che queste persone lasciano tutto, partono per un Paese spesso lontanissimo dal loro e non sanno come saranno trattate.
Torna in alto Andare in basso
Nuccio Pepe
Top
Top
Nuccio Pepe

Numero di messaggi : 1010
Data d'iscrizione : 13.12.08

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime8/11/2010, 17:20

Assolutamente d'accordo, infatti ho scritto:
Citazione :
è un universo particolare con molte, forse troppe sfaccettature e interessi diversi
Torna in alto Andare in basso
http://www.nucciopepe.wordpress.com
Virginia Ferrari
Top
Top
Virginia Ferrari

Numero di messaggi : 79
Data d'iscrizione : 26.10.10

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime9/11/2010, 08:16

Racconto scritto molto bene, scorrevole. Un susseguirsi di fatti tragici nella vita
della povera Grazyna. Non so perché, però, il racconto non mi ha trasmesso
quelle emozioni. che mi sarei aspettata dai temi trattati, forse meritavano un
maggior approfondimento, lo credo anch'io.
La sintesi è una bella cosa ma viene a togliere, secondo il mio modesto parere,
Il fattore emozionale, almeno per me. Comunque sia, complimenti cara Penna il dono
della sintesi non è da tutti.
Very Happy
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime9/11/2010, 08:50

Grazie, Virginia. Ora sono convinta che questo racconto, a round finito, lo dovrò riprendere
e ampliarlo. Buona giornata.
Torna in alto Andare in basso
Virginia Ferrari
Top
Top
Virginia Ferrari

Numero di messaggi : 79
Data d'iscrizione : 26.10.10

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime9/11/2010, 08:55

Assolutamente si, gli argomenti sono troppo interessanti. Attendo con ansia. Buona giornata a te, penna.
Torna in alto Andare in basso
Paolo Secondini
Top
Top
Paolo Secondini

Numero di messaggi : 324
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime9/11/2010, 09:32

Cara Penna del Giorno, non trovi che la nostra Virginia-Eva Kant abbia un fascino tutto suo, "sui generis": un po' misterioso, per non dire inquietante?
A ogni modo sia al mistero di Virginia-Eva sia alla limpidezza della PdG un omaggio floreale


STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI 556327
Torna in alto Andare in basso
La Penna del Giorno
Top
Top
La Penna del Giorno

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime9/11/2010, 10:36

No, Paolo. la nostra Virginia ha molto fascino, ma non inquietante. E poi è una ammiratrice del Che! Grazie, del bellissimo mazzo di fiori.
Torna in alto Andare in basso
Virginia Ferrari
Top
Top
Virginia Ferrari

Numero di messaggi : 79
Data d'iscrizione : 26.10.10

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime9/11/2010, 10:44

La Penna del Giorno ha scritto:
No, Paolo. la nostra Virginia ha molto fascino, ma non inquietante. E poi è una ammiratrice del Che! Grazie, del bellissimo mazzo di fiori.



***la nostra Virginia ha molto fascino, ma non inquietante. E poi è una ammiratrice del Che!

che sia questo a rendermi inquietante? Shocked Ahahagrazie Penna



per Paolo:
sono la persona più tranquilla di questo mondo, se non mi fanno arrabbiare! STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI 150194
Torna in alto Andare in basso
Paolo Secondini
Top
Top
Paolo Secondini

Numero di messaggi : 324
Data d'iscrizione : 07.06.09

STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime9/11/2010, 10:50

Probabilmente si è equivocato sull'epiteto "inquietante" che io, veramente, ho usato non in senso stretto ma estensivo, con valore di CONTURBANTE
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Empty
MessaggioTitolo: Re: STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI   STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
STORIA DI GRAZYNA - FRANCA BAGNOLI
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Le proposte di scrittura a tema :: Anno Domini 2010-
Vai verso: