RegistratiIndiceCercaAccedi

Condividi
 

 moto perpetuo

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Massimiliano Procellaria
Top
Top
Massimiliano Procellaria

Numero di messaggi : 292
Data d'iscrizione : 03.10.08

moto perpetuo Empty
MessaggioTitolo: moto perpetuo   moto perpetuo Icon_minitime14/11/2010, 18:17

Inginocchiarsi su un rovo
dipanando i ventagli del dolore;

L’ansia di essere giudicati,
l’archivolto sull’arco del vino
un quarto dopo il meriggio;

Un quarto per stanziarsi nell’infinito,
titubare davanti all’olmo
carico delle note di Mozart
dopo essersi riappacificati col sole della geometria;

Ti accorgi che il neofita ha il cuore
come un rosato latino, attempato e colmo;

L’aurifero tra i capelli bianchi
di chi suona la piva, la poesia
che nel conto alla rovescia gioiva.

Penetra, si ritrae, si estende
si allontana e cade rovinosamente,
s’incammina verso la confusione ed il moto perpetuo:
è l’addome liberato, in petali e fumo rinnegato;

Sulla sedia a dondolo dell’inquietudine
l’abbrivio per dimenticare e ricordarsi di te;

Nel fiume dell’arte i detriti dell’esser sospesi,
gli atomi della bellezza
minuscoli, invisibili, infinitesimali, rappresi

Nel cielo che si sdoppia nell’immenso.
Torna in alto Andare in basso
 
moto perpetuo
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Prosa e Poesia :: Poesia-
Vai verso: